Aziende

Banco Bpm

Il Gruppo Banco BPM nasce il 1° gennaio 2017 dalla fusione di due grandi banche popolari, Banco Popolare – Società Cooperativa e Banca Popolare di Milano che a seguito della trasformazione in Società per Azioni, hanno dato vita a una nuova realtà bancaria.

Il gruppo con 25.000 dipendenti e 2.500 filiali rappresenta il terzo gruppo bancario in Italia (dopo Intesa San Paolo e Unicredit) , serve 4 milioni di clienti attraverso una rete distributiva operante nel Nord Italia, in particolare in Lombardia, Veneto e Piemonte. Fanno parte del gruppo:

Banca Popolare di Milano, Banca Popolare di Verona,

Banca Popolare di Novara, Banca Popolare di Lodi, Credito Bergamasco, Banco S.Geminiano e S.Prospero, Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, Banca Popolare di Cremona, Banca Popolare di Crema, Banco di Chiavari e della Riviera Ligure, Banco San Marco, Banca Popolare del Trentino, Cassa di Risparmio di Imola, Banco Popolare Siciliano, Banca Aletti, Banca Akros, ProFamily.

Banco BPM nasce con un capitale sociale pari a Euro 7.100.000.000,00, rappresentato da n.

1.515.182.126 azioni ordinarie prive di valore nominale.

Il debutto delle azioni Banco BPM sul mercato telematico Azionario di Borsa Italiana S.p.A. è avvenuto il 2 gennaio 2017. Presidente del gruppo è Carlo Fratta Pasini, l' ad è Giuseppe Castagna.

Ultimo aggiornamento 03 gennaio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Gruppo Banco BPM | Banco Popolare | Banca Popolare di Milano | Banca Akros | Banco di Chiavari e della Riviera Ligure | Borsa Italiana | Banca Aletti | Italia del Nord | Società per Azioni | Intesa Sanpaolo | Giuseppe Castagna | Banca Popolare di Crema | Banca Popolare di Cremona | Carlo Fratta Pasini |

Ultime notizie su Banco Bpm

    Se il mutuo è green la banca ti aiuta

    Se fai un mutuo green la banca ti verrà incontro con incentivi sul finanziamento, sui pannelli solari che utilizzerai o sugli infissi da cambiare: l'unica condizione è che la casa diventi efficiente dal punto di vista energetico. Se ne è discusso mercoledì 12 dicembre a Milano, nel building di

    – di Vitaliano D'Angerio

    A Fonspa ed Elliott la gara per 8 miliardi di Npl di Banco Bpm

    La cordata composta da Credito Fondiario (Fonspa) ed Elliott si aggiudica la gara, lanciata dal Banco Bpm, per il portafoglio di non performig loan (o crediti deteriorati) da quasi 8 miliardi di euro e la maggioranza della piattaforma di gestione... Fonspa ed Elliott — assistiti da Goldman Sachs e PwC — avrebbero soddisfatto le attese di Banco Bpm in termini di prezzo, salendo attorno al 24-25% del valore nominale.

    – di Carlo Festa

    Lodi trainata dall'export

    Adominare la classifica, come a Monza, è ancora una volta l'industria. Anche l'analisi delle maggiori aziende di Lodi, realizzata da Assolombarda in collaborazione con PwC e Banco BPM, evidenzia il ruolo preminente della manifattura locale: delle 200 realtà monitorate ben 117 sono industriali.

    – di Luca Orlando

    Perché le banche italiane hanno perso un terzo del valore

    Dalle elezioni di marzo, le banche italiane hanno perso in media quasi un terzo del proprio valore: Intesa, -33%; UniCredit, -35%; Banco Bpm, -30%. ... Tranne poche eccezioni (Erste, Kbc, Bankinter), in Borsa tutte le maggiori banche dell’Eurozona trattano con un forte sconto rispetto al patrimonio netto, in media del 33% (33% Intesa; 54% UniCredit; 70% Banco Bpm).

    – di Alessandro Penati

    Npl in Italia, nel 2018 cessioni record a 70 miliardi

    Il mercato 2018 è stato trainato da jumbo deals (come Mps, operazione da 24,1 miliardi) e IntesaSanpaolo-Intrum - 10,8 miliardi di valore) e cartolarizzazioni con Gacs (Banco Bpm - 5,1miliardi, Ubi Banca - 2,7 miliardi, Bper - 1,9 miliardi). ... Il mercato del servicing è invece tuttora in fase di consolidamento (ad esempio l’operazione Intrum-Intesa Sanpaolo e operazione in corso sulla piattaforma di Banco Bpm) con potenziale ulteriore M&A nel 2019.

    – di Carlo Festa

    Tassi Usa e dubbi sulla pace Usa-Cina affondano Wall Street

    Wall Street ha chiuso in picchiata, per i dubbi legati alla tregua sui dazi tra Usa e Cina e più in generale per i timori legati alla crescita dell'economia. Il Dow Jones ha perso il 3,08% a 25031,41 punti, il Nasdaq il 3,80% a 7158,43 punti. Tonfo anche per l'indice S&P500: - 3,23% a 2.700,37

    – di Chiara Di Cristofaro e Stefania Arcudi

    Banco Bpm di slancio dopo annunci sul credito al consumo e Npl

    Banco Bpm festeggia a Piazza Affari gli annunci dei giorni scorsi relativi alla riorganizzazione del credito al consumo e ai passi avanti fatti nella cessione delle sofferenze, per circa 7,8 miliardi di euro. ... La vendita, però, sarà effettuata solo dopo la scissione delle attività non captive della stessa ProFamily in una newco controllata al 100% da Banco Bpm.

    – di Eleonora Micheli

    La tregua Usa-Cina spinge i listini, Piazza Affari è la migliore (+2,2%)

    La pax siglata tra Usa e Cina sul fronte dei dazi durante l'ultimo G20 di Buenos Aires ha ridato slancio alle Borse europee, con Milano che si è piazzata al primo posto grazie al +2,26% del FTSE MIB. La schiarita sul fronte commerciale ha così convinto gli investitori a tornare con più convinzione

    – di Andrea Fontana ed Enrico Miele

1-10 di 622 risultati