Aziende

Banca Popolare di Vicenza

La Banca Popolare di Vicenza è stata fondata a Vicenza nel 1866 ed è la prima Banca Popolare nata in Veneto.

Nel 2015 iniziano le indagini della Guardia di Finanza sull’istituto vicentino e il presidente Gianni Zonin si dimette nel novembre di quell’anno.

Il 5 marzo 2016 l’assemblea delibera la trasformazione in Società per azioni, l’aumento di capitale e la quotazione in borsa. Tuttavia, la mancata sottoscrizione dell’aumento da parte della stragrande maggioranza dei soci costringe il Fondo Atlante a intervenire per assicurare comunque la necessaria ricapitalizzazione della banca. A questo punto, dal momento che il socio principale possiede oltre il 99% delle azioni, la quotazione in borsa viene revocata per la mancanza del flottante necessario.

La Popolare di Vicenza che ha registrato 1,9 miliardi di perdita nel 2016 è guidata dal 6 dicembre da Fabrizio Viola (ex manager di Monte dei Paschi di Siena) . Viola nella stessa data è stato cooptato da Veneto Banca come consigliere dell'istituto e presidente del comitato strategico con delega al progetto di fusione delle due ex popolari.

Il 21 giugno 2017 Intesa San Paolo ha acquistato a 1 euro Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca senza farsi carico dei crediti deteriorati.

Ultimo aggiornamento 22 giugno 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Mercati finanziari | Banca Popolare di Vicenza | Aumento di capitale | Gianni Zonin | Società per Azioni | Borsa Valori | Guardia di Finanza | Atlante | Veneto |

Ultime notizie su Banca Popolare di Vicenza

    Carige, cosa prevedono le regole Ue

    BRUXELLES - La Commissione europea ha preso nota della decisione del governo italiano di aiutare con denaro pubblico la banca Carige in grave difficoltà finanziaria, nel caso la situazione dell'istituto di credito dovesse ulteriormente peggiorare. Un eventuale sostegno dell'Italia - attraverso una

    – dal nostro corrispondente Beda Romano

    Banche, la platea dei rimborsi dopo i crack è ancora da definire

    Non si annuncia facile il compito dei 9 "probiviri" che entro fine gennaio dovranno essere individuati dal ministero dell'Economia per gestire il traffico delle domande d'accesso al nuovo fondo per indennizzare gli investitori incappati nel crack delle banche di cui erano azionisti o

    – di Gianni Trovati

    Benetton entra in vini Zonin. Il precedente del fondo Giada, jv tra 21 Investimenti e Popolare Vicenza

    Tiene banco nel nord-est l'accordo con il quale il gruppo Zonin1821, azienda vitivinicola leader a livello italiano e internazionale. ha fatto entrare nel proprio capitale la 21 Invest, gruppo europeo di investimenti fondato da Alessandro Benetton, tramite un aumento di capitale riservato del valore di 65 milioni di euro finalizzato a dotare l'azienda di nuova liquidità per riequilibrare la struttura finanziaria del gruppo e supportare il progetto industriale di crescita. Il riassetto della c...

    – Carlo Festa

    Benetton entra con 21 Invest nell'azienda vinicola di Zonin

    Riassetto azionario per il gruppo Zonin1821, azienda vitivinicola leader a livello italiano e internazionale. 21 Invest, gruppo europeo di investimenti fondato da Alessandro Benetton, ha raggiunto un accordo per un aumento di capitale riservato del valore di 65 milioni di euro finalizzato a dotare

    – di Carlo Festa

    Tre stabilimenti, trattamenti e destini diversi: Pasta Zara vota Si all'ipotesi di accordo, ma riflette le differenze in campo

    Nella tardissima serata di venerdì 16 novembre, i sindacati Fai - CISL Flai - CGIL Uila - UIL hanno inviato una lettera al presidente di Gruppo Pasta Zara Furio Bragagnolo e alle tre Confindustrie di Brescia, Treviso e Trieste, le province dove hanno sede i tre stabilimenti. "Con la presente, diamo riscontro dell'esito del percorso di consultazione avviato in tutti i siti e sedi del Gruppo Pasta Zara in merito alla ipotesi di accordo del 13 novembre 2018 sottoscritta dalle Parti il 13 novembre 2...

    – Barbara Ganz

    Manovra, Bitonci: altri 2,5 miliardi a ristoro risparmiatori dal 2022

    «Intendiamo allargare la platea dei risparmiatori da ammettere alle procedure, specificando che tra essi vi rientra anche chi è in possesso di quote di partecipazione, soprattutto risparmiatori della Banca Popolare di Vicenza». E «acceleriamo i tempi di erogazione e incrementiamo lo stanziamento

    Enria, un italiano super partes a capo degli 007 bancari europei

    Un italiano alla guida della Vigilanza bancaria. Andrea Enria arriva a sedersi sulla seconda poltrona di maggior rilievo della Banca centrale europea, dopo quella del presidente della Bce, che è occupata da un altro italiano (in scadenza di mandato tra un anno), ovvero Mario Draghi.

    – di Luca Davi

1-10 di 604 risultati