Aziende

Axa

Axa Sa è una compagnia d’assicurazione francese. Attiva a livello mondiale, è presente in 57 Paesi principalmente in Europa, Nord America e Africa. In Italia la capogruppo gestisce Axa Assicurazioni, che opera sul territorio nazionale tramite una rete di 739 agenzie e 1263 collaboratori. Axa Sa è quotata alle Borse di Parigi, Milano e New York.

La società è nata nel 1816, a Parigi con il nome di Mutuelle de l’Assurance. In seguito all’unione di diverse compagnie assicurative regionali, nel 1978 il gruppo è diventato Mutuelles Unies, che nel 1982 si è unito a Drouot. La denominazione Axa, è stata creata nel 1985 e nel 1992 la nuova società ha acquisito il 60% del capitale di The Equitable (Stati Uniti), oggi Axa Equitable. Nel 1995 Axa Sa ha rilevato una partecipazione di maggioranza nell’austrialiana National Mutual Holdings, entrando nel mercato dell’Australia, della Nuova-Zelanda e di Hong Kong. Il 1996 è stata la volta della fusione Axa-Uap e nel 1999 è stato assorbito l’inglese Guardian Royal Exchange. Nello stesso anno è nato Axa Nichidan in Giappone e nel 2000 la filiale statunitense Alliance Capital Management ha rilevato Sanford Bernstein. Nel 2006 Axa Sa ha rafforzato la presenza in Europa con l’acquisto di Winterthur.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Axa Assicurazioni | America del Nord | Borsa di Parigi | Italia | Alliance Capital Management |

Ultime notizie su Axa

    La staffetta generazionale alla prova di circolari e decreti ministeriali

    Sono alcuni esempi di come i contratti hanno affrontato il tema dell’active ageing ma non mancano esperienze condotte a livello aziendale: Randstad ha costituito un Osservatorio permanente sull’active ageing diretto da Tiziano Treu, segnalando sei imprese (Abb, Axa Assicurazioni, Bosch, Gruppo Reale Mutua, Philips, STMicroelectronics) con esempi di buone pratiche.

    – di Giorgio Pogliotti e Claudio Tucci

    Deficit, ecco come i fondi esteri valutano l'Italia

    I mercati potrebbero anche accogliere positivamente anche un deficit ben oltre il 2% se accompagnato da riforme in grado di rilanciare il Pil» commenta Alessandro Tentori, responsabile degli investimenti di Axa IM Italia.

    – di Andrea Franceschi

    «I piani vanno scelti dopo un'attenta analisi»

    Axa fa leva sulla consolidata esperienza di Axa Im e per le componenti di investimento obbligazionario e azionario possiamo contare su una conoscenza approfondita del mercato e su un track record di qualità. ... Ma ci sono opportunità anche per altri attori: Axa Assicurazioni per esempio con i Pir ha una quota di mercato ben superiore a quella detenuta sul business vita, a testimonianza di una strategia precisa che mira a un utilizzo di questi strumenti come elemento importante per rendere reale e...

    – di Federica Pezzatti

    La mobilità urbana al 2030: silenziosa, rapida e rischiosa. I tre crashtest di Axa

    ZURIGO - Sulle piste di atterraggio del museo dell'aviazione di Zurigo Axa ha effettuato una serie di crash test legati ai rischi nella mobilità del futuro nelle città. ... Il primo crashtest dell'evento Axa è stato la simulazione di un incidente tra un'auto in corsa con un drone di 9 kg adibiti a trasporto merci che vola basso, veloce a 65 km/h e di cui si è perso il controllo. ... Al fine di evitare questo tipo di rischi gli esperti d'infortunistica di Axa chiedono che tutti i piloti di...

    – dal nostro inviato Riccardo Barlaam

    Axa, miglior semestre da cinque anni. Utile operativo in crescita (+4%)

    Sul semestre - ha spiegato Axa in una nota - hanno inciso ammortamenti legati alla trasformazione del portafoglio polizze collettive vita in Svizzera (-0,3 mld), la variazione sfavorevole del fair value di asset finanziari e prodotti derivati come... I ricavi del gruppo sono in aumento del 3% a cambi costanti - precisa Axa - e sono sostenuti dalla forte crescita in Francia, grazie alle attività vita, risparmio e previdenza e salute, in Europa in tutte i segmenti di attività e in Asia,...

    – di Giuliana Licini

    Draghi «colomba» rassicura i mercati: Milano +1,2%, l'euro crolla sotto 1,17

    I toni super-accomodanti di Mario Draghi, anche nell'annunciare la fine del Quantitative easing, hanno rassicurato i mercati e spinto le Borse europee, che hanno vissuto una seduta a due facce. A Milano il Ftse Mib ha guadagnato l'1,22%, sui massimi di giornata, a Parigi il Cac40 l'1,39% e a

    – di Flavia Carletti

1-10 di 1051 risultati