Ultime notizie:

Avetrana

    Alt al mercato speculativo della paura

    Vi è una recessione che dovrebbe inorgoglire gli italiani. Ma che delude, e parecchio, la vasta compagnia dell'intrattenimento en noir che si ritrova, per tutti i giorni del calendario, nella fascia televisiva pomeridiana e in prima serata.

    – di Maurizio Fiasco

    anche i no tap contro il depuratore che devasterà il territorio e il mare più belli del mondo.

    no al depuratore di manduria che ripulisce gli scarichi prima che finiscano in mare. no al depuratore perché è nel posto sbagliato e noi difendiamo dalla devastazione il nostro bel territorio e il nostro bel mare, le spiagge più belle d'italia, le più belle del mediterraneo, del pianeta, le spiagge più belle della galassia. perché questo territorio è vocato per il turismo culturale e l'agricoltura di qualità. ha ragione chi protesta contro lo scempio delle 136 piattaforme petrolifere presenti d...

    – Jacopo Giliberto

    Omicidio Sarah Scazzi: Cassazione conferma ergastolo per Sabrina e Cosima

    Ergastolo per Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano. Lo ha stabilito la prima sezione penale della Cassazione confermando la sentenza di primo e secondo grado per la morte di Sarah Scazzi ad Avetrana il 26 agosto 2010. La prima sezione penale della Cassazione ha confermato anche la condanna a

    Omicidio di Sarah Scazzi, pg: confermare gli ergastoli di Cosima e Sabrina

    Secondo la Procura generale della Cassazione sono da confermare i due ergastoli inflitti a Sabrina Misseri e Cosima Serrano per l'omicidio della quindicenne Sarah Scazzi il 26 agosto 2010 ad Avetrana. E' questa la richiesta del sostituto pg Fulvio Baldi al termine della sua requisitoria davanti alla

    Omicidio Sarah, confermato l'ergastolo a Cosima e Sabrina

    La Corte di Assise di appello di Taranto ha confermato la condanna all'ergastolo nei confronti di Cosima Serrano e sua figlia Sabrina Misseri per l'omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana (Taranto) strangolata e gettata in un pozzo il 26 agosto 2010. La sentenza è stata emessa dopo tre

    Sarah, le tappe dell'inchiesta

    Sarah Scazzi scompare nel nulla ad Avetrana (Taranto) tra le 13.45 e le 14.30 del 26 agosto 2010. Sarebbe dovuta andare al mare con la cugina Sabrina, ma le sue tracce si perdono prima di arrivare a casa Misseri dopo essere stata vista da alcuni testimoni percorrere il breve tratto di strada (poche

1-10 di 81 risultati