Ultime notizie:

Ava DuVernay

    Cannes '71parte nel segno del #MeToo

    Con una cerimonia inaugurale improntata alla novità, inizia la 71esima edizione del Festival di Cannes: anzitutto non sono ammessi i selfie sul tappeto rosso e non esistono più anteprime per la stampa per imbavagliare blogger e twitteristi dalla mano troppo lesta, che rovinino con i loro commenti le cerimonie ufficiali. Anche la Croisette poi, come Hollywood, è stata travolta dall'ondata del #MeToo: sono previste manifestazioni contro le molestie sessuali e c'è un numero cui possono rivolgersi l...

    – Cristina Battocletti

    Cannes parte nel segno del #MeToo

    Con una cerimonia inaugurale improntata alla novità, inizia la 71esima edizione del Festival di Cannes: anzitutto non sono ammessi i selfie sul tappeto rosso e non esistono più anteprime per la stampa per imbavagliare blogger e twitteristi dalla mano troppo lesta, che rovinino con i loro commenti

    – di Cristina Battocletti

    «Ready Player One», citazionistico omaggio al pop degli Anni 80

    Due mesi dopo «The Post», Steven Spielberg è di nuovo protagonista nelle nostre sale con «Ready Player One», un divertente omaggio alla cultura pop degli anni '80. Ambientato nel 2045, il film racconta un futuro in cui la vita sulla Terra è ai limiti della sostenibilità. Tutti preferiscono passare

    – di Andrea Chimento

    I suoi volti per il cinema

    Nel 1985 Oprah Winfrey debutta come attrice nel "Colore Viola " di Steven Spielberg, nella parte della volitiva Sofia, per cui ottiene la candidatura all'Oscar. Nel 1989 produce re recita nella seguitissima serie "The Women of Brewster Place " della Abc, sulle vicende di una ragazza madre. Recita

    Da domani nelle sale "I'm not your negro", un monito contro ogni tipo di razzismo. L'intervista al regista Raoul Peck

    «Il futuro dei negri in questo Paese è luminoso o buio quanto lo è quello della nazione». Con parole cadenzate James Baldwin avvertiva l'America degli anni Sessanta, mentre fischiava e sputava sui ragazzini di colore che entravano per la prima volta, scortati dalla polizia, nelle scuole per sedere sui banchi accanto ai bianchi. La sua figura magra e sconsolata, il suo periodare secco, mai tribunizio, appaiono in I'm not your negro di Raoul Peck, in corsa questa notte agli Oscar come miglior docu...

    – Cristina Battocletti

    «Europei guardate il mio film»

    «Il futuro dei negri in questo Paese è luminoso o buio quanto lo è quello della nazione». Con parole cadenzate James Baldwin avvertiva l'America degli anni Sessanta, mentre fischiava e sputava sui ragazzini di colore che entravano per la prima volta, scortati dalla polizia, nelle scuole per sedere

    – di Cristina Battocletti

    13th di Ava DuVernay

    Un documentario che affronta il tema del razzismo nel sistema carcerario americano, diretto dalla regista impegnata Ava DuVernay, già autrice di «Selma», film che raccontava la storica marcia guidata da Martin Luther King. Per la conquista dell'Oscar parte in seconda fila dietro a «O.J.: Made in

1-10 di 21 risultati