Ultime notizie:

Auden

    Le epifanie di Harold Bloom

    Ci ha lasciato uno scaffale di libri, scritti in 70 anni di fervore critico e l'esempio di una vita interamente dedicata alla letteratura

    – di Luigi Sampietro

    Il commissario Sciascia

    Il commissario Montalbano, disegnato dalla penna di Andrea Camilleri, è personaggio di buona cultura cinematografica e letterararia. Ha visto i film che è necessario vedere. E ha letto i libri che ogni buon lettore ha l'obbligo di leggere. Fra gli scrittori che più gli sono congeniali, ha una

    – di Salvatore Silvano Nigro

    Cos'è il tempo? Una poesia

    Niente è tanto difficile da spiegare ai bambini quanto il tempo. Immersi come sono nell'eterno presente dell'infanzia, a concetti incomprensibili come il passato, il futuro, la morte, la nascita - non esistere ancora e non esistere più - reagiscono con una sassaiola di domande tanto semplici da

    – di Lara Ricci

    Un andaluso a New York

    Fra i più grandi e famosi poeti del Novecento, Federico García Lorca è oggi il più dimenticato. Dall'inizio degli anni sessanta in poi di lui non si parla. Noto a tutti, letto, antologizzato e recitato da attori come Vittorio Gassman, Arnoldo Foà, Giorgio Albertazzi, quasi all'improvviso il suo

    – di Alfonso Berardinelli

    Il cocktail esistenzialista

    Per circa due decenni dopo la Seconda guerra mondiale, la fascinazione generale nei confronti dell'esistenzialismo fu un evento davvero inconsueto, visto che - soprattutto nel mondo anglosassone - erano davvero in pochi a sapere che cosa fosse l'esistenzialismo. Per molti, infatti, non era altro

    – di John Banville

    Infinito in quindici endecasillabi

    Senza l'idea, senza il mito, senza un'idea mitica di poesia, sembra che questo genere letterario, che fu condotto dalla modernità a limiti estremi di essenzialità autoriflessa, sia oggi quasi impensabile. Dalla metà dell'Ottocento in poi (dopo Baudelaire), se non prima (dopo Novalis o Coleridge o

    – di Alfonso Berardinelli

    Infinito in quindici endecasillabi

    Senza l'idea, senza il mito, senza un'idea mitica di poesia, sembra che questo genere letterario, che fu condotto dalla modernità a limiti estremi di essenzialità autoriflessa, sia oggi quasi impensabile. Dalla metà dell'Ottocento in poi (dopo Baudelaire), se non prima (dopo Novalis o Coleridge o

    – Alfonso Berardinelli

1-10 di 49 risultati