Ultime notizie:

Atlante

    Europa, Bce, Fmi: scopri chi controlla il nostro debito pubblico

    27 Contributo a cura di Prometeia Associazione, think tank macro della società di consulenza Prometeia www.prometeia.it/atlante I titoli di debito pubblico, proprio come le azioni, possono essere liquidati velocemente, generando brusche oscillazioni nei prezzi e, quindi, nei rendimenti. Conoscere la composizione di chi detiene titoli sovrani è quindi utile a valutare la vulnerabilità degli Stati dovessero cambiare le preferenze degli investitori, nazionali ed esteri. Abbiamo così scompos...

    – Infodata

    Smartphone, app, navigatori: ci siamo rassegnati a non usare il cervello?

    L'autore di questo post è Silvano Joly, country manager di Centric Software Italia, che dal 1995 lavora in aziende high tech seguendo il mercato italiano e del Mediterraneo - Nei giorni di fine luglio abbiamo rivissuto la straordinaria avventura che ha portato l'uomo sulla Luna, 50 anni fa. In particolare, quella di Neil Armstrong e della frase che lo ha reso famoso, cambiando il modo di vedere il nostro satellite, il nostro pianeta e tutto l'universo: "Un piccolo passo per me, una grande passo...

    – Econopoly

    Salvataggi di Stato: Alitalia, Carige e il Cerchio della vita

    L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Le esperienze recenti di Alitalia e Carige offrono un valido spunto per riflettere sull'intervento dello stato nell'Economia e, in particolar modo, nel salvataggio delle imprese in crisi. Premessa doverosa di qualunque discussione sul tema, è che si tratta di questione essenzialmente politica. L'analisi economica ci consente di misurare i costi e i benefici, di questo tipo di decisioni, e di...

    – Econopoly

    Dal Lambrusco ai piatti vegetariani, il made in Italy che piace agli inglesi

    Cosa cercano i food lover inglesi in Italia? Dopo il boom del Prosecco, sono a caccia di nuovi vini: per esempio, il Labrusco e il Primitivo. Ma ai produttori italiani che esportano in Gran Bretagna chiedono un occhio di riguardo in più per il packaging sostenibile e maggiore scelta di piatti

    – di Micaela Cappellini

    La periferia di una grande città è ancora un luogo monofunzionale e spesso solo commerciale

    Copy: Trapianti - Il Sole 24 Ore - Cristina Da Rold Infogram Non tutte le periferie sono uguali. Ce ne sono di più o meno "funzionali" a seconda della presenza e assenza di servizi di diverso tipo: commerciali, sociali e sanitari, infrastrutture, di riqualificazione urbana, turistici e culturali. Si parla di "effetto città", e di periferia "funzionale" quando in una certa zona sono presenti tutte queste variabili. La cattiva notizia è che in Italia siamo ancora ben lontani dall'avere periferie...

    – Infodata

    Mps rescinde il contratto Juliet con Cerved e Quaestio e prepara maxi-cessioni di portafogli

    Montepaschi ridisegna la sua architettura di gestione dei crediti deteriorati. Ha due finalità l'operazione con la quale la banca ha interrotto il contratto con il servicer Juliet (controllato da Cerved e da Quaestio). L'obiettivo è infatti di accelerare da una parte sulle cessioni di portafogli di crediti deteriorati e, dall'altra, di liberare risorse contabili. La banca senese guidata da Marco Morelli ha infatti esercitato il diritto di recesso previsto dal contratto di servicing decenna...

    – Carlo Festa

    Non tutte le periferie sono uguali. Torino la città più "equilibrata"

    Copy: Trapianti - Il Sole 24 Ore - Cristina Da Rold Infogram Non tutte le periferie sono uguali. Ce ne sono di più o meno "funzionali" a seconda della presenza e assenza di servizi di diverso tipo: commerciali, sociali e sanitari, infrastrutture, di riqualificazione urbana, turistici e culturali. Si parla di "effetto città", e di periferia "funzionale" quando in una certa zona sono presenti tutte queste variabili. La cattiva notizia è che in Italia siamo ancora ben lontani dall'avere periferie...

    – Cristina Da Rold

    Casse di previdenza, investimenti e il decreto che non c'è

    Il regolamento che non c'è. Come l'isola di Eduardo Bennato. E' dal luglio 2011, Governo Berlusconi IV, che le Casse di previdenza attendono un sistema di regole per gli investimenti. Otto anni. Nel decreto 98 del 2011 veniva affidato a Covip, authority di vigilanza dei fondi pensione, il compito di

    – di Vitaliano D'Angerio

    Bollette, tutto quello che c'è da sapere per difendersi dalle trappole

    Alzi la mano chi non ha mai ricevuto a casa la telefonata di uno zelante operatore intenzionato a venderci la fornitura di energia elettrica e gas. Il decreto Milleproroghe (legge 108 del settembre 2018) ha spostato la fine della tutela di prezzo per l'elettricità e il gas al 1° luglio 2020. Da

    – di Celestina Dominelli

1-10 di 1481 risultati