Ultime notizie:

Asylum

    Immigrazione, è tempo di parlarne senza buonismi né demonizzazioni

    L'autrice di questo post è Vitalba Azzollini, giurista. Lavora presso un'Autorità di vigilanza. Scrive (a titolo personale), tra gli altri, su Lavoce.info, Phastidio.net e Istituto Bruno Leoni - Nei giorni scorsi, Sergio Fabbrini ha trattato di immigrazione traendo spunto da una recente ricerca di More in Common, dalla quale emerge che un quarto dei cittadini è contrario per principio agli immigrati, un quarto è favorevole per principio ad ospitarli, mentre il restante 50 per cento è incerto su...

    – Econopoly

    I numeri della notte dei migranti

    Con i numeri facciamo i duri, ma quando sentiamo che una pagella, che potrebbe essere quella di nostro figlio, sta cucita nella giacca di un ragazzo annegato, in fondo al mare, il nostro mare, allora ci commuoviamo. Salvo poi riprendere ad accusare questi o quelli e poi tornare a commuoverci. Eppure i numeri, quando vengono raccolti, interpretati e spiegati con la cura che si deve loro così come alle persone, ci raccontano mille storie, passioni, desideri, ostacoli, paure, sfide. Potrebbero pure...

    – Giuliano Castigliego

    L'economia ha bisogno dei lavoratori immigrati

    E' insensato che il Paese si divida su come gestire 49 migranti. Si cerca di polarizzare l'opinione pubblica che polarizzata non è. Secondo una ricerca di More in Common del luglio scorso, relativa alle attitudini (opinioni non contingenti) degli italiani nei confronti dell'immigrazione, emerge che

    – di Sergio Fabbrini

    Richiedenti asilo, la meta "preferita" è la Germania

    Che gruppi di richiedenti asilo vengano trasferiti da un paese all'altro, e in particolare verso le nazioni di "primo arrivo", non è esattamente una novità. Si tratta in effetti di una procedura prevista dal trattato di Dubino, entrato in vigore nel 1997, e alla base di spostamenti di richiedenti asilo che vanno avanti ormai da tempo. Il principio base consiste nell'evitare, per quanto possibile, che i rifugiati facciano domanda in più paesi alla volta, e che a occuparsi delle loro richieste...

    – Infodata

    Quali sono le mete "preferite" dei richiedenti asilo?

    Che gruppi di richiedenti asilo vengano trasferiti da un paese all'altro, e in particolare verso le nazioni di "primo arrivo", non è esattamente una novità. Si tratta in effetti di una procedura prevista dal trattato di Dubino, entrato in vigore nel 1997, e alla base di spostamenti di richiedenti asilo che vanno avanti ormai da tempo. Il principio base consiste nell'evitare, per quanto possibile, che i rifugiati facciano domanda in più paesi alla volta, e che a occuparsi delle loro richieste...

    – Davide Mancino

    Migranti: calano in Europa ma aumentano in Italia le domande di asilo

    Calano a livello europeo, aumentano invece in Italia. Si tratta dei first time asylum applicants, così come li chiama Eurostat, istituto europeo di statistica che ha reso noti i dati. Numeri secondo i quali il secondo trimestre del 2017 ha confermato il calo, iniziato nella seconda metà dello scorso anno, del numero di coloro che, per la prima volta, "bussano" ai confini europei chiedendo asilo politico. Attenzione, un calo a livello generale. Ma se invece che guardare la situazione complessiva...

    – Riccardo Saporiti

    Migranti, in calo le nuove richieste di asilo. Ma non in Italia

    Calano a livello europeo, aumentano invece in Italia. Si tratta dei first time asylum applicants, così come li chiama Eurostat, istituto europeo di statistica che ha reso noti i dati. Numeri secondo i quali il secondo trimestre del 2017 ha confermato il calo, iniziato nella seconda metà dello scorso anno, del numero di coloro che, per la prima volta, "bussano" ai confini europei chiedendo asilo politico. Attenzione, un calo a livello generale. Ma se invece che guardare la situazione complessiva...

    – Riccardo Saporiti

1-10 di 72 risultati