Ultime notizie:

Assoimprenditori

    Export, Brennero e blocchi del traffico: le imprese della Baviera e dell'Alto Adige rafforzano la collaborazione (e tifano Europa)

    Nei giorni scorsi la federazione dell'economia della Baviera "vbw - Vereinigung der Bayerischen Wirtschaft" ha invitato Assoimprenditori Alto Adige a Monaco per una riunione congiunta dei rispettivi Consigli di Presidenza. In primo piano i tanti elementi di contatto tra le due regioni. Le due associazioni hanno siglato una dichiarazione congiunta dal titolo "Sì all'Europa" in cui sottolineano "l'irrinunciabile valore aggiunto e utilità dell'Unione Europea" e in cui, in vista delle elezioni europ...

    – Barbara Ganz

    E' morto Armin Loacker, il padre dell'impero dei wafer

    Armin Loacker, seconda generazione dell'impero dei wafer e artefice con la sorella Christine dello sviluppo, è mancato oggi a Bolzano. L'azienda altoatesina attualmente conta un migliaio di dipendenti con un giro d'affari di 330 milioni e viene guidata dai figli di Armin, Andreas e Martin Loacker,

    – di Enrico Netti

    Per le aziende bloccare il tunnel del Brennero provocherebbe un "infarto europeo"

    "Il tunnel del Brennero è un'opera strategica per il futuro del nostro territorio. Metterla in discussione significa mettere a rischio la sostenibilità sociale, ambientale ed economica della regione - e significa provocare un infarto europeo, perché il Brennero è lo snodo centrale che collega il nord e il sud dell'Europa". In una lettera aperta gli industriali del Trentino-Alto Adige reagiscono ai dubbi sull'opera avanzati in questi giorni dal ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, e d...

    – Barbara Ganz

    Le imprese che augurano buon primo giorno di scuola agli studenti: "Abbiamo bisogno di voi"

    A Bolzano il presidente di Assoimprenditori ha deciso di scrivere una lettera aperta agli scolari e studenti dell'Alto Adige. Siamo in una provincia - autonoma - dove i dati dell'economia parlano, rispetto agli anni della crisi, di un ritorno a tassi di occupazione invidiabili, con una disoccupazione inferiore al 3% e un numero di occupati dipendenti stabilmente oltre 210mila (per intenderci, in un anno sono stati creati 7.000 posti di lavoro, circa 20 al giorno, domeniche e festivi compresi). P...

    – Barbara Ganz

    Nella provincia con il 3% di disoccupazione non si discute più di quantità, ma di qualità del lavoro (e degli stipendi)

    "In futuro è importante prima di tutto che i cittadini di tutte le generazioni possano fruire delle occasioni offerte dal vivere in questa terra, che oggi ha un livello di occupazione mai raggiunto prima, ma ha ancora persone che faticano a far quadrare i loro bilanci e per questo dobbiamo fare in modo che tutti fruiscano dei benefici della ripresa economica". A Bolzano il bilancio  di fine legislatura della Giunta provinciale - si voterà a ottobre - diventa l'occasione per parlare di lavoro: n...

    – Barbara Ganz

    Bolzano capofila dell'innovazione e del cambiamento 4.0

    Dalla lunga crisi le imprese altoatesine sono uscite più forti di prima: «Lo dicono i numeri: l'export è al massimo storico, il numero degli occupati indipendenti è arrivato a quota 200mila, il bilancio della Provincia, finanziato in larga parte dal contributo delle nostre Imprese e dei loro

    – di Barbara Ganz

    Boccia: bene rimbalzo Pil, ma ora si cavalchi stagione riforme

    Nel primo trimestre 2017 stima Pil a +0,4%, +1,2% sull'anno, il massimo dal 2010. Per il presidente di Confindustra Vincenzo Boccia, la buona notizia per il nostro prodotto interno lordo diffusa dall'Istat a inizio giugno è senz'altro «un dato positivo» ma ora «occorre cavalcare la stagione delle

    L'Alto Adige mette in rete il welfare

    L'azienda che supera i mille dipendenti e quella che raggiunge a stento la dozzina, quella alimentare e quella metalmeccanica. Il nuovo contratto di rete presentato in Assoimprenditori Alto Adige mette insieme realtà di diverse dimensioni e settori, con un unico obiettivo: offrire ai propri

    – di Barbara Ganz

    Due 18enni chiamati dalle imprese per spiegare ai giovani come cadere, ripartire, programmare il futuro

    Le mani fra i capelli di Fedez e l'urlo degli altri giudici: quando - subito dopo avere conquistato il posto al live - era stato costretto a cedere la sedia ad un altro concorrente, Gabriele aveva pensato a uno scherzo, a un colpo di scena pianificato: "E quando ero già uscito da un po', sentivo ancora l'urlo di protesta del pubblico di X Factor 10". Gabriele Esposito aveva 17 anni: sono passati pochi mesi e ieri, da neo diciottenne, ha perso un giorno di scuola per raccontare agli studenti di O...

    – Barbara Ganz

1-10 di 29 risultati