Ultime notizie:

Armando Siri

    Mazzette in cambio favori, Siri a rischio processo

    Doppia accusa di corruzione per il senatore della Lega destinatario di un avviso di chiusura delle indagini preliminari della Procura della Repubblica di Roma

    – di Ivan Cimmarusti

    Le tappe del governo giallo-verde / Il caso Siri

    E' sulla "cacciata" del leghista Armando Siri che si consuma lo strappo più profondo nella maggioranza, a pochi giorni dal voto europeo. L'8 maggio 2019 il presidente del Consiglio revoca l'incarico di sottosegretario al leghista Armando Siri, durante un lungo consiglio dei ministri in cui la Lega

    Salvini: «Voto anticipato? Vediamo». Il deficit/Pil «non potrà stare sotto il 2%»

    Al Viminale l'incontro sulla manovra. La flessibilità che il governo chiederà all'Europa deve servire secondo il leader della Lega a tre obiettivi: investimenti, opere pubbliche e taglio delle tasse. Insomma siamo al momento «del coraggio e delle decisioni, non del tirare a campare, altrimenti arriviamo agli zero virgola» di crescita

    – di Nicola Barone

    Siri, il pranzo tra Nicastri e l'ex sottosegretario. I nodi della corruzione

    All'udienza di incidente probatorio Manlio Nicastri ha ammesso di aver saputo di una «promessa» di corruzione «però se fosse solo intenzione di Arata o che il senatore Siri ne fosse a conoscenza non so dire». Vito Nicastri - già accusato di essere uno dei finanziatori della latitanza del boss Matteo Messina Denaro - dice di aver partecipato a un pranzo con Siri. Il 18 aprile scorso l'ex sottosegretario aveva negato di conoscere l'imprenditore

    – di Ivan Cimmarusti

    Dal Russiagate al caso Siri: i nodi giudiziari che pesano sul governo

    Due inchieste che pesano sulla tenuta dell'esecutivo. Oggi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte indosserà i panni del garante delle istituzioni al Senato, dove si discuterà della presunta tangente da 65 milioni di euro della Russia. Intanto i pm di Milano sono a un «punto di svolta». Giovedì l'incidente probatorio sull'ex sottosegretario Siri

    – di Ivan Cimmarusti

    Arata: «I politici se li usi li paghi». Il giallo della telefonata con Salvini

    Depositati gli atti dei pm di Roma sulla presunta tangente da 30mila euro pagata da Paolo Arata ad Armando Siri per influire sulle scelte di politica energetica del governo. La dazione avrebbe creato un beneficio alle imprese nel settore delle rinnovabili di Paolo Arata, in affari con Vito Nicastri, imprenditore accusato di finanziare la latitanza del boss Matteo Messina Denaro.

    – di Ivan Cimmarusti

1-10 di 172 risultati