Le nostre Firme

Armando Massarenti

    Pollock, l'Icona dell'incertezza

    Nei quadri di Pollock le sgocciolature si susseguono con un margine di casualità, ma poi il risultato finale «non poteva che essere quello». Nella vita delle persone il caso via via si riduce, se guardiamo la vita a posteriori, quando siamo diventati vecchi e ci sembra che la nostra vita «doveva»

    – di Paolo Legrenzi e Armando Massarenti

    Mettersi nei panni dello Stato

    «Cosa faresti se fossi tu lo Stato?». La domanda che Anthony de Jasay pone proprio all'inizio del suo trattato su Lo stato, un libro del 1985 ora finalmente tradotto in italiano grazie all'Istituto Bruno Leoni di Milano (pagg. 410, ?22) è un po' spiazzante e paradossale. Lo è però forse meno per il

    – Armando Massarenti

    Con l'Ermafrodito del Panormita l'Umanesimo riscoprì l'erotismo

    I lettori della Domenica avranno notato la continuità con cui stiamo insistendo nel fornire, cogliendo ogni occasione propizia, una visione storicamente corretta dell'Umanesimo e del Rinascimento e dei suoi valori di fondo, con interventi, tra gli altri, di Gabriele Pedullà, Alessandro Pagnini,

    – di Armando Massarenti

    Si sta meglio a scuola o in vacanza?

    «O maestro, perdona la semplice scolaresca. / (?) Le giornate limpide sono calde a causa del solleone / e luglio infuocato cuoce la messe bruciata / (?): le crudeli bacchette, scettri degli insegnanti, / si riposino e dormano fino alle Idi d'ottobre: / in estate i ragazzi, se sono in salute,

    – di Armando Massarenti

    Tutto intorno a noi è «nuova musica»

    E' singolare che Luciano Berio, nell'evocare il famoso aforisma di Wittgenstein, «Ciò di cui non si può parlare si deve tacere», sostenga che «in quella richiesta di silenzio c'è a un tempo Dio e la musica». Dio per il rispetto che, da non credente, nutriva per i fenomeni religiosi. E la musica

    – di Armando Massarenti

    Tutto quello che avreste voluto sapere sull'ignoranza

    Woody Allen, in uno dei suoi esilaranti scritti degli anni 70, immaginò una serie di titoli di corsi universitari. Accanto a «Etica. L'imperativo categorico e i sei modi per volgerlo a proprio vantaggio» si poteva trovare: «Epistemologia. E' conoscibile la conoscenza? E se non lo è, come facciamo a

    – Armando Massarenti

    Eraclito era un riccio o una volpe?

    Tra i molti, meravigliosi giochi che si possono fare avendo tra le mani i nove volumi della nuova e innovativa edizione dei frammenti dei cosiddetti Presocratici curata da Glenn Most e André Laks, uno potrebbe essere quello di provare a verificare quanto fosse giustificata l'idea di Karl Popper

    – di Armando Massarenti

    Tra Marte e etica tutte le missioni di Nanni Bignami

    Per capire quanto Giovanni Fabrizio Bignami, Nanni per gli amici, fosse ironico e spiritoso basti pensare all'acronimo che adottò per la stella che scoprì negli Stati Uniti negli anni 70, Gemini gamma-ray source. La chiamò Geminga, da leggersi "gh'è minga", che in milanese significa "non c'è". I

    – di Armando Massarenti

    60 anni di umanesimo scientifico

    E' il 25 aprile 1945. Ludovico Geymonat vuole che nel colophon dei suoi Studi per un nuovo razionalismo, usciti per un piccolo editore (Chiantore), ci sia scritta, ben chiara, proprio quella data. La Liberazione doveva essere anche una liberazione da una morsa culturale in cui è stretto un Paese che

    – di Armando Massarenti

    Il poeta che seppe «ridersi di tutto»

    «Tutto è follia in questo mondo fuorchè il folleggiare. Tutto è degno di riso fuorchè il ridersi di tutto. Tutto è vanità fuorchè le belle illusioni e le dilettevoli frivolezze». Difficile pensare a una citazione che riesca a rendere in maniera più esplicita le motivazioni di fondo dell'intera

    – di Armando Massarenti

1-10 di 278 risultati