Persone

Antonio Guterres

António Manuel de Oliveira Guterres (nato a Lisbona il 30 aprile del 1949) è un politico socialista, ex primo ministro del Portogallo dal 1995 al 2002. Dal 2005 al 2015 Guterres ha ricoperto l'incarico di Alto Commissariato per i Rifugiati (UNHCR). Per questo suo ruolo nel 2009 la rivista Forbes l'ha incluso nella lista delle 100 persone più influenti del mondo. Il 6 ottobre del 2016 è stato scelto come il prossimo segretario generale delle Nazioni Unite al posto di Ban Ki-Moon in carica dal gennaio del 2007, il cui mandato termina il 31 dicembre 2016

Laureato in ingegneria, dopo una breve parentesi come professore universitario, aderì al partito socialista nel 1973 e iniziò la sua carriera politica. Sostenne la rivoluzione dei garofani che depose il dittatore Marcelo Caetano. Nel 1976 il Portogallo approvò la nuova Costituzione. Eletto deputato a Lisbona, divenne segretario del partito socialista portoghese nel 1992.

Nel 1995 il partito socialista portoghese vinse le elezioni e Guterres divenne premier. Rieletto nel 1999, Guterres presiedette il semestre europeo nel 2000. Fu premier portoghese fino all'aprile 2002, quando lasciò il suo posto a José Manuel Barroso, che poi sarebbe diventato presidente della Commissione Ue.

Il prossimo Segretario generale dell'Onu ha due figli di 39 e 31 anni. La sua prima moglie morì di cancro nel 1998. Dal 2001 è sposato con Catarina Marques de Almeida Vaz Pinto di undici anni più giovane di lui. Parla fluentemente quattro lingue portoghese, inglese, francese e spagnolo.

Ultimo aggiornamento 06 ottobre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Governo | Antonio Guterres | Partito Socialista | Segretario generale | Premier | Marcelo Caetano | José Manuel Barroso | Onu | Alto commissariato delle nazioni unite per i rifugiati | Catarina Marques de Almeida Vaz Pinto | Manuel de Oliveira Guterres | Lisbona |

Ultime notizie su Antonio Guterres

    Trump all'Onu: se «America First» diventa «America Alone»

    Il segretario generale delle Nazioni Unite, il portoghese Antonio Guterres, che ha parlato prima del presidente americano, non lo ha chiamato per nome, Trump, ma gli ha lanciato un messaggio chiaro e inequivocabile avvisando dei pericoli insiti nel populismo e nell’isolazionismo: «Non si può ignorare la lezione della storia», ha detto, di quanto avvenuto negli anni Trenta, di quella crisi sfociata nella Seconda guerra mondiale, dalle cui ceneri è nata la volontà di creare questo...

    – di Riccardo Barlaam

    Onu, il premier Conte pronto al debutto in Assemblea generale

    Il documento, che ha il trade mark del nuovo segretario, il portoghese Antonio Guterres, illustra nelle linee di riforma quello che sarà il ruolo delle Nazioni Unite nel prossimo futuro, per rilanciare le attività di peacekeeping dell’Onu e... Conte ribadirà il sostegno italiano alla riforma delle Nazioni Unite avviata da Guterres.

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    Emergenza Aquarius, migranti a Valencia anche su navi italiane

    L'emergenza Aquarius che si credeva terminata, invece prosegue. Mare grosso e condizioni rischiose mettono in forse il viaggio della nave con centinaia di migranti a bordo verso il porto spagnolo di Valencia. Sos Mediterranée, l'ong proprietaria dell'imbarcazione, ha lanciato l'allarme: Aquarius

    – di Andrea Carli

    Iran, Guterres: «Usa non lasci accordo, pericolo guerra»

    Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha rivolto un appello al presidente americano, Donald Trump, perché non denunci l'accordo sul nucleare con l'Iran, evocando il pericolo di una guerra. Guterres, parlando alla Bbc, ha definito il trattato del 2015 una «importante vittoria della

    Apertura e riforme, Pechino si presenta con l'abito migliore

    Nuove riforme e nuove aperture. Il presidente cinese Xi Jinping ha scelto il forum asiatico di Bo'ao, la città cinese sull'isola di Hainan, per annunciare - oggi, nella giornata di inaugurazione - ulteriori passi avanti del suo programma economico. L'obiettivo, già annunciato nell'ultimo congresso

    – di Riccardo Sorrentino

    Escalation Siria: Pentagono non esclude azione militare

    Dopo l'attacco chimico ieri in Siria si potrebbe ripetere il copione che abbiamo già visto nell'aprile 2017 quando un altro devastante attacco chimico contro civili scatenò la reazione di Trump, primo raid del presidente neoletto. A un anno esatto - era il 4 aprile 2017 - si potrebbe ripetere la

    – di Redazione Online

1-10 di 64 risultati