Persone

Antonio Di Pietro

Antonio di Pietro è attualmente Presidente del partito dell'Italia dei Valori nonché deputato alla Camera.

Di Pietro è leader del partito che lui stesso ha fondato nel 2000.

Nel 2006, anche grazie al buon successo elettorale, fu nominato da Romano Prodi Ministro delle Infrastrutture. Precedentemente, era stato eletto Europarlamentare alle elezioni europee del 1999. Ancor prima, nel 1997, era stato eletto tra le fila dei Democratici al Senato della Repubblica. Di Pietro aveva già ricoperto un incarico di governo, nel 1996, come Ministro dei Lavori Pubblici, all'epoca del primo governo Prodi. Di Pietro aveva ricoperto questo incarico però solo per pochi mesi, avendo deciso di dimettersi dopo aver ricevuto un avviso di garanzia.

Prima di questi importanti sviluppi politici e istituzionali Di Pietro aveva già avuto contatti con la politica, nel corso della sua carriera di magistrato. Nel 1994 Silvio Berlusconi gli aveva offerto incarichi di governo, che però Di Pietro aveva declinato. In quel periodo Di Pietro godeva di elevatissima popolarità grazie alla notorietà conquistata come pubblico ministero dell'inchiesta Mani Pulite, che diede il via al periodo cosiddetto di Tangentopoli.

Di Pietro è laureato in giurisprudenza ed è originario del Molise, regione che rappresenta anche la sua roccaforte elettorale.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Antonio Di Pietro | Idv | Romano Prodi | Silvio Berlusconi | Camera dei deputati | Senato |

Ultime notizie su Antonio Di Pietro

    Detto e contraddetto: le parole scritte sull'acqua del Mose

    Parole, parole, parole. Tante parole sono state pronunciate sulla fabbrica infinita del Mose, a partire dalle fasi di progettazione fino a oggi. Un progetto ancora in itinere che non è ancora stata in grado di difendere Venezia dall'acqua alta che martedì 12 novembre, con 187 centimetri, ha sommerso ampie zone della città lagunare, a partire dalla Basilica di San Marco

    – di Nicoletta Cottone

    Referendum e legge elettorale, binomio non sempre vincente

    La Lega ha depositato in Cassazione la richiesta di consultazione avanzata da 8 consigli regionali per un sistema maggioritario. Ma sulla materia finora solo le due consultazioni promosse da Segni nel '91 e nel '93 ebbero successo

    – di Riccardo Ferrazza

    Da azienda italiana a globale, ma con 38 miliardi di debiti

    Da Autostrade ad Atlantia, con 14 bilanci firmati da ceo. Conti che hanno visto i ricavi salire da 3 miliardi, tutti o quasi in Italia, a 11,34 miliardi, pro-forma, i debiti balzare da 9 a 38 miliardi e la cedola crescere da 0,62 euro a titolo a 0,9 euro. Numeri, semplici numeri, che raccontano da

    – di L.G.

    Da «Digiwoman» a Provenzano: i 7 outsider (inattesi) del Conte bis

    Il governo Conte bis è un po' anche l'esecutivo di quelli che fino a qualche ora fa non inflazionavano le cronache della politica nazionale e con i quali, d'ora in poi, saremo chiamati a familiarizzare. Ne abbiamo individuati sette. Eccoli

    – di Francesco Prisco

    «Mi autosospendo», la nuova ipocrisia italiana

    Dopo lo scandalo Csm, Palamara si autosospende dalle sue funzioni seguito da altri magistrati. L'istituto dell'autosospensione giuridicamente non esiste. Eppure conta più di un illustre precedente

    – di Guido Gentili

1-10 di 1515 risultati