Ultime notizie:

Ansfisa

    Ponte Morandi e degrado autostrade, così Castellucci si difese davanti agli ispettori Mit

    Il Sole 24 Ore.com è in grado di pubblicare gli audio delle risposte che Giovanni Castellucci, allora amministratore delegato di Autostrade per l'Italia, diede a fine agosto 2018 alla commissione ministeriale ispettiva sul crollo del Ponte Morandi. Si sente che i commissari lo sollecitano anche sul degrado della rete. Tema emerso un anno dopo dalle indagini dei pm di Genova e Avellino. Smentendo alcune parole di Castellucci

    – di Maurizio Caprino

    Autostrade, sotto accusa i pannelli antirumore che fanno aumentare i pedaggi

    Ne avevano montate tante: più ce n'erano, più potevano rincarare i pedaggi. Ora le barriere antirumore finiscono nel mirino della Procura di Genova. Intanto per i viadotti delle autostrade liguri il Mit chiede ai gestori una mappa dei rischi. Di cui non ci sarebbe bisogno se ci fosse il maxi archivio voluto dopo il crollo del Ponte Morandi

    – di Maurizio Caprino e Raoul de Forcade

    "Lavori di rinforzo parziali". Indagini sul crollo del viadotto sulla A6

    Non solo frana, ma anche lavori di rinforzo solo parziali. Tra le cause del crollo del viadotto sull'A6 a Savona potrebbe esserci anche una carenza della struttura. Intanto sull'A26 il traffico viene ulteriormente ridotto per controlli sollecitati dai pm, con rischio code e disagi per Genova e Ponente

    – di Maurizio Caprino

    Lavori urgenti per 2mila cavalcavia

    I fondi: le infrastrutture più trascurate in termini di risorse sono quelle provinciali: servono 3 miliardi per la manutenzione. Burocrazia: solo la Protezione civile riesce a spendere, sui lavori di prevenzione mancano dati. Anas: 1,3 miliardi di gare fatte

    – di Manuela Perrone e Giorgio Santilli

    Crollo viadotto a Savona, ecco le autostrade e le ferrovie a rischio

    Il crollo del viadotto Madonna del Monte sulla A6 a Savona e la voragine sull'A21 Torino-Piacenza domenica 24 novembre sono solo gli ultimi episodi di una serie che mostra la fragilità delle infrastrutture. Nelle ultime due settimane, su autostrade e ferrovie, si sono inoltre concentrati altri fatti di cronaca

    – di Maurizio Caprino

    Il super archivio delle infrastrutture? Urgente dopo Genova, ora può attendere

    Ora, a oltre 14 mesi di distanza dal crollo del ponte Morandi, si è definitivamente capito che avevamo scherzato: la ministra Paola De Micheli ha firmato un decreto che non pone alcun vero limite di tempo per realizzare il «monitoraggio» straordinario «dello stato di conservazione e manutenzione delle opere viarie e dighe»

    – di Maurizio Caprino

    Mossa di Autostrade: Spea fuori dai controlli su viadotti e gallerie

    Dopo la bufera sui report edulcorati sulle condizioni dei viadotti, Aspi cambia controllore, scegliendo fuori dal gruppo Atlantia. E mette 360 milioni aggiuntivi per anticipare i lavori su 350 strutture da risistemare. Ma molti costi saranno comunque scaricati sui pedaggi

    – di Maurizio Caprino

    Agenzia sicurezza, secondo passaggio al Consiglio di Stato

    Si allungano ancora i tempi per la costituzione dell'Ansfisa, l'agenzia nazionale che dovrebbe vigilare sulla sicurezza anche strutturale di strade e ferrovie. Alle incertezze che ne hanno bloccato la costituzione finora (si veda Il Sole 24 Ore del 17 settembre) ora si aggiunge la necessità di un

    – di Maurizio Caprino

    Revisione delle concessioni autostradali, ecco che cosa potrà accadere

    Che cosa s'intende davvero per «revisione delle concessioni»? Il governo Conte-bis ha messo questa espressione tra le bandiere del suo programma su cui ha appena ottenuto la fiducia. Precisando che non si riferisce solo a quelle autostradali, per le quali però non si esclude qualche revoca per i Benetton. Così il titolo Atlantia ha perso quota. Ma in realtà il futuro del business delle autostrade dipende da come questa revisione verrà fatta

    – di Maurizio Caprino

1-10 di 17 risultati