Ultime notizie:

Anna Soubry

    Gran Bretagna, così Brexit ha portato la paura in campagna elettorale

    Le spaccature in Parlamento e nel Paese legate all'uscita dall'Unione Europea hanno creato un clima di alta tensione in cui i candidati di tutti i partiti vengono insultati, minacciati o aggrediti: tanto che la polizia ha pubblicato delle linee guida per la loro protezione

    – di Nicol Degli Innocenti

    In questa Europa abbiamo ancora più in comune di quanto non ci divida?

    L'autrice del post, Costanza de Toma, si occupa di cooperazione allo sviluppo, relazioni internazionali e Unione Europea. Milanese di nascita, ha vissuto gli ultimi 27 anni all'estero, tra il Regno Unito e il Belgio. Negli ultimi due anni ha coordinato e condotto la lobby verso l'Unione europea della campagna per la tutela dei diritti dei cittadini dell'Ue che vivono nel Regno Unito. Questo l'ha portata a seguire da vicino i negoziati sulla Brexit. Costanza ha deciso di tornare in Italia, a Tori...

    – Econopoly

    La paradossale corsa alle europee in Gran Bretagna ai tempi della Brexit

    L'autrice del post, Costanza de Toma, si occupa di cooperazione allo sviluppo, relazioni internazionali e Unione Europea. Milanese di nascita, ha vissuto gli ultimi 27 anni all'estero, tra il Regno Unito e il Belgio. Negli ultimi due anni ha coordinato e condotto la lobby verso l'Unione europea della campagna per la tutela dei diritti dei cittadini dell'Ue che vivono nel Regno Unito. Questo l'ha portata a seguire da vicino i negoziati sulla Brexit. Costanza ha deciso di tornare in Italia, a Tori...

    – Econopoly

    «I Brexiters meritano un posto all'inferno». Donald Tusk fa infuriare Londra

    Donald Tusk ha fatto infuriare tutto il Regno Unito con un tweet molto duro, con i sostenitori della Brexit: «Mi chiedo a cosa assomigli quel posto all'inferno per coloro che hanno promosso la Brexit senza nemmeno avere la bozza di un piano di come portarlo a termine in sicurezza», ha scritto il

    – di Luca Veronese

    Brexit, Theresa May si salva in Parlamento

    LONDRA - Ancora una volta un compromesso dell'ultima ora ha salvato Theresa May. Il dibattito in Parlamento sul Brexit Bill, la legge che punta a sostituire tutta la legislazione europea con leggi britanniche in vista dell'uscita della Gran Bretagna dalla Ue, non ha portato alla sconfitta del

    – di Nicol Degli Innocenti

    «Brexit non è inevitabile»: lanciata la campagna per un secondo referendum

    Brexit non è inevitabile: questo il messaggio inviato al Governo da una nuova alleanza di deputati di tutti i partiti. Per la prima volta, tutti i diversi gruppi contrari a Brexit si sono uniti per creare un movimento che chiede un secondo referendum sull'accordo finale che verrà raggiunto nei

    – di Nicol Degli Innocenti

    Theresa May senza maggioranza: spazzati via Ukip e hard Brexit

    Theresa May era arrivata prima dell'alba nel quartiere elettorale del suo partito, dopo aver trascorso la notte nel suo collegio elettorale; ha parlato con i capi Tory, è poi rientrata a Downing Street. Citi - ma probabilmente tutta la City - predice «un periodo di incertezza politica» e si aspetta

    – di Angela Manganaro

    Il ministro Brexit: potremmo respingere i migranti europei

    Il ministro britannico incaricato della Brexit, David Davis, ha dichiarato di non poter garantire ai migranti europei, che arriveranno sul suolo britannico da oggi fino all'uscita definitiva del Regno Unito dall'Unione europea, il diritto di restarvi. In un'intervista concessa al Mail on Sunday,