Persone

Anna Finocchiaro

Anna Finocchiaro è nata il 31 marzo del 1955 a Modica (RG) ed è una politica e magistrato italiano, Ministro per i rapporti con il Parlamento nel Governo Gentiloni dal 12 dicembre 2016.

E' stata capogruppo al Senato per il Partito Democratico tra il 2008 ed il 2013 e Ministro per le pari opportunità durante il Governo Prodi I.

È stata candidata presidente alle elezioni regionali siciliane del 2008 contro il candidato Raffaele Lombardi, poi risultato vincente.

Laureatasi in Giurisprudenza, Anna Finocchiaro ha vinto nel 1981 una borsa di studio alla Banca d'Italia, dove ha lavorato come funzionario, tra il 1982 ed il 1985 è stata Pretore di Leonforte (EN) poi sostituto procuratore presso il tribunale di Catania fino al 1987.

Tra il 1988 ed il 1995 è stata consigliere comunale a Catania, prima con il PCI e poi con il Partito Democratico della Sinistra.

Ministro per le Pari Opportunità durante il governo Prodi I, nel 2001 ha confermato il suo seggio alla Camera dei deputati candidandosi con i Democratici di Sinistra. In vista delle elezioni politiche del 2006 è arrivata in Senato ottenendo un mandato parlamentare per la lista de L'Ulivo nella circoscrizione Sicilia.

Nel 2006 Anna Finocchiaro è stata nominata capogruppo a Palazzo Madama de L'Ulivo, successivamente è stata membro della segreteria nazionale e responsabile del settore giustizia dei Ds.

Nel 2007 è diventata uno dei 45 membri del Comitato nazionale per il Partito Democratico. A seguito della costituzione del gruppo parlamentare del PD, ha ricevuto l'incarico di capogruppo al Senato.

Durante la corsa alle elezioni regionali siciliane del 2008 le sono state mosse critiche, perché a capo della sua squadra di consulenti risultava il giurista Salvo Andò, coinvolto in alcuni processi per voto di scambio.

Il 29 aprile del 2008 è stata riconfermata capogruppo al Senato del PD per la XVI Legislatura.

Nel dicembre del 2012 si candida e vince le primarie del PD per il Parlamento nella provincia di Taranto, diventa in seguito Senatrice della Repubblica per il PD.

E' stata membro della direzione nazionale del PD fino al 17 dicembre del 2013.

Il 12 dicembre del 2016, è stata nominata, in sostituzione di Maria Elena Boschi, Ministro per i rapporti con il Parlamento nel Governo Gentiloni,

Anna Finocchiaro è sposata con Melchiorre Fidelbo, specialista di ostetricia e ginecologia ed ha due figlie, Miranda e Costanza.

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partiti politici | Anna Finocchiaro | Capogruppo | Senato | Raffaele Lombardi | Salvo Andò | Ministro per le Pari Opportunità | DS | PDS | Banca d'Italia | Sicilia | Maria Elena Boschi | Melchiorre Fidelbo | PCI | Camera dei deputati | Governo Gentiloni | Senatrice |

Ultime notizie su Anna Finocchiaro

    Carceri, riforma in stand by: detenuti ancora oltre la capienza

    Il sasso lo ha lanciato Roberto Fico dopo il richiamo del garante dei detenuti. E' stato il presidente della Camera, conquistando l'apprezzamento di buona parte del Pd (dal ministro della Giustizia Orlando, a quello per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, al capogruppo dem alla Camera

    – di Andrea Gagliardi

    Commissione speciale, sì della Camera. Pd: no ad accordo spartitorio

    Con due settimane di ritardo rispetto a palazzo Madama, anche Montecitorio avvia la Commissione speciale per gli atti urgenti del Governo in attesa di parere, istituita oggi dalla Conferenza dei capigruppo. La prima seduta dell'organismo temporaneo che opera in attesa della costituzione delle

    – di Vittorio Nuti

    Redditi 2017: Renzi batte Di Maio, quello di Grillo sale di sei volte

    Sui redditi 2017 Renzi supera Di Maio. L'ex segretario del Pd, che ha guidato i Dem usciti sconfitti dalle elezioni, ha dichiarato un reddito imponibile pari a 107.100 euro, in leggero aumento rispetto all'anno precedente (2016) quando il reddito dichiarato era pari a 103.283 euro.Luigi Di Maio,

    – di Redazione Roma

    Elezioni: solo tre magistrati in Parlamento, finita epoca iniziata con Mani Pulite

    Ormai è divorzio tra toghe e Parlamento. Nelle nuove Camere siederanno solo in tre tra ex e magistrati ancora in servizio. Erano nove le toghe nella legislatura appena conclusa. E addirittura 18 in quella precedente. Il Pd, dopo un feeling durato oltre trent'anni, ha consumato con Renzi una

    – di Andrea Gagliardi

    Renzi annuncia le dimissioni e le posticipa. Alta tensione nel Pd

    «Abbiamo fatto un lavoro straordinario», ma la sconfitta è «altrettanto chiara ed evidente», e « impone di aprire una pagina nuova all'interno del Pd». L'appuntamento del segretario dem Matteo Renzi con i giornalisti per la prima analisi del voto e per annunciare le dimissioni dopo la batosta delle

    – di Vittorio Nuti

    La spinta dei «moderati» per Gentiloni

    Silvio Berlusconi vola a Bruxelles per il vertice del Ppe in vista del Consiglio europeo. Il Cavaliere è in grande spolvero e accoglie con soddisfazione gli auguri di Angela Merkel per la prossima campagna elettorale. Le reazioni della Lega al suo endorsement per la conferma dell'attuale premier

    – di Barbara Fiammeri

    Da Casini a Matteoli, chi sono i veterani che «resistono»

    Francesco Colucci ha deciso di smettere. Esponente di Ap, 86 anni, origini pugliesi, è in Parlamento da 38 anni e 145 giorni (esordio: 1972 con il Psi). E' il «senatore dei senatori», per anni questore della Camera, da poco eletto segretario d'aula a Palazzo Madama: nessuno tra i parlamentari

    – di Riccardo Ferrazza

1-10 di 989 risultati