Le nostre Firme

Angelo Mincuzzi

Caporedattore e inviato |  @Angelo_Mincuzzi |  LinkedIn |  angelo.mincuzzi@ilsole24ore.com |

Angelo Mincuzzi è caporedattore e inviato del Sole 24 Ore, dove scrive di indagini giudiziarie, paradisi fiscali, evasione fiscale e criminalità economico-finanziaria. È uno degli ideatori del format multimediale “Fiume di denaro”, una serie di inchieste sul quotidiano di carta e sul web e di videoreportage sui flussi di capitali illeciti nazionali e internazionali.

Nella sua vita professionale si sono intrecciate, in passato, anche altre esperienze alla Mondadori, per il mensile Espansione, poi a ItaliaOggi e all’agenzia di stampa Radiocor-Telerate.

Nel 1989 ha seguito da Berlino Est e da Bucarest gli ultimi sussulti dei regimi comunisti e nel 1992 ha raccontato la stagione dell’inchiesta “Mani pulite” a Milano. Poi è stata la volta dello scandalo Parmalat, dei processi a Silvio Berlusconi e delle indagini giudiziarie della procura milanese.

Negli ultimi anni ha scritto dai Balcani, dai Paesi baltici, da Dubai e dalla Cina nei giorni delle Olimpiadi del 2008. Da caporedattore ha guidato per alcuni anni la redazione di Economia Italiana.

Nel 2011 ha pubblicato con Giuseppe Oddo il libro “Opus Dei, il segreto dei soldi” (Feltrinelli), un’inchiesta giornalistica sull’omicidio del banchiere cattolico Gianmario Roveraro. Poi, nel 2015, ha scritto con il whistleblower Hervé Falciani il libro “La cassaforte degli evasori” (Chiarelettere), nel quale ha raccontato la storia del più grande furto di dati mai avvenuto in una banca.

Il libro è stato tradotto e pubblicato anche in Cina e in Giappone dopo essere uscito nelle librerie in Francia, in Spagna, in Portogallo, in Grecia e a Taiwan.

Nel 2016 ha avviato il blog “L'Urlo” sul sito del Sole 24 Ore. Tra il 2015 e il 2017 ha frequentato i seminari della London City University sulla finanza illecita, organizzati da Finance Uncovered per giornalisti investigativi e Ong.

  • Luogo: Milano
  • Lingue parlate: Italiano, inglese
  • Argomenti: Inchieste, evasione fiscale, paradisi fiscali, riciclaggio

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2019

Ultimi articoli di Angelo Mincuzzi

    Presidente Eba: «Insufficienti i poteri per combattere il riciclaggio»

    I nuovi poteri conferiti all'Autorità di controllo del sistema bancario europeo non sono sufficienti per contrastare l'ondata di denaro sporco che ha investito l'Europa e che è stata rivelata dai recenti scandali come quello della Danske Bank. Lo ha affermato il nuovo presidente dell'Eba (European

    – di Angelo Mincuzzi

    Da Mediaset a Fiat-Chrysler: perché l'Olanda è il paradiso delle holding

    Mediaset e Fiat-Chrysler, Rolling Stones e U2. Non importa se ti chiami Berlusconi o Agnelli-Elkann, Mick Jagger o Bono Vox, in Olanda sei comunque il benvenuto. Cantanti e imprenditori, banchieri e finanzieri si affollano numerosi in questi giorni sui canali di Amsterdam, divenuta il crocevia dei

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Paradisi fiscali, emersi 4.900 miliardi di euro in 47 milioni di conti offshore

    Lo scambio internazionale di informazioni fiscali dà i primi risultati: 47 milioni di conti offshore per un totale di circa 4.900 miliardi di euro sono emersi dal 2018 a oggi. E' quanto rivela uno studio dell'Ocse reso noto dal segretario generale Angel Gurria in occasione della riunione dei

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

    Più sono ricchi, più evadono le tasse. Ecco lo studio che dimostra perché

    Più sono ricchi, più evadono le tasse. L'assioma potrebbe apparire come la scoperta dell'acqua calda, eppure non lo è. Per la prima volta uno studio di tre economisti internazionali dimostra la correlazione tra la quantità di ricchezza personale posseduta e la propensione all'evasione fiscale. Il report dal titolo "Tax Evasion and Inequality" è stato pubblicato dall'American Economic Review e porta la firma di Annette Alstadsaeter, docente alla Norwegian University of Life Sciences di Oslo, Niel...

    – Angelo Mincuzzi

    Paradisi fiscali, ecco dove le banche sono tassate meno di un panificio

    Eccoli i paradisi fiscali delle multinazionali. In prima fila ci sono tre territori l'oltremare della Gran Bretagna, e cioé le Isole vergini britanniche, le Bermuda e le Isole Cayman. Poi tre paesi europei, Olanda, Svizzera e Lussemburgo. In settima posizione c'è l'isola di Jersey, una dipendenza della corona britannica, seguita da Singapore, Bahamas e Hong Kong. La lista dei paesi più appetibili fiscalmente per le grandi corporation è stata stilata dal Tax Justice Network, che ha elaborato per ...

    – Angelo Mincuzzi

    Gabetti e quel racconto al magistrato: «Agnelli? Per me era il Presidente»

    «Prima di essere assunto dall'avvocato Agnelli, che io ho sempre chiamato solo Presidente, ho lavorato in Comit, quando presidente della banca era Mattioli e, successivamente, in Olivetti. Voglio precisare che il mio rapporto con l'avvocato Agnelli è sempre stato improntato a un grande rispetto

    – di Angelo Mincuzzi

    Dig, il giornalismo d'inchiesta che ci dà una speranza (sotto il cielo di Riccione)

    Se volete vedere del giornalismo di qualità, c'è un luogo in Italia che dovete frequentare. Sotto il cielo di Riccione, dal 30 maggio al 2 giugno, torna il Dig Festival. Più che di una kermesse dove vengono premiati documentari d'inchiesta internazionali, il Dig è ormai una comunità dove si ritrovano i giornalisti investigativi italiani e stranieri per discutere del loro lavoro e vedere i frutti di un mestiere sempre più in difficoltà in tutto il mondo. Forse è l'unico appuntamento del genere ne...

    – Angelo Mincuzzi

    Gucci, Kering paga al fisco italiano 1,25 miliardi e chiude il caso

    Il gruppo Kering pagherà all'Agenzia delle Entrate 1,250 miliardi di euro per porre fine a un maxicontenzioso fiscale nato da una indagine della Guardia di Finanza. La Gdf aveva contestato al gruppo francese del lusso, controllato dal miliardario Francois-Henry Pinault, una presunta evasione

    – di Angelo Mincuzzi

    Agenzia europea del lavoro, Milano anche stavolta fuori dai giochi

    Milano non ospiterà l'Agenzia europea del lavoro (Ela). E' la seconda delusione nel giro di 18 mesi. Nel novembre 2017, un discusso sorteggio assegnò ad Amsterdam (Olanda) la sede dell'Agenzia europea del farmaco (Ema) proprio a scapito di Milano. Il Governo italiano, infatti, lunedì 6 maggio ha

    – di Roberto Galullo e Angelo Mincuzzi

1-10 di 578 risultati