Persone

Andy Warhol

Nato a Pittsburgh, il 6 agosto 1928, da immigrati slovacchi, Andy Warhol, nome d’arte di Andrew Warhola, è stato uno dei più famosi e amati artisti del Novecento. Pittore e scultore, ma anche regista e produttore, Andy Warhol ha studiato arte pubblicitaria al Carnegie Institute of Technology di Pittsburgh ma dopo la laurea, nel 1949, si è trasferito a New York, città nella quale visse fino alla morte, nel 1987. Come pittore è stato uno dei principali interpreti della “Pop art”, corrente artistica nata in Gran Bretagna negli anni Cinquanta, il cui nome deriva dall’espressione inglese “popular art”, ovvero arte popolare. Fatta però non per il popolo ma come arte di massa, cioè prodotta in serie: non per nulla le opere più famose di Andy Warhol sono state riproduzioni serigrafiche di icone della cultura occidentale, da Marilyn Monroe alla Coca Cola. Inoltre ha supportato e sperimentato altre forme di arte e comunicazione, come il cinema e la musica: ha prodotto diversi lungometraggi e film, e ha coadiuvato alcuni gruppi musicali, tra i quali i Velvet Underground.

Ultimo aggiornamento 31 agosto 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Arte | Andy Warhol | Pittore | Velvet Underground | Marilyn Monroe | Andrew Warhola | Carnegie Institute of Technology | Pittsburgh |

Ultime notizie su Andy Warhol

    Risultati altalenanti per l'arte del '900 da Phillips New York

    In ambito Pop, conferma le stima di 7-10 milioni un lavoro di Andy Warhol degli anni '80, una minacciosa pistola che si ferma a 9,5 milioni di $, mentre un lavoro di Basquiat sfiora la stima bassa di 9 milioni grazie alle commissioni, nonostante l'anno di produzione 1982, quello più ricercato dal mercato, mentre un secondo lavoro di Basquiat del 1981 vende per 4,6 milioni alla stima bassa di 4-6 milioni di $.

    – di Giovanni Gasparini

    Hockney da record, un quadro all'asta per 80 milioni a New York

    Se si considera che diverse tele di Andy Warhol, il ‘padre' della Pop Art americana, sono state battute oltre i 50 milioni di $ (e persino 100 milioni, sia in asta che privatamente), e che l'enorme cane di metallo di Koons è prodotto in cinque versioni, la stima non risulta poi così irragionevole.

    – di Giovanni Gasparini

    Art of Brick, il lego d'artista arriva a Torino

    Protagonisti, tra gli altri, gli americani Andy Warhol, Robert Rauschenberg, Jim Dine, Ed Ruschi e gli italiani Mimmo Rotella, Michelangelo Pistoletto, Franco Angeli, e tra i fotografi Ugo Mulas, a cui viene dedicata un'intera sala.

    L'arte italiana richiesta nelle aste italiane

    Come ha evidenziato Marco Canepa, responsabile del dipartimento “è stata rilevata una buona partecipazione die collezionisti stranieri, in particolare per gli artisti internazionali come per esempio Nam June Paik, artista che ha destato molto interesse, Arnulf Rainer e Joseph Kosuth, che ha raggiunto un ottimo risultato, poca partecipazione invece per le opere di Andy Warhol.

    – di Stefano Cosenz

    Wes Anderson firma "La mummia di toporagno e altri tesori", la sua prima mostra (che sembra un film)

    L’idea, in realtà, come scrive il cuatore Jasper Sharp, venne al Khm grazie a un libro scovato per caso a New York, che parlava di una mostra itinerante (fra il 1969 e il 1970), “Raid the Icebox - I and Andy Warhol”: si trattava di un’esposizione che Andy Warhol aveva curato su invito di Jean e Dominique de Menil scegliendo fra la collezione della Rhode Island School of Design.

    – di Chiara Beghelli

    United Colors of Benetton in cerca di rilancio nomina de Castelbajac nuovo direttore artistico

    Un altro punto di contatto fra Castelbajac e Benetton è l’amore per l’arte e le sperimentazioni creative, che Benetton condice anche nel suo atelier della comunicazione Fabrica, a Treviso: il designer francese infatti, dal 1982 ha iniziato a collaborare con artisti contemporanei come Andy Warhol, Keith Haring, Jean-Michel Basquiat, Robert Combas, Loulou Picasso, Ben, Annette Messager, Gérard Garouste, Hervé Di Rosa e Miquel Barcelo per creare “abiti-quadro” .

    – di Chiara Beghelli

    Monaco oltre il boccale: musei, giardini e mercati da scoprire

    La shortlist dei musei imperdibili comprende la Pinakothek, uno dei più grandi musei di arte moderna e contemporanea al mondo, il Museum Brandhorst, con 100 opere di Andy Warhol e 60 di Cy Twombly; il Lenbachhaus, con un'ala firmata Norman Foster, un lucernario a vortice di Olafur Eliasson, e permanenti sull'Espressionismo e Joseph Beuys.

    – di Sara Magro

    La Collezione Thannhauser lancia il Guggenheim Bilbao

    Il Museo, inoltre, si è progressivamente dotato di una sua collezione autonoma, che ad oggi ha superato i 130 lavori fra cui diverse opere monumentali di Jeff Koons, Louise Bourgeois e Richard Serra, nonché dipinti di Cy Twombly, Andy Warhol, Rotko, Klein, Richter, e autori spagnoli e baschi come Chillida.

    – di Giovanni Gasparini

1-10 di 731 risultati