Ultime notizie:

Andrey Zvyagintsev

    Oscar 2018, ecco i favoriti della notte più attesa dell'anno

    E' ormai (quasi) tutto pronto per la notte più attesa dell'anno: domenica 4 marzo, al Dolby Theatre di Los Angeles, andrà in scena la 90esima edizione degli Academy Awards, i premi più importanti dell'universo cinematografico, meglio conosciuti come Oscar.In vista della cerimonia, che verrà condotta

    – di Stefano Biolchini e Andrea Chimento

    Loveless (Russia)

    Boris e Zhenya stanno divorziando: i loro incontri sfociano in continui litigi e non riescono nemmeno ad accordarsi su come dividere legalmente gli immobili. Entrambi hanno un nuovo partner e nessuno sembra curarsi del loro figlio di dodici anni. Un giorno il ragazzo sparisce e i genitori saranno

    «Dunkirk» e gli altri: i 10 migliori film del 2017

    L'anno solare volge al termine e per gli appassionati è tempo di classifiche: tra le tante, dagli album musicali ai libri, non può mancare una graduatoria dei migliori film usciti nel corso del 2017. Ecco la nostra top 10 delle pellicole proposte nelle sale italiane da gennaio a dicembre:

    – di Andrea Chimento

    Infanzia abbandonata

    Un albero spoglio con mille dita scheletriche e nere appare dal basso come un re afflitto da una feroce solitudine. E' l'inizio di Loveless, nei cinema dal 6 dicembre, di Andrey Zvyagintsev. Il regista russo conosce bene la Natura desolata: è nato a Novosibirsk, in Siberia; più vicino alla Mongolia

    – di Cristina Battocletti

    A Cannes trionfa la satira sociale (e Netflix è sconfitto)

    Alla fine ha avuto ragione il presidente della giuria Pedro Almodovar: i film di Netflix, "Okja" (favolone senza grandi originalità) di Bong Joon-ho e "The Meyerovitz stories" (graffiante commedia) di Noah Baumbach, non hanno avuto menzione nel Palmares, che è stato sorprendente, almeno per la

    – di Cristina Battocletti

    Cannes '70 trionfa la satira sociale. Niente Netflix nel palmares come voleva Almodovar

    Alla fine ha avuto ragione il presidente della giuria Pedro Almodovar, i film di Netflix, "Okja" (favolone senza grandi originalità) di Bong Joon-ho e "The Meyerovitz stories" (graffiante commedia) di Noah Baumbach, non hanno avuto menzione nel Palmares, che è stato sorprendente, almeno per la Palma d'oro. Ha vinto "The square" di Ruben Östlund che ha dileggiato il mondo dell'arte contemporanea e la benestante e senescente società occidentale. Östlund, che aveva già (e meglio) indagato la v...

    – Cristina Battocletti

    A Cannes trionfa «The Square» di Ruben Östlund

    La Palma d'oro va a Ruben Östlund: il regista svedese ha vinto il Festival di Cannes 2017 con «The Square», film che ha diviso la critica.Al centro c'è il personaggio di Christian, curatore di un museo d'arte contemporanea, divorziato e padre di due bambine. Un giorno viene derubato per strada e da

    – di Andrea Chimento

    I bambini infelici di Cannes: il film da palmares di Zvyagintsev e la fiaba retrò di Todd Haynes

    Da Cannes Zhenya (Maryana Spivak) e Boris (Alexei Rozin) non hanno più nulla da dirsi se non prendere accordi per vendere la casa, dove avevano vissuto come marito e moglie, e per l'affidamento del figlio dodicenne Alyosha (Matvey Novikov), che nessuno dei due vorrebbe tenere con sé. Andrey Zvyagintsev porta ancora la Russia a Cannes, anche se molto diversa da quella di ruvidezza ascetica di cui nutre il suo cinema e dove il regista è nato 53 anni fa (a Nosibirsk, nel distretto federale siberia...

    – Cristina Battocletti

    Una russia cinica e senza amore (anche verso i figli)

    Zhenya (Maryana Spivak) e Boris (Alexei Rozin) non hanno più nulla da dirsi, se non prendere accordi per vendere la casa, dove avevano vissuto come marito e moglie, e per l'affidamento del figlio dodicenne Alyosha (Matvey Novikov), che nessuno dei due vorrebbe tenere con sé. Andrey Zvyagintsev

    – di Cristina Battocletti

1-10 di 23 risultati