Le nostre Firme

Andrea Franceschi

redattore |  @franceschi_and |  LinkedIn |

Classe 1979, si laurea in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Milano. Dal 2008 a Il Sole 24 Ore. Fino al 2011 in forza alla redazione online. Poi a Finanza e Mercati. Si occupa prevalentemente di mercati finanziari e politica monetaria. Ha seguito sia per il sito sia per la carta la cronaca della crisi finanziaria globale del 2008 e quella dei debiti sovrani dell'area euro.

  • Luogo: Milano
  • Lingue parlate: Italiano, inglese
  • Argomenti: Mercati, finanza, bond, azioni. obbligazioni, titoli di stato, banche, borsa, politica monetaria, Bce, Fed, tassi

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2019

Ultimi articoli di Andrea Franceschi

    Bond e oro: beni rifugio al top

    In settimana volumi record per le sottoscrizioni nette dei fondi obbligazionari, da inizio giugno 11 miliardi su quelli che investono in oro

    – di Andrea Franceschi

    A Wall Street più buyback che investimenti

    Riacquisti di azioni proprie ai massimi storici alla Borsa americana ma l'effetto collaterale è il debito e gli investitori ora chiedono di ridurre la leva finanziaria

    – di Andrea Franceschi

    Bitcoin come l'oro: si riscopre "bene rifugio" e corre quando crollano le Borse

    In un contesto di forte avversione al rischio quale quello vissuto nell'ultima settimana dai mercati globali l'ultima cosa che ci si potrebbe aspettare è un rally della classe di investimento più volatile e speculativa in circolazione: il bitcoin. Eppure questo è ciò che sta avvenendo. Lunedì,

    – di Andrea Franceschi

    Hong Kong, tutte le ripercussioni finanziarie della protesta anti-Cina

    Dal primo maggio, in coincidenza con l'inizio delle proteste, l'indice ha perso oltre il 12,6% contro il -3,36% fatto registrare dall'indice mondiale Msci World. Male anche il fronte Ipo dopo la cancellazione della maxi-operazione Budweiser

    – di Andrea Franceschi

    Oggi è il D-Day Fed, cosa aspettarsi e quali mercati tenere d'occhio

    Si conclude oggi la due giorni del direttivo della Banca centrale Usa che in serata comuncherà le sue decisioni di politica monetaria. É pressocché scontato un taglio del costo del denaro di 25 punti base anche perché la Fed ha da tempo preparato il terreno a una manovra espansiva di politica

    – di Andrea Franceschi

    Lo spread torna a quota 200. Ecco perché dovrebbe farci paura

    Per anni lo spread è stata solo una parola da addetti ai lavori. Ora tutti dobbiamo conviverci. E non è quasi mai una convivenza facile. Perché quando sale lo spread l'economia va in crisi. E quando sale troppo, come successo nel 2011, il Paese finisce sull'orlo del fallimento

    – di Andrea Franceschi

    Rischio Italia, quanto ancora può durare la tregua sullo spread?

    Dai picchi di fine maggio, quando il differenziale viaggiava poco sotto quota 300 punti, c'è stata una flessione di quasi 100 punti del differenziale di rendimento tra il debito di Italia e Germania. La speculazione sul rischio Italia in questa fase è dunque sotto controllo e una crisi del debito, a oggi, risulta improbabile. Tuttavia non si può escludere che il quadro possa cambiare radicalmente in futuro. Ecco perché

    – di Andrea Franceschi

    Da Eni a Renault, i risultati delle trimestrali di oggi

    Nuova tornata di conti trimestrali per le grandi società quotate in Europa e Stati Uniti. Il calo delle quotazioni del greggio pesa sugli utili di Eni (-31%), ma non va molto meglio per Renault che risente di vari fattori, tra cui i risultati di Nissan

    – di Andrea Franceschi

1-10 di 1591 risultati