Ultime notizie:

Ameco

    Eurodebito pubblico e privato, l'ultima spiaggia sarà ancora la Bce

    Pare ormai ben condiviso il principio secondo cui la risposta per contrastare e attenuare gli effetti economici delle misure adottate contro la diffusione del virus debba avvenire da parte dello Stato, assorbendo parte delle perdite del settore privato con il proprio bilancio. Detto con le parole usate recentemente da Mario Draghi: "I livelli di debito pubblico dovranno essere incrementati. Ma l'alternativa - la distruzione permanente della capacità produttiva, e pertanto della base fiscale - sa...

    – Francesco Lenzi

    Lo spread, l'austerity e il vero problema della manovra, al di là degli zero virgola

    Da circa un mese, da quando il Governo ha diffuso le prime stime ufficiose sugli obiettivi di deficit contenuti nella nuova manovra finanziaria, è ricominciato il balletto dello spread. In questo mese il differenziale di rendimento tra i titoli decennali italiani e quelli tedeschi è aumentato di circa 100 punti base, frutto delle rinnovate, mai sopite, tensioni politiche con la Commissione Europea e della scontata revisione al ribasso del giudizio sul debito pubblico da parte delle società di ra...

    – Francesco Lenzi

    Tutta colpa dell'euro. O forse no

    Diego Valiante* lavora nelle istituzioni europee ed è docente a contratto all'Università di Bologna. E' stato responsabile della ricerca su banche e mercati dei capitali al Centre for European Policy Studies di Bruxelles. E' anche esperto di temi di politica economica legati all'area euro - *** La crisi istituzionale che ha attanagliato l'Italia è una crisi autoinflitta che si fonda su una visione sbagliata di come sia evoluto lo scenario economico globale ed europeo e di quale sia il ruolo dell'...

    – Diego Valiante

    La campagna elettorale e la politica economica di Tafazzi: istruzioni per l'uso

    Pubblichiamo un post di Fedele De Novellis, partner ed economista senior di REF Ricerche - Con l'avvio della campagna elettorale si avvicendano proposte di politica economica che presentano le conseguenze più diverse per i conti pubblici: si passa da programmi che comportano livelli esplosivi del deficit, a proposte di rapido conseguimento del pareggio di bilancio al fine di promuovere una riduzione in tempi brevi del rapporto debito-Pil. Naturalmente, approcci così estremi sono nella logica d...

    – Econopoly

    It is a very bad idea to go for brain surgery when you have a tummy ache

    Italy's economy has a lot of problems, but the euro is not one of them. Its economic growth has been nil since 2001, just after the euro was adopted, but it is plain wrong to believe that this disastrous result is the consequence of having given the lira up. Like many other countries, Italy can

    – di Charles Wyplosz

    L'Eurozona è un esperimento inedito che evolverà

    L'economia italiana ha tantissimi problemi, ma l'euro non è fra questi. La crescita economica del Belpaese è ferma a zero dal 2001, subito dopo l'adozione dell'euro, ma è semplicemente sbagliato pensare che questo disastroso risultato sia una conseguenza dell'abbandono della lira. Come molti altri

    – di Charles Wyplosz

    Più flessibilità del lavoro crea davvero più occupazione? Ecco una lettura dei dati

    Pubblichiamo un post di Emiliano Brancaccio, Nadia Garbellini e Raffaele Giammetti* - La libertà di licenziamento e le altre forme di deregolamentazione del lavoro favoriscono le assunzioni? Svariati esponenti di governo e del mondo dei media hanno sostenuto che l'aumento dell'occupazione che si è registrato negli ultimi mesi in Italia sarebbe frutto della ulteriore flessibilità dei contratti sancita dal Jobs Act. Questa tesi, come vedremo, non trova riscontri nella ricerca prevalente in materi...

    – Econopoly

    Grecia, tutti i numeri di un'economia all'angolo

    Sono diversi gli indicatori macroeconomici che raccontano la crisi ellenica: lungo una pista olimpica si possono vedere le performance della Grecia rispetto a quelle dell'Eurozona e dell'Italia (guarda l'Infodata del Lunedì pubblicata sul Sole24Ore del 29 giugno). Dall'incidenza percentuale del debito pubblico sul Pil, al reddito pro capite, passando per la disoccupazione, il Paese si classifica sempre sul fondo e negli ultimi anni (dal 2009 all'ultimo dato disponibile) ha perso ulteriormente te...

    – Michela Finizio

    Grecia, cosa è andato storto e come rimediare (di @pmanasse)

    Paolo Manasse è ordinario di economia politica all'università di Bologna. Questo articolo è una rielaborazione dell'intervento del 3 giugno scorso dal titolo "What went wrong (and how to fix it) : lesson for Europe from the Greek crisis", tenuto ad Atene nel corso della Conferenza "Un nuovo modello di crescita per l'economia greca". Viene pubblicato su questo blog in esclusiva per l'Italia - QUALI LEZIONI PER L'EUROPA DALLA CRISI GRECA di Paolo Manasse Mentre il primo ministro greco Tsipras e...

    – Alberto Annicchiarico

1-10 di 13 risultati