Ultime notizie:

Altiero Spinelli

    Il ritorno di Azione

    La lunga strada e il riapparire sulla scena politico-culturale del termine Azione e con esso del suo derivato azionista

    – di Aldo Berlinguer

    La generazione di europeisti che aiutò l'italia a rinascere

    Anche se potrebbe sembrarlo, non fu una fortuita congiunzione felice degli astri il fatto che l'Italia si trovò a contare, nel secondo dopoguerra, su una classe dirigente che, dopo aver ripristinato le istituzioni democratiche e provveduto, con l'aiuto degli Stati Uniti, a un'impervia opera di

    – di Valerio Castronovo

    Si può essere sudditi in democrazia?

    Si può essere sudditi in democrazia? La cittadinanza come questione sociale e culturale Le uniche "cose" prevedibili, con riferimento alla vita, all'Umano, ai sistemi sociali (e alla loro iper-complessità), sono proprio?l'imprevedibilità e l'errore. (Dominici, 1998, 2003 e sgg.)    #CitaregliAutori  In questo tempo sospeso e surreale, illusi da quella che chiamo "simulazione della prossimità", abbiamo (forse) più tempo per riflettere, pensare, evadere con la lettura e la creatività /immaginaz...

    – Piero Dominici

    Dopo Macron l'Italia prova a rientrare nel direttorio Ue

    Dopo la visita del presidente francese Emmanuel Macron a Roma e a poche ore dall'arrivo nella capitale del presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier il nostro Paese prova a risalire la china e riprendersi un posto di rilievo nella governance dell'Unione europea

    – di Gerardo Pelosi

    Un'Italia europea in un'Europa federale

    Un'Italia europea in un'Europa federale; il federalismo come risposta alla crisi della civiltà europea e alle sfide della globalizzazione; la riforma dei Trattati Ue; la politica estera e di sicurezza; la cooperazione tra Ue e Africa: sono alcuni dei temi che dal 1° al 6 settembre saranno al centro

    Il riformismo di Nilde Iotti

    Una riformista con il Vangelo della Costituzione sempre in mano: così vedo Nilde Iotti quarant'anni dopo la sua elezione a presidente della Camera. Nel suo costante impegno per riformare le istituzioni, per costruire un rapporto positivo tra politica e istituzioni risiede la modernità di Nilde

    – di Livia Turco

    Radio radicale, perché chiuderla è un brutto segnale

    In tanti, a buon diritto, protestano per il rischio che Radio Radicale spenga i microfoni. Dalla sua fondazione a metà degli anni '70, l'emittente costituisce forse il più prezioso servizio pubblico radiofonico italiano. Le trasmissioni integrali di lavori parlamentari, di congressi politici,

    – di Carlo Melzi d'Eril e Giulio Enea Vigevani

1-10 di 125 risultati