Ultime notizie:

Allawi

    Beirut e le capsule del tempo

    Non si saprà mai se fu una provocazione musulmana o un'imboscata cristiana né se una o l'altra fosse premeditata. Il vecchio Pierre Gemayel, fondatore e capo supremo della Falange, era sceso a Ein Rummaneh per inaugurare una chiesa. E' meno chiaro perché quell'autobus Dodge rosso e bianco, modello

    – di Ugo Tramballi

    Alle elezioni in Iraq il ritorno a sorpresa del nazionalista al-Sadr

    Moqtada al-Sadr è una vecchia conoscenza degli Stati Uniti. Fu proprio lui, un carismatico clerico sciita formatosi in Iran, a portare avanti due sanguinose insurrezioni nel 2003 contro i militari americani. Le sue agguerrite milizie, l'esercito del Mahdi, si erano macchiate anche di gravi atrocità

    – di Roberto Bongiorni

    Iraq al voto sorvegliato speciale di Usa e Iran per strappo su nucleare

    La pace, prima di tutto. Dopo 40 anni di regimi, guerre e terrorismo, molti degli iracheni che oggi si recheranno alle urne condividono la stessa speranza e le stesse preoccupazioni. La speranza è che queste elezioni politiche gettino le fondamenta di un nuovo Iraq, un Paese davvero indipendente,

    – di Roberto Bongiorni

    #Panama Papers / Ayad Allawi

    Ayad Allawi è stato Primo ministro ad interim del governo iracheno fra il maggio 2004 e l'aprile 2005, subito dopo l'invasione dell'Iraq da parte degli Stati Uniti e la caduta di Saddam Hussein. Di professione è neurologo e ha trascorso metà della sua vita in Gran Bretagna. In questo documento il

1-10 di 54 risultati