Ultime notizie:

Alessandro Manzoni

    Italia penultima per laureati. Il modello economico-culturale è la Corea

    E' ora di 'farla finita' con questa storia stupida per gonzi e nostalgici secondo la quale la cultura italiana sarebbe prima nel mondo. Non è affatto vero. Non è più così da secoli. Si tratta di una madornale castroneria e, per ciò stesso, diventa diletto e conforto per i creduloni e per gli asini. Cerchiamo di fare un passo avanti perché la consapevolezza fa bene alla salute mentale! Avere avuto Dante Alighieri e Leonardo tra 'i nostri' non ci assolve dalle colpe in materia di arretramento socio...

    – Francesco Mercadante

    A proposito di scuola pubblica. Chi vive in famiglie svantaggiate ha voti più bassi. E sceglierà meno un liceo

    Articolo pubblicato il 30 ottobre 2020 !function(e,i,n,s){var t="InfogramEmbeds",d=e.getElementsByTagName("script")[0];if(window[t]&&window[t].initialized)window[t].process&&window[t].process();else if(!e.getElementById(n)){var o=e.createElement("script");o.async=1,o.id=n,o.src="https://e.infogram.com/js/dist/embed-loader-min.js",d.parentNode.insertBefore(o,d)}}(document,0,"infogram-async"); Scuola media - Il Sole 24 Ore - Cristina Da Rold Infogram Era un plebeo che, trovandosi aver quattro sol...

    – Infodata

    Se il libro è un domandare. Una Conversazione con Max Bunker (Luciano Secchi), Cristina Chiperi, Roberto Koch, Nicola Maccanico, Federico Niero, Marco Sbrozi, Carlo Sini.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso Dieci Conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    «Non credo che le ragioni strutturali della centralità di Milano siano svanite»

    «Fuori ne sta cadendo tanta. La neve, però, non attacca. Una nevicata che mi ha fatto lavorare duro è stata nell'inverno fra il 2009 e il 2010. Ero direttore generale del Comune. Rimanemmo a Palazzo Marino fino a notte inoltrata: sembrava che potesse ricominciare, ancora più forte. La neve è sempre

    – di Paolo Bricco

    Andrea Camilleri: tutti i "giochi" dello scrittore

    Nella «Piccola enciclopedia di giochi per l'infanzia» si scoprono i riti ludici che l'autore praticava da bambino, come quando lanciava un ciottolo in mare...

    – di Salvatore Silvano Nigro

    La carezza del Maggio Musicale Fiorentino

    "Messa da Requiem" di Giuseppe Verdi in due date riservate al personale sanitario in prima linea nella lotta al Covid19 e ai familiari delle vittime

    – di Valeria Ronzani

    Modus, ordo, species

    Riapertura? Ora sì, ora no, come le frecce dell'auto nelle barzellette dei carabinieri. Per la Scala no, di sicuro. Almeno fino ad anno nuovo, al di là di qualche spot autunnale a rischio: colpa delle porte di ingresso troppo strette, che Piermarini (1734-1808) progettò nel 1776, dopo una lunga

1-10 di 141 risultati