Aziende

Alerion

Alerion Clean Power è una società italiana, quotata alla Borsa di Milano nel segmento Standard, che basa il proprio business sulla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, attraverso un portafoglio diversificato di impianti nel settore eolico, fotovoltaico e delle biomasse.

Fondata nel 1995 con il nome di Ibi, per offrire servizi di advisory e private banking, Alerion Clean Power è oggi una holding di partecipazioni finanziarie in aziende che si occupano della produzione di energia elettrica: il suo portafoglio di partecipazioni si struttura in settori ritenuti strategici o ad alto potenziale di crescita e con modalità orientate a cogliere favorevoli condizioni di mercato, occupandosi di assets sottovalutati, ristrutturazioni aziendali da realizzare attraverso un impegno gestionale diretto o facendo ricorso a manager di esperienza negli specifici comparti.

Quotata in borsa dal 2003 col nome di Alerion Industries, la società si è trasformata in Alerion Clean Power nel 2009, concentrandosi in maniera esclusiva sulla produzione di energie verdi. Alerion Clean Power ha come strategia di crescita il consolidamento di un portafoglio di progetti diversificati nel business dell'energia rinnovabile nel territorio italiano e anche in quello europeo: sono 19 i siti operativi e in costruzione tra parchi eolici, impianti fotovoltaici e centrali termoelettriche alimentate a biomasse, che stanno a significare più di 200 megawatt di potenza installata. Nel recente passato Alerion Clean Power ha già operato nel business delle energie rinnovabili: dal 1995 al 2002 Alerion ha contribuito a costituire Enertad, società di energia e ambiente, anch’essa quotata in borsa. Nella struttura societaria di Alerion Clean Power sono occupati attualmente circa 70 collaboratori.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Partecipazioni societarie | Alerion Clean Power | Energia rinnovabile | Borsa di Milano | Alerion Industries | Enertad | Borsa Valori |

Ultime notizie su Alerion

    Equita si affianca ad Elliott nella proxy fight su Telecom Italia

    Il gruppo Equita si affianca come advisor al fondo Elliott nella «proxy fight» su Telecom Italia-Tim. Secondo indiscrezioni la società guidata da Francesco Perilli e Andrea Vismara starebbe lavorando con Elliott con un incarico preciso: la gestione dei rapporti con gli investitori istituzionali. Già nel recente passato Equita ha svolto in diverse operazioni di Borsa il ruolo di interlocutore con il mercato: un track record che spazia dalle vicende Salini-Impregilo, fino a Rcs-Cairo e FriEl-Aleri...

    – Carlo Festa

    Alerion, aumento per le centrali Fri-El

    Le sue idee sul futuro di Alerion sono chiare. «Nei prossimi cinque-sette anni il gruppo Fri-El intende concentrare la crescita e lo sviluppo su Alerion, che punta a detenere 1 GW di eolico e a diventare un leader del settore in Italia». Così Josef Gostner, numero uno della bolzanina Fri-El Green

    – Cheo Condina

    Fri-El «ingaggia» Bpm per l'Opa su Alerion, pronto prestito da 74 milioni

    Fri-El pagherà l'Opa totalitaria e incondizionata sul 70,64% di Alerion (a 3 euro per azione) ricorrendo a un finanziamento di Bpm per l'80% dell'esborso massimo dell'Offerta stessa, che ammonta a 92,34 milioni. Di questi, secondo quanto emerge dal prospetto informativo, massimo 73,92 milioni

    – di Cheo Condina

    Le fusioni italiane toccano quota 27 miliardi

    Il mercato M&A italiano nei primi 9 mesi del 2017 ha toccato, secondo Kpmg, quota 567 operazioni per 27 miliardi di euro, in riduzione del 31% rispetto ai 39,2 miliardi dei primi 9 mesi del 2016.

    – Carlo Festa

    Balzo di Alerion, a un passo dal prezzo dell'opa obbligatoria

    Sprint immediato di Alerion a Piazza Affari, all'indomani della decisione della Consob, che ha imposto il lancio di un'opa obbligatoria a 2,9 euro agli azionisti Fri-El e Stafil. Le azioni della società hanno subito avvicinato il prezzo dell'opa con un guadagno di oltre il 12 per cento. E' boom

    – di Paolo Paronetto

    Piazza Affari in rialzo ma frenano Tim e lusso. Euro/dollaro sotto 1,2

    Borse timide ma positive nel giorno dell'avvio del meeting del Fomc che porterà, domani sera, alle indicazioni di Janet Yellen sulla politica monetaria Usa e sulla riduzione del bilancio della Fed. Nonostante la risalita dell'indice Zew tedesco sul sentiment degli investitori, gli operatori non

    – di Paolo Paronetto e Andrea Fontana

    Alerion, la Consob sospende l'Opa Fri-El

    Colpo di scena nell'Opa su Alerion Clean Power da parte del gruppo Fri-El, operazione che avrebbe dovuto portare alla creazione di uno dei maggiori gruppi italiani attivi nelle energie rinnovabili.

    – di Carlo Festa

    Borse prudenti per voto inglese e Bce. Milano +0,2% con utility

    Mercati finanziari ancora in difesa in attesa del "supergiovedì" quando si concentreranno la riunione della Bce, da cui sono attese le primissime indicazioni di una tendenza alla normalizzazione della politica monetaria, le elezioni politiche nel Regno Unito e la testimonianza al Senato dell'ex

    – di P. Paronetto e A. Fontana

    La banda ultra-larga di provincia muove il Pil: il caso Go Internet

    Dalle città di provincia, dalle zone rurali e più marginali del paese che parte la rivoluzione digitale. E' l'Italia di Serie B, quella non servita dalla fibra ottica, mai cablata, lontana dalle grandi metropoli. E che però vuole lo stesso essere connessa al mondo moderno della società digitale.

    – di Simone Filippetti

    Domani l'assemblea Alerion, decisivi gli istituzionali

    La resa dei conti è fissata per domani mattina. All'assemblea dei soci di Alerion, convocata per nominare un nuovo cda, si confronteranno i due soggetti che da diversi mesi, a colpi di Opa e rilanci, si stanno contendendo il controllo del gruppo eolico: la cordata Edison-F2i (raggruppata nella

    – Cheo Condina

1-10 di 70 risultati