Ultime notizie:

Aleksey Tryapitsyn

    Che bella sorpresa a Venezia: il Piccione si è mangiato il Leone

    Corrosivo, nero e graffiante, il Leone coraggioso si infilò nel becco del Piccione e si fece mangiare. In linea con uno dei caustici quadretti che lo svedese Roy Andersson dipinge in Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza, la giuria della 71esima edizione della Mostra del cinema di Venezia ha premiato come miglior film una pellicola che in 39 piani sequenza dipinge un'umanità balorda, scorretta, salace di umorismo scandinavo che ricorda quello del vicino di casa Kaurismäki. Il pic...

    – Cristina Battocletti

    Il Leone va a un Piccione

    Vince meritatamente il film stralunato di Andersson. L'argento al russo Konchalovsky. Due coppe Volpi all'Italia

    – Cristina Battocletti

    A Venezia in concorso la magia del postino delle notti bianche. Konchalovsky: "La democrazia non è sempre un bene"

    Un gatto grigio va a trovare ogni tanto il postino Lyokha (Aleksey Tryapitsyn), steso sul letto durante le lunghe notti bianche che illuminano il villaggio sul Lago Kenozero, nel Nord della Russia. Il gatto guarda Lyokha dall'alto, su un armadio o dallo scendiletto o poco lontano dal suo naso, piazzandosi sul petto. Poi sparisce. «Non voglio dire nulla su quel gatto», spiega Andrei Konchalovsky che incontra il Sole 24 Ore a Venezia, dove ha portato in concorso l'ironico e delicato Le notti bian...

    – Cristina Battocletti