Ultime notizie:

Aleksandr Litvinenko

    Caso Skripal, tutti i dubbi sulla colpevolezza di Mosca

    Quando Serghej Skripal e la figlia Yulia vennero trovati semi-incoscienti in una panchina di Salisbury, il 4 marzo scorso, la vicenda venne immediatamente paragonata al caso Litvinenko: l'ex agente dell'Fsb ucciso a Londra nel 2006, avvelenato da un tè "spruzzato" con polonio. Ma ora che gli

    – di Antonella Scott

    Un complicato intrigo di spie, sangue e misteri tra Mosca e Londra

    Un traditore a Mosca; un utile collaboratore a Londra, dove già si suggerisce di boicottare i Mondiali di calcio russi e dove si è riunito il comitato Cobra, i ministri che danno la risposta del governo nelle situazioni di emergenza nazionale. Da tre giorni in rianimazione all'ospedale di

    – di Antonella Scott

    Ex spia russa in condizioni critiche a Salisbury: si sospetta avvelenamento

    Domenica pomeriggio la polizia di Salisbury, nel sud dell'Inghilterra, aveva trovato due persone prive di conoscenza, sedute su una panchina di uno shopping center, Maltings. Definendo critiche le loro condizioni, i medici avevano sospettato che l'uomo e la donna - molto più giovane del compagno -

    – di Antonella Scott

    Quel virus letale per la democrazia

    Una strana epidemia spesso mortale percorre da anni la Russia, deborda in Ucraina e si spinge fino alla Gran Bretagna. Per alcuni la fine è immediata, col piombo; per altri è più lenta, per avvelenamento da polonio. Altri guariscono dopo lunga e ingiusta detenzione o restano segnati in volto. Il

    – Ugo Tramballi

    La brutta fine degli oppositori di Putin / Aleksandr Litvinenko

    23 novembre 2006. Aleksandr Litvinenko, ex ufficiale del Kgb e poi dissidente rifugiatosi nel Regno Unito, muore in un ospedale di Londra dopo essere stato avvelenato con il polonio durante un incontro con due agenti russi. Nel 2002 aveva pubblicato un libro (Blowing up Russia: Terror From Within),

    La brutta fine degli oppositori di Putin / Boris Berezovskij

    23 marzo 2013. L'oligarca russo Boris Berezovskij, ex eminenza grigia del Cremlino entrato da tempo in rotta di collisione con Vladimir Putin e fuggito in Gran Bretagna, viene trovato morto nel bagno della sua residenza vicino ad Ascot, nel Surrey. Nel 1996 era stato tra i protagonisti della

    L'oligarca travolto dai debiti col potere

    La storia di Boris Berezovskij, «padrino del Cremlino» amico e poi nemico del nuovo zar di Russia - «PRIVATIZZAZIONE DEI PROFITTI» - Non fondava aziende sue: mirava al controllo di società esistenti di cui risucchiava il denaro che poi incanalava nella rete finanziaria creata all'estero

    – di Antonella Scott

    Ascesa e declino dell'ex «delfino» di Eltisn

    E' morto in circostanze finora misteriose, come si addice a una vita come la sua. Boris Berezovsky, 67 anni, era stato il primo degli oligarchi russi, il più

    – di Antonella Scott

1-10 di 18 risultati