Ultime notizie:

Alan Turing

    Jules e (robotico) Jim

    Attraverso il triangolo amoroso tra un ragazzo, una ragazza e l'androide, l'autore esplora i confini dell'umano e le scelte morali

    – di Lara Ricci

    Alla ricerca di un'intelligenza artificiale umana: una via europea per l'Ai

    Le proposte per una strategia italiana per l'intelligenza artificiale elaborate dal gruppo di esperti del Ministero per lo Sviluppo economico e aperte alla consultazione pubblica sono un'ottima occasione per riparlare di Ai e del suo impatto trasformativo sulla società. Anche se con il termine Ai

    – di Dino Pedreschi

    L'Intelligenza Artificiale negli ambienti di lavoro: tra fantascienza, business e realtà

    Di Intelligenza Artificiale (IA), al giorno d'oggi, non si finisce più di parlare: testate giornalistiche, riviste scientifiche, convegni e chi più ne ha più ne metta continuano a raccontarne di ogni al riguardo, stimolando un interesse e una curiosità crescenti nei confronti di questo affascinante ma poco esplorato "fenomeno". Ma quanto si conosce, realmente, al riguardo? Quando è nata l'espressione "Intelligenza Artificiale" e quando il dibattito che ruota intorno ad esso e che, repentinamente...

    – ADAPT

    Un doppio tecnologico

    Per quanto possa apparire il contrario, non c'è a mio avviso molta distanza fra le stanzette che componevano la struttura di Nachlass - lo spettacolo dei Rimini Protokoll Premio Ubu 2018 come miglior proposta straniera - e il robot che sta al centro di Uncanny valley, la nuova creazione del regista

    – di Renato Palazzi

    Il dilemma del "Verdetto" è al cinema

    «Qui si applica la legge e non la morale»: lo sguardo deciso e risoluto del giudice dell'Alta Corte britannica Fiona Maye (Emma Thompson) si posa sugli astanti, incurante delle lacrime della madre dei gemelli siamesi per i quali ha appena disposto la separazione, decretando la morte di uno dei due

    – di Eliana Di Caro

    Come cambia il corpo

    Siamo nel 1950 e Alan Turing pensa all'addestramento di una macchina intelligente la cui intelligenza sarebbe stata definita anche dalla possibilità di fare errori. Solo qualche anno più tardi John Von Neumann teorizza il computer come cervello artificiale, ponendo così le basi per un parallelismo tra uomo e macchina che non ha più smesso di essere indagato offrendo, così, diverse riflessioni sull'uomo contemporaneo. Riflessioni nate in ambito informatico che hanno influenzato scrittori di fanta...

    – Simone Arcagni

    I danni morali dell'empatia

    Nel 2001 Joshua Greene, dell'Università di Harvard, pubblica su Science una ricerca che è divenuta un classico degli studi sulle basi neurali dei dilemmi etici. Greene ha presentato ai suoi soggetti storie come quella, celeberrima, concepita come esperimento mentale nel 1967 da Philippa Foot: «Una

    – di Paolo Legrenzi

    Embrioni scolpiti dall'evoluzione

    I problemi dello sviluppo embrionale hanno giocato un ruolo fondamentale nella crescita del sapere biologico moderno, e da alcuni decenni si sa che racchiudono le soluzioni di molti enigmi della biomedicina. Tuttavia sono poche le pubblicazioni divulgative sulla storia degli studi sperimentali che

    – di Gilberto Corbellini

    Il pop-up dell'anno? Unico indizio il codice di Turing

    Si preannuncia come il pop-up bar più elettrizzante degli ultimi anni. A Londra sono già 7.500 gli appassionati in lista d'attesa per poter accedere a The Bletchley quando aprirà le porte il 17 marzo (per tre mesi). Naturalmente ancora ignota la sede, anche se qualcuno azzarda che sarà ospitato in

    – di Fernanda Roggero

1-10 di 54 risultati