Ultime notizie:

Aladdin Sane

    Uno, nessuno, centomila David Bowie

    «Ho cominciato a sciare la prima volta per stare dietro a mio figlio Zowie, che è un pazzo forsennato dello sci. E' uno sport meraviglioso. Una specie di meditazione, perché quando scii non pensi a null'altro che a quello». David Bowie era così, sorprendente e mutevole: cercavi Ziggy Stardust e

    – di Francesca Milano

    E' morto il Duca: evviva il Duca! David Bowie domina le classifiche mondiali

    Non c'è bisogno della zingara per sapere che la morte di un artista è un formidabile detonatore di vendite per il mercato discografico. David Bowie se n'è andato domenica scorsa, due giorni dopo l'uscita del suo 28esimo e definitivo album «Blackstar» (Sony Music), e le charts di questa settimana risentono in tutto il mondo del clima di emotività che ha generato la dipartita di questa stella di prima grandezza dello show-biz musicale. Scontato che «Blackstar» sia primo in Gran Bretagna (150mila c...

    – Francesco Prisco

    David Bowie, il dandy che reinventò il rock

    Per un dandy la vita va intesa come un'opera d'arte. L'ideologo del glam rock, che del dandismo è stato la declinazione musicale postmoderna, non solo in vita si è attenuto scrupolosamente a questo assunto, ma si è addirittura spinto sino a trasformare la propria morte in un concept estremo: David

    – di Francesco Prisco

    Dischi, obbligazioni e un patrimonio da 188 milioni: il senso di Bowie per i soldi

    Il suo volto con il make up di Aladdin Sane è stato immortalato sui cosiddetti Brixton Pound, le sterline «alternative» del sobborgo londinese nel quale nacque 69 anni fa. Ci sta benissimo su e la cosa è un po' una metafora del rapporto speciale che David Bowie in vita ha avuto con i liquidi, intesi come soldi. Ve ne raccontiamo un paio, a cominciare dalla sua fortuna discografica: 130 milioni di album venduti in tutto il mondo, per ventiquattro piazzamenti in testa alla classifica britannica....

    – Francesco Prisco

    David Bowie in mostra nella Berlino che fu sua

    Trascorse appena due anni, tra il 1976 e il 1978, David Bowie a Berlino, ma furono tra i più prolifici della sua carriera. Qui presero forma gli album Low,

    – di Carla Ruffino

    All the madmen. Il lato oscuro del rock britannico

    Nella prima metà degli anni '70 alcuni tra gli album fondamentali del rock britannico sono attraversati dal tema della follia, o meglio la pazzia e il disagio

    – di Luca Vaglio