Ultime notizie:

Al Sisi

    Libia, perché il vertice di Palermo è il primo passo su una strada in salita

    Chi si limitasse alla stretta di mano, con tanto di sorrisi, tra i due rivali della Libia - il generale Khalifa Haftar, uomo forte della Cirenaica, e Fayez al-Serraj, premier del Governo di accordo nazionale di Tripoli (Gnc) - potrebbe dedurne che è stato un successo insperato. Chi, invece,

    – di Roberto Bongiorni

    Conferenza di Palermo sulla Libia: Haftar incontra Sarraj alla presenza di Russia ed Egitto

    Il mini vertice con Sarraj e al Sisi ... E' in corso a Villa Igiea, a quanto si apprende, una mini riunione alla quale partecipano, oltre ad Haftar, il premier Giuseppe Conte, Fayez al Sarraj, il premier russo Dmitri Medvedev, il presidente dell’Egitto Al Sisi, il presidente della Tunisia Essebsi, il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk, il ministro degli Esteri francese Le Drian, il premier algerino Ouyahia e l’inviato Onu per la Libia Salamè.

    Libia, il vertice di Palermo riporta alla ribalta la diplomazia italiana

    Haftar è stato subito inghiottito in una fitta serie di riunioni bilaterali con gli altri capi di Stato e di Governo (almeno dieci in tutto come il russo Medvedev e l’egiziano Al Sisi) e ministri degli Esteri (venti) e con i rappresentanti della realtà politica libica.

    – dal nostro inviato Gerardo Pelosi

    Dallo sgambetto di Macron al giallo Haftar, le tappe verso la Conferenza sulla Libia

    La conferenza internazionale sulla Libia, oggi e domani in una Palermo blindatissima, è il risultato di un faticoso lavorio diplomatico promosso dall'Italia. Un pressing a tutto campo, sui principali player geopolitici e sui protagonisti libici della partita che si gioca nel paese del Nord Africa,

    – di Andrea Carli

    Giornalismo del XXI secolo

    Nel maggio 2017, durante la campagna elettorale per il posto vacante di unico deputato per il Montana alla Camera dei rappresentanti, il repubblicano Greg Gianforte picchiò un giornalista. Con una mossa di lotta libera lo buttò a terra e poi lo prese a pugni. Un giudice gli ordinò di "presentarsi alla prigione della contea di Gallatin per fare la foto segnaletica e lasciare le impronte digitali". Gianforte fu condannato a sei mesi con pena differita, a 40 ore di servizio comunitario, 20 di terap...

    – Ugo Tramballi

    Non solo manovra: l'altra sfida per il governo è la conferenza sulla Libia

    La riunione a Palazzo Chigi rientra nei summit periodici tenuti dal governo sulla Libia e giunge dopo che il dossier è stato affrontato dal premier Giuseppe Conte nel corso della sua visita a New York per l’Assemblea Generale Onu, a cominciare dal bilaterale con il presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi, pedina fondamentale per la stabilizzazione del paese del Nord Africa.

    – di Andrea Carli

    L'Onu, la Cina e il meraviglioso mondo di Trump

    Ammettiamolo, Donald Trump sarebbe un vero simpaticone. Se non fosse un bugiardo seriale, un sovranista, razzista e psicologicamente instabile, sarebbe il leader più spiritoso del mondo. "In meno di due anni la mia amministrazione ha realizzato quasi più di ogni altra nella storia del nostro paese", ha riconosciuto l'altro giorno all'assemblea generale dell'Onu. Grande risata in sala. Notevole la spiegazione più che aziendalista di Nikky Haley, l'ambasciatrice americana alle Nazioni Unite. I ra...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 444 risultati