Aziende

Adidas

Adidas AG è un gruppo multinazionale attivo nella creazione, produzione e commercializzazione di calzature, abbigliamento ed accessori sportivi. La società è il secondo fornitore al mondo di abbigliamento sportivo e detiene una posizione di leadership assoluta in Europa ed in Asia.

Il gruppo conta uno staff di 60.000 persone in 160 Paesi e detiene il secondo posto nel mercato globale per quanto riguarda le scarpe sportive. Nel 2016 il gruppo ha prodotto 840 milioni di articoli per un valore di 19 miliardi di euro.

L’azienda è stata fondata nel 1948 da Adolf Dassler, fratello di Rudolf Dassler fondatore della Puma, che l’ha battezzata con il suo soprannome e una parte del cognome (Adi e Dassler). Alla morte di Adi, la società è stata guidata dalla moglie Käthe, dal figlio Horst e dalle figlie di quest'ultimo. Nel 1995 Adidas è entrata in Borsa quotandosi a Parigi e Francoforte. Nel 1997 ha acquisito Salomon Group ed i suoi marchi TaylorMade, Mavic and Bonfire, facendo assumere alla nuova azienda il nome di Adidas-Salomon Ag. Nel gennaio 2006 il gruppo ha acquisito anche il brand Reebok. Oltre ad aver sponsorizzato club calcistici di tutto il mondo, Adidas è stata fornitrice dei palloni della Fifa World Cup.

Il quartier generale è a Herzogenaurach (Germania).


Ultimo aggiornamento 04 maggio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Puma | Rudolf Dassler | Fifa | Adolf Dassler | Salomon Group | Salomon Ag | Adi | Futsal World Championship 2004 |

Ultime notizie su Adidas

    Covid-19, quando la stampa 3D modella la prevenzione

    Siamo già presenti in moltissimi settori come il design, la moda, l'architettura, l'automotive, il medicale, l'aerospaziale e l'aeronautico, tra i nostri clienti spiccano brand come Aston Martin, Toyota, Disney, Adidas, Safilo e Samsonite.

    – di Alexis Paparo

    Sostenibilità, Bonaveri entra nel Fashion Pact

    Bonaveri entra nel gruppo di aziende che aderiscono al Fashion Pact, la coalizione guidata da Kering per la lotta contro il cambiamento climatico formata da oltre 60 marchi della moda internazionali - come Chanel, Giorgio Armani, Ralph Lauren, Prada, Hermès, Karl Lagerfeld, Moncler, Nike, Stella McCartney, Adidas, Burberry, Ermenegildo Zegna, Salvatore Ferragamo - che hanno sottoscritto un accordo per ridurre l'impatto ecologico causato dal settore, indirizzandolo verso un percorso più...

    – di Marika Gervasio

    Serie A, lo sponsor tecnico è sempre più Made in Italy (4 club cambiano partner)

    Quest'anno, pur avendo perso la Spal per la retrocessione dei ferraresi in Serie B e il Cagliari per il passaggio ad Adidas, l'azienda di Valsamoggia ha aggiunto al proprio portfolio Udinese e Sampdoria, sbarcando anche in Champions... Macron risulta essere il terzo principale brand alle spalle di Nike e Adidas, con una quota di mercato pari al 10%. «E' un primato che ci inorgoglisce particolarmente – ha dichiarato Gianluca Pavanello, ceo di Macron – il rapporto che...

    – di Marco Bellinazzo

    Perché il Covid rischia di mandare in fumo oltre 300 miliardi di dollari di dividendi

    Più contenuto l'impatto in terra tedesca (-22,8% con i tagli della società immobiliare Vonovia, di Adidas e Bmw e lo spostamento a luglio dei pagamenti di Daimler), mentre in Svizzera si è verificata una situazione diametralmente opposta, con dividendi pressoché invariati anno per anno e Nestlé di nuovo in testa alla graduatoria delle società più munifiche con i soci.

    – di Maximilian Cellino

    Da Nike a Adidas, come vanno i conti e i valori di Borsa dello Sportswear

    Nike e Adidas hanno registrato un aumento delle vendite online ma l'ultima trimestrale ha segnato una grossa perdita per la società Usa. ... Anche per Adidas le attese non sono rosee (la 2^ trimestrale è prevista ad agosto): il calo delle vendite dovrebbe essere del 40% rispetto all'anno scorso. Adidas ha raggiunto a Francoforte il massimo il 15 gennaio 2020 a 316,05 euro per sprofondare il 18 marzo a 166,92 euro (-47,2%), per poi risalire il 23 luglio a 243,8 euro recuperando così...

    – di Marcello Frisone

    Boom dell'usato, il Covid-19 traina le vendite tra sostenibilità e voglia di risparmiare

    Tornando ai dati del report e al mese di maggio, le categorie più acquistate sono state: abbigliamento sportivo, con marchi come Adidas (+71%) e Nike (+64%) che hanno registrato un aumento significativo del volume di vendita rispetto a febbraio; foulard, con Hermes in crescita del 68% e Louis Vuitton Logomania del 23%; pezzi eleganti ed eco responsabili, con Stella McCartney e Ganni rispettivamentre a +42% e +47% su febbraio.

    – di Marta Casadei

1-10 di 650 risultati