Ultime notizie:

Addaura

    Stragi di mafia '92-94/ Per la Commissione antimafia due mani: una mafiosa, l'altra esterna - Nascita di un nuovo assetto politico-istituzionale

    A quanto risulta a questo umile e umido blog il capitolo della relazione conclusiva della Commissione parlamentare antimafia dedicato ai "Delitti e stragi di carattere politico­mafioso degli anni 1992­1994" è stato tra quelli che hanno fatto maggiormente penare gli estensori. Ignoro le motivazioni o, meglio, non mi interessano perché, presumo, non fanno parte della dialettica politica ma del "tifo" partigiano, tra chi avrebbe voluto calcare la mano sulla "mano esterna" a Cosa nostra e chi, inve...

    – Roberto Galullo

    Falcone e Borsellino, il ricordo di Matarella

    «Sarebbe un peccato se la legislatura finisse prima che ci sia una legge sui beni confiscati alla mafia» a dirlo, nell'aula bunker dell'Ucciardone è il ministro dell'Interno Marco Minniti. Ad ascoltare, in insieme a una platea di ragazzi, il capo dello stato Sergio Mattarella e la ministra

    – di Patrizia Maciocchi

    Esclusivo/7 Stragi mafiose: sei anni di attività della Dna sono sul tavolo e attendono una risposta tra polemiche, ricorsi e sospetti

    Cari e amati lettori di questo umile e umido blog, dalla scorsa settimana vi racconto i contenuti del verbale di informazioni assunte l'8 ottobre 2014 dalla Procura di Catanzaro, presso la Dia di Roma, da Gianfranco Donadio, già sostituto procuratore nazionale antimafia nell'ambito di un processo intentato per calunnia dal magistrato contro il pentito calabrese Nino Lo Giudice. Un verbale - acquisito agli atti della Commissione parlamentare antimafia per merito del deputato Davide Mattiello (Pd...

    – Roberto Galullo

    Esclusivo/2 Stragi mafiose: L'atto di impulso investigativo della Dna su "faccia di mostro" scompare nella Procura di Palermo

    Cari e amati lettori di questo umile e umido blog, da ieri vi racconto del verbale di informazioni assunte l'8 ottobre 2014 dalla Procura di Catanzaro, presso la Dia di Roma, da Gianfranco Donadio, già sostituto procuratore nazionale antimafia nell'ambito di un processo intentato per calunnia dal magistrato contro il "pentito a modo suo" (versione di tendenza da anni in Calabria e buona per tutte le stagioni) Nino Lo Giudice. «Il fatto grave è che Lo Giudice racconta di essere stato indotto a ca...

    – Roberto Galullo

    Trattativa Stato-mafia/4 Il pentito Di Carlo: «Lo Stato deviato voleva annullare Falcone» - I paragoni con Mussolini e Hitler

    Tra i testimoni che il pool palermitano (Vittorio Teresi, Nino Di Matteo, Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia) hanno chiamato nel processo penale sulla trattativa tra Stato e mafia c'è anche Francesco Di Carlo. Della sua deposizione, dal 30 gennaio 2014, dalla scorsa settimana ho cominciato a scrivere su questo umile e umido blog. Per la prima puntata, vale a dire quella della enorme familiarità di Di Carlo con i vertici dei servizi segreti con i quali si incontrava anche da latitante, riman...

    – Roberto Galullo

    Le nuove carte della Pg di Palermo/1: servizi deviati, P2, violazione della legge Anselmi

    Oggi, per la prima volta dopo tantissimi anni, trovare la forza di scrivere con serenità è stato difficile. Un conto, infatti, è leggere le cronache necessariamente frammentate (giacché la cronaca, dal greco "kronos", si snoda appunto nel "tempo" senza soluzione di continuità) su quanto sta accadendo a Palermo intorno all'evoluzione dei sistemi criminali e un conto è leggere integralmente una delle "fonti" all'origine di quell'aria che oggi, nel capoluogo siciliano, è tornata a spirare come prel...

    – Roberto Galullo

    Lettera di minacce al Pg Scarpinato di Palermo

    E' di nuovo alta la tensione al palazzo di giustizia di Palermo dopo la lettera intimidatoria ricevuta dal procuratore generale Roberto Scarpinato. La missiva anonima, come riporta l'edizione locale del quotidiano la Repubblica, è stata lasciata sulla scrivania dell'ufficio del magistrato che ne è entrato in possesso il 3 settembre, al rientro dalle ferie. Ad allarmare gli inquirenti sono in particolare i toni e i contenuti dell'anonimo che fa pensare più a quelle "menti raffinatissime" di cu...

    – Enrico Bronzo

1-10 di 35 risultati