Aziende

Acque Potabili

Il Gruppo Acque Potabili S.p.A. altresì denominato SAP, è attivo lungo l'intera catena del ciclo idrico perché offre servizi di acquedotto, fognatura e depurazione principalmente in regime di concessione. Il gruppo include Acquedotto di Savona S.p.A, Acquedotto Monferrato S.p.A. e Acque Potabili Siciliane S.p.A. La storia di Acque Potabili comincia già nel 1852 con la costituzione della società che si occupa della distribuzione dell'acqua potabile, prima nella città di Torino e in un secondo momento nelle zone limitrofe attraverso gli acquedotti della Favorita e del Monferrato. L'espansione e la crescita di Acque Potabili comincia con la quotazione alla Borsa Valori di Milano nel 1965, ma è tra gli anni '90 e 2000 che conosce la sua fase più intensa. SAP prima incorpora la controllata Acquedotto di Domodossola e poi contribuisce alla creazione della Società Canavesana Acque nel 1998. Tra il 2001 ed il 2005, SAP prima acquisisce un ramo d'azienda da Italgas S.p.A. che permette alla società di espandersi sul territorio nazionale grazie a 50 nuove concessioni per la distribuzione dell'acqua ed altre per il servizio di fognatura e depurazione; in seguito, nel 2005, attraverso la Società Nuova SAP, viene perfezionato l'acquisto da Italgas S.p.A. del pacchetto di maggioranza SAP pari al 67,05%.

Attualmente, le azioni della società sono in mano a Iride Acquagas S.p.A. e a SMA Torino p.A. che detengono entrambe una quota del 30,86%, mentre il restante 38,28% è rappresentato da terzi. I ricavi del gruppo dal 2005 sono rimasti piuttosto costanti, ad eccezione del 2006 dove si è registrata una diminuzione di circa 2 milioni di euro. I dati degli ultimi 3 esercizi, però, non tengono conto dell'apporto di Acque Potabili Siciliane S.p.A in quanto la società ha incontrato difficoltà relative alla fornitura del servizio a causa delle pessime condizioni della rete idrica siciliana e di prelievi illegali che hanno influito sui volumi di fornitura. Queste criticità, però, non hanno influito sulla performance del titolo che negli ultimi 12 mesi è cresciuto circa del 5%.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Nuova SAP | Acquedotto Monferrato S.p.A. | Gruppo Acque Potabili S.p.A. | Borsa Valori | Scuola Militare Alpina | Canavesana Acque | Italgas | Torino | Iride Acquagas S.p.A. | Acque Potabili Siciliane S.p.A. La |

Ultime notizie su Acque Potabili

    Gran Sasso, dopo lo stop alla chiusura: limite a 60 km orari e una sola corsia aperta

    Solo una corsia aperta per ogni galleria e limite di 60 km orari, che porterà i tempi di percorrenza dell'attraversamento dai 5 minuti a 10 minuti . Sono le prescrizioni, il vigore dal prossimo 20 maggio, che hanno scongiurato la chiusura del traforo del Gran Sasso e che sono state decise oggi nel

    – di Ivan Cimmarusti e Andrea Marini

    Riscaldamento globale e sostenibilità. La pagella ambientale

    Partiamo dalle emissione di CO2. I dati però secondo Eurostat arrivano solo fino al 2017. E non sono buoni. Da un punto di vista ambientale, ricorda Riccardo Saporiti, è un problema. Se è vero, come è vero, che la crisi economica aveva contribuito alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, il fatto che nel 2017 siano aumentate su base tendenziale specie in Paesi come l'Italia, la Spagna e la Grecia potrebbe essere l'indice di una ripresa della produzione. Per quanto non s...

    – Infodata

    Il 2018, il riscaldamento globale e la sostenibilità. La pagella ambientale

    Partiamo dalle emissione di CO2. I dati però secondo Eurostat arrivano solo fino al 2017. E non sono buoni. Da un punto di vista ambientale, ricorda Riccardo Saporiti, è un problema. Se è vero, come è vero, che la crisi economica aveva contribuito alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, il fatto che nel 2017 siano aumentate su base tendenziale specie in Paesi come l'Italia, la Spagna e la Grecia potrebbe essere l'indice di una ripresa della produzione. Per quanto non s...

    – Luca Tremolada

    La pagella ambientale dell'Italia. Siamo stati promossi?

    Ridurre i sussidi per i combustibili fossili e sviluppare stili di vita più consapevoli. Sviluppare nuove tecnologie per produrre energia pulita, ridurre le emissioni di gas serra e la presenza di sostanze tossiche nei corsi d'acqua, riciclare di più, fare in modo che sempre meno persone respirino troppe polveri sottili, a lungo andare così dannose per l'organismo. Sono questi i principali obiettivi dell'Agenda delle Nazioni Unite da raggiungere entro il 2030 per costruire comunità più resilient...

    – Cristina Da Rold

    A Karachi cronica carenza di acqua: 20 milioni di persone hanno sete

    Una popolazione di oltre 20 milioni di persone se si comprende l'intero agglomerato urbano, un fiume come l'Indo -il terzo come portata di tutta l'Asia- che ha il suo delta a poche decine di chilometri di distanza dalla città, le acque del Mare Arabico che la lambiscono. Eppure Karachi, la più

    – di Franco Sarcina

    Pesticidi nell'acqua: Piemonte e Friuli in testa

    Da quest'anno il temuto - ma per fortuna non pericoloso - glifosato entra nel novero dei prodotti chimici per l'agricoltura più presenti nell'acqua superficiale e sotterranea, cioè nei fossi e nei pozzi. Dove si trovano gli inquinanti chimici? Non ci sono solamente gli Pfas che contaminano le acque

    – di Jacopo Giliberto

    Sostenibilità ambientale: la pagella dell'Italia. Ce la faremo per il 2030?

    Ridurre i sussidi per i combustibili fossili e sviluppare stili di vita più consapevoli. Sviluppare nuove tecnologie per produrre energia pulita, ridurre le emissioni di gas serra e la presenza di sostanze tossiche nei corsi d'acqua, riciclare di più, fare in modo che sempre meno persone respirino troppe polveri sottili, a lungo andare così dannose per l'organismo. Sono questi i principali obiettivi dell'Agenda delle Nazioni Unite da raggiungere entro il 2030 per costruire comunità più resilient...

    – Cristina Da Rold

1-10 di 47 risultati