Ultime notizie:

Achille Bonito Oliva

    Morto Ovidio Jacorossi, imprenditore e mecenate

    L'azienda di famiglia specializzata nella distribuzione di petroli fu protagonista negli anni del boom. Grande collezionista d'arte, a ottobre di quest'anno aveva inaugurato a Roma ilMuseo Musia a Via dei Chiavari

    Tutti pronti a cavalcare la Biennale

    Noi italiani dovremmo amare la Biennale di Venezia, nata nel 1895 e ancora in fase di sviluppo, giacché nel nostro Paese è l'unica struttura per l'arte contemporanea riconosciuta nel mondo. E' la nostra sola voce riconoscibile, nel brusio di altre mostre periodiche nate dopo di lei, fiere ovunque,

    – di Angela Vettese

    Venezia, Padiglione italiano e gli effetti sul mercato dell'arte

    Dal punto di vista del mercato, gli artisti italiani scelti dal curatore Milovan Farronato per il Padiglione italiano della prossima Biennale di Venezia (11 maggio-24 novembre 2019) sono nomi che hanno già una propria solidità, chi più chi meno internazionale, per cui la partecipazione alla

    – di Silvia Anna Barrilà e Maria Adelaide Marchesoni

    Da Morandi a Gianni Pettena e Carsten Höller sale la qualità a Miart

    Le opere del Novecento e gli artisti storicizzati e affermati hanno alzato il livello della 23ª edizione di Miart conclusasi il 15 aprile nei padiglioni di Fieramilanocity. Il giudizio degli espositori che vi hanno partecipato sembra essere molto positivo: Miart in questo momento si qualifica come

    – di Gabriele Biglia

    L'Associazione Shimamoto ha una casa grazie alla Fondazione Morra

    A quattro anni dalla morte, la Fondazione Morra celebra Shozo Shimamoto (Osaka, 1928 - 2013), dando sede, nel settecentesco Palazzo Spinelli Tarsia a Napoli, all'Associazione Shozo Shimamoto che si configura sia come spazio permanente di esposizione sia come sede dell'Archivio dell'opera

    – di Marianna Agliottone

    Biennale, con te facciamo i conti

    Tacco zero, vestito senza griffe, un bel viso stanco ma soddisfatto, Christine Macel domenica sera ballava a Ca' Giustinian insieme a una folla di ragazzi: la Biennale da lei diretta si è chiusa con una festa aperta a tutti coloro che vi avevano partecipato anche solo come custodi, nello spirito

    – di Angela Vettese

    Gruppo di San Lorenzo, la consacrazione definitiva deve ancora arrivare

    A Roma, verso la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80, sei artisti molto diversi tra loro, Bruno Ceccobelli, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Nunzio, Piero Pizzi Cannella e Marco Tirelli, individuarono nell' edificio di ex semoleria-pastificio ormai dismessa, La Cerere, fondata nel 1905, il

    – di Gabriele Biglia

    Ex Pastificio Cerere, un sodalizio che non diventò mai un gruppo

    Roma, fine anni '70, primi anni '80. Bruno Ceccobelli, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Nunzio, Piero Pizzi Cannella e Marco Tirelli, sei artisti molto diversi tra di loro, tutti nati negli anni '50, lasciano il centro di Roma e stabiliscono i loro studi nell'ex-pastificio La Cerere nel quartiere

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    Uomini e donne: due sistemi operativi diversi

    Ecco il terzo ed ultimo post che scrivo oggi. Chiudiamo questo lunedì con ironia. L'argomento scelto è un grande classico: il rapporto uomo - donna. Un tema sul quale c'è sempre parecchio materiale (smile). Gli appassionati di serie televisive ricorderanno le scene di Sex & The City (1998 - 2004) in cui Carrie Bradshaw (interpretata da Sarah Jessica Parker) pensa tra sé e sé e contemporaneamente scrive sul proprio computer domande tipicamente femminili. Come è noto, la psicologia femminile è u...

    – Gabriele Caramellino

1-10 di 118 risultati