Ultime notizie:

Accademia Svedese

    Salta il Nobel per la letteratura, dopo il pasticcio in salsa svedese

    L'Accademia svedese ha deciso: il Premio Nobel per la letteratura non verrà assegnato nel 2018. Resta in piedi l'ipotesi, però, di assegnarne 2 nel 2019.Una decisione storica (l'ultima volta che il Nobel non fu assegnato erano tempi di guerra, il 1943), soprattutto per le circostanze nelle quali è

    – di Stefano Salis

    Sexgate a Stoccolma: il Nobel 2018 per la letteratura non sarà assegnato

    Se, come sanno bene gli amanti delle lettere, c'è del marcio in Danimarca, Stoccolma non è certo da meno: il sexgate abbattutosi sull'Accademia svedese ha portato alla storica decisione di non assegnare il Premio Nobel 2018 per la letteratura. In compenso, si dovrebbe recuperare l'anno prossimo,

    – di Francesco Prisco

    La tempistica dei Nobel

    Alzi la mano chi conosce Nils Gustaf Dalén. Nessuno sicuramente ne ha mai sentito parlare. Eppure nel 1912 questo signore svedese fu insignito del premio Nobel per la fisica, già allora il più importante riconoscimento mondiale in campo scientifico. Si dirà: ben pochi degli scienziati che ricevono

    – di Vincenzo Barone

    Le particelle nate in cantina

    La scienza non procede linearmente, per accumulo, ma errando (in tutti i sensi), e una confutazione - come insegnava Karl Popper - vale più di una conferma. Guardiamo per esempio che cosa accadde settant'anni fa, in quel 1947 che a buon diritto può considerarsi l'anno di nascita della moderna

    – di Vincenzo Barone

    Una «leva» per capire il mondo

    La matematica, diceva il grande teorico dei numeri André Weil, non è nient'altro che un'arte, «una specie di scultura in un materiale duro e resistente, come certi porfidi». Ma per quale motivo quest'arte che si esercita su una materia mentale abbia così tanto successo nel descrivere la materia

    – di Vincenzo Barone

    Il giullare Bellman redivivo

    Dario Fo ebbe il premio Nobel nel 1997. Secondo la motivazione dell'Accademia di Svezia, per mettere «in primo piano la ricchezza multiforme della letteratura», poi per l'«arguzia», la «creatività», l'eccellenza dell'attore, il riscatto della dignità e l'esaltazione dell'umile. La scelta suscitò

    – di Daniela Marcheschi

    Don't think twice, it's all right

    Gore Vidal - che almeno per i suoi saggi il Nobel se lo sarebbe meritato - non sarebbe stato contento. «La gente vive d'illusioni», scriveva (Literary Gangsters). «Si tratti di quello studente del college che si alza in piedi alla fine della conferenza e dichiara, non chiede: "Non crede che Bob

    – di Claudio Giunta

1-10 di 47 risultati