Ultime notizie:

Aby Warburg

    Bill Viola, la Trasfigurazione nascosta

    L'arte contemporanea propone spesso formule, sperimentazioni e composizioni evocandole dal passato, ora citandole espressamente, ora manipolandole per occultarne l'origine

    – di Salvatore Settis

    Se il libro si fluidifica, una conversazione con Fausto Colombo, Sonia Lombardo, Francesco Musolino, Massimo Maugeri e Giovanni Peresson.

    "Nel regno digitale immateriale", scrive Kevin Kelly, "dove nulla è statico o fisso, tutto è in divenire, anche il libro diventa un librare, evolvendo da cartaceo a digitale, confrontandosi con altri sistemi di comunicazione e apprendimento". Se il libro diventa un "librare": questo il titolo/quesito/ipotesi che ci conduce in un viaggio su cosa è stato, cos'è oggi e cosa sarà domani il libro, attraverso Dieci Conversazioni con scrittori, editori, esperti. Come guida per orientarci in questo camm...

    – Marco Minghetti

    Leonardo secondo Warburg

    Il grande intellettuale, noto per la complessità del suo linguaggio, tenne ad Amburgo nel 1899 tre lezioni vinciane che riscossero un grande successo di pubblico

    – di Salvatore Settis

    Magica e scientifica astrologia

    Tutto si muove, sulla pagina inquieta di Aby Warburg. Migrano le immagini, i volti, i corpi, i marmi. Percorrono il tempo, in un incessante andirivieni tra mondo antico, Medioevo, Rinascimento. Si muovono i pianeti, errabondi, ubiqui. Sorgono in un punto predeterminato del cielo, solo per arrancare

    – di Giulio Busi

    «Le fake news ci sono sempre state, la difesa è nelle biblioteche»

    «Quando, nel 1988, arrivai a Los Angeles, gli studenti più brillanti erano affascinati dal neoscetticismo. Per il neoscetticismo, la narrazione di finzione e la finzione storica erano indistinguibili. Il clima culturale di allora ha creato le condizioni favorevoli per le fake news di oggi».

    – di Paolo Bricco

    Tempestose vite di filosofi

    «Dio è arrivato, l'ho incontrato sul treno delle cinque e un quarto». Così John Maynard Keynes, economista già allora molto noto, dopo un casuale incontro con Ludwig Wittgenstein il giorno del suo rientro in Inghilterra. La divinità austriaca tornava alla filosofia dopo gli anni trascorsi come

    – di Maria Bettetini

    Monocromi sì, ma di tutti i colori

    Di mostre se ne aprono cento al giorno, ma non capita mai che chi le visita vi entri come spettatore e ne esca come "oggetto" e protagonista, egli stesso, della mostra che sta finendo di vedere. Mai, o quasi. Questa inedita metamorfosi da osservatore a osservato è infatti la sorprendente esperienza

    – di Salvatore Settis

    Archeologia dei media e mistica dell'innovazione

    E' possibile utilizzare il metodo archeologico (à la Foucault) per studiare i media? Sì, se si possiede una forte base teoretica (gli studi classici), e si conosce l'opera di tre autori: il Foucault di (ovvio a dirsi e sapersi) L'archeologia del sapere, quindi il Siegfried Zielinksi della Teoria Media tedesca, e Friedrich Kittler, con la Sfida dell'Immaginario. Prima dell'archeologia dei media Possono essere considerati archeologi dei media "avant la lettre" autori quali Walter Benjamin, Siegfrie...

    – Francesco Monico

    Al Warburg hanno vinto i libri

    Una visita al Warburg Institute, «dove 'l sì suona», perché qui, nel cuore di Bloomsbury, si parla anche italiano, mi ha fatto capire perché questa piccola

    – Mario Andreose

    Il Laocoonte dei Musei Vaticani è, dalla sua riscoperta nel 1506, una delle opere più famose dell'arte europea, e perciò ha generato una vasta letteratura e ispirato numerose opere d'arte, anche nella poesia e nel romanzo. Da subito esso valse come exemplum doloris e fu adattato e riusato per

1-10 di 21 risultati