Ultime notizie:

Abhijit Banerjee

    L'India di Modi all'inseguimento della crescita perduta

    Superata dal Bangladesh, l'economia indiana ha visto i propri tassi di crescita scendere dal 7 sotto il 5%: livelli ancora tra i più alti al mondo, ma a fronte di problemi ancora giganteschi. A Delhi la preoccupazione aumenta: constatando la fragilità di quasi tutti i settori, e i dubbi sulle riforme del governo nazionalista del Bjp

    – di Ugo Tramballi

    Politici che si basano su fatti e numeri, la lezione dei tre Nobel all'Italia

    Autore di questo post è Anna Rinaldi, ricercatrice in Economia Comportamentale e docente di Economia e Valutazione delle Politiche Sociali e di Sviluppo presso l'Università degli Studi di Bari Aldo Moro -  In Italia la cultura della valutazione delle politiche, intese all'inglese come policy, non ha mai preso piede. Si avvicendano i Governi e si rinnova il balletto delle "riforme". Generalmente si inizia con quella della scuola. Ogni governo deve avere la sua, ma quali siano gli obiettivi di qu...

    – Econopoly

    Proteste e avidità globali

    Bernie Sanders, candidato presidenziale della sinistra democratica, sostiene che "i miliardari non dovrebbero esistere". Sorpreso, indignato, deluso per la mancanza di riconoscenza del genere umano, Mark Zuckerberg (una ricchezza personale da 70 miliardi di dollari), non gliele ha mandate a dire. In un'intervista a Fox News ha spiegato che i miliardari "sono persone che fanno cose davvero buone e aiutano tanto altre persone". Ecco due begli esempi di populismo e demagogia. Ma il danno che Sande...

    – Ugo Tramballi

    Comunità più forti per ricostruire il capitale sociale

    I dati sulla povertà in Italia continuano a interrogarci. Quelli elaborati dall'Istat dicono che il numero di poveri assoluti registrato nel 2018 si conferma allo stesso livello del 2017, rimanendo al di sopra della soglia dei 5 milioni, cioè intorno ai livelli massimi dal 2005. Di questi il 30%

    – di Aldo Bonomi

    Nobel, le armi spuntate dei tre vincitori contro la povertà

    L'autore di questo post è Massimiliano Marzo, professore di economia dei mercati finanziari e finanza internazionale presso l'Università di Bologna e la Johns Hopkins University -  Il premio Nobel per l'economia recentemente assegnato a Michael Kremer, Abhijit Banerjee, Esther Duflo rappresenta certamente un fatto che richiama una riflessione su come si è evoluta una certa parte della teoria economica da qualche tempo a questa parte. Una premessa è però d'obbligo: il premio è più che meritato d...

    – Econopoly

    Lotta alla povertà: tre Nobel alla concretezza

    Ha giustamente suscitato qualche sorpresa e molto interesse la scelta dell'Accademia reale svedese delle scienze di assegnare il premio Nobel dell'economia a tre personalità relativamente giovani e non particolarmente conosciute. I tre economisti sono di nazionalità diverse: indiana (Abhijit Banerjee), francese (Esther Duflo) e americana (Michael Kremer), e dividono il loro tempo tra l'insegnamento nelle due più prestigiose università americane, l'MIT e Harvard, entrambe con sede a Cambridge ne...

    – Gianfranco Fabi

    I tre insegnamenti sulla povertà dai tre premi Nobel per l'Economia

    Curiosità confesso. In questo particolare momento storico, caratterizzato da numerose sfide economiche a livello globale, si veda a titolo di esempio l'ultimo rapporto sui Global Risks, mi sono domandato più volte a chi sarebbe stato assegnato il premio Nobel per l'economia del 2019. Oltre alla curiosità dei nomi, da economista - o meglio da practitioner - mi domandavo su quale modello economico o su quale formula "magica", come quella di Black e Scholes premiata nel 1997 per calcolare il valore...

    – Pasquale Merella

    Nobel economia a Banerjee, Duflo e Kremer: il rigore della scienza nella lotta alla povertà

    C'è continuità nell'assegnazione del premio Nobel a Banerjee, Duflo e Kremer, un anno dopo Nordhaus e Romer. Tutti intellettuali che migliorano la qualità e l'efficacia delle politiche pubbliche: quest'anno la lotta alla povertà, lo scorso il contrasto al cambiamento climatico e il sostegno al cambiamento tecnologico

    – di Andrea Goldstein

    Ai poveri date tv, non cibo (lo dice un'economista del Mit)

    O meglio, è giusto rispettare desideri e aspirazioni dei più poveri, governi e ong devono ripensare completamente le politiche degli aiuti pubblici. L'approccio innovativo e un po' spiazzante è contenuto nel libro "Poor Economics", scritto da Abhijit Banerjee e Ester Duflo, quest'ultima già premiata con la borsa del genio della McArthur Foundation e insegnante di economia politica al Mit di Boston. Entrambi gli autori applicano il metodo sperimentale per verificare l'efficacia dell'aiuto pubblic...

    – Fernanda Roggero

1-10 di 11 risultati