Persone

Abdullah Abdullah

Abdullah Abdullah è un politico afghano. È stato uno dei candidati indipendenti alle elezioni presidenziali dell'Afghanistan, tenutesi il 20 agosto 2009. In precedenza è stato Ministro degli Esteri nel governo afghano.

Abdullah Abdullah si è laureato in medicina nel 1977 all’università di Kabul e nel 1984 si è trasferito in Pakistan, dove ha lavorato nell’ospedale dei Rifugiati delle famiglie afghane. L’anno successivo ha servito il gruppo Afghan Freedom Fighters, in cambio dell’ufficio di Sanità del fronte di resistenza della Valle del Panjshir, centro di resistenza ai governi centrali afghani. Dal 1992 Abdullah Abdullah si è schierato a favore della liberazione di Kabul e nello stesso anno è diventato Ministro degli Esteri per il Governo in esilio della Repubblica Islamica dell’Afghanistan. Dopo l’uscita dei talebani da Kabul nel 1999, è stato Ministro degli Esteri del Governo di Transizione. Nel 2009 si è candidato per la corsa alle presidenziali afghane ed è stato battuto dal rivale Hamid Karzai, rieletto in carica.
Abdullah Abdullah è sposato e ha un figlio.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Abdullah Abdullah | Ministro degli esteri | Kabul | Hamid Karzai | Afghan Freedom Fighters |

Ultime notizie su Abdullah Abdullah

    Afghanistan al voto tra minacce, attentati: decine di morti

    Dopo le contestate elezioni presidenziali del 2014, Ashraf Ghani, votato presidente, e Abdullah Abdullah, divenuto “Chief executive officer”, hanno dato il via - “caldeggiati” dell'allora segretario di Stato Usa, John Kerry - a una sorta di Governo di unità nazionale ideato per superare il loro acceso antagonismo.

    – di Roberto Bongiorni

    Attentato all'accademia militare di Kabul: 5 agenti e 4 assalitori morti

    L'Isis ha rivendicato l'attacco armato all'accademia militare Marshal Fahim di Kabul. Il bilancio complessivo è di nove morti, cinque soldati e quattro militanti. Un quinto membro della squadra suicida è stato invece arrestato. Lo ha comunicato il ministero della Difesa. L'attacco è terminato sette

    Afghanistan: attentato a funerale, illeso il premier presente

    Almeno 18 persone sono morte e altre 18 sono rimaste ferite oggi per una triplice esplosione durante una cerimonia funebre in un cimitero di Kabul. Lo riferisce Tolo Tv. L'attentato è stato realizzato al momento dell'inumazione della salma del figlio del vicepresidente del Senato, Alam Ezidyar,

    Attacco dei talebani a una caserma, 150 morti in Afghanistan

    Conseguenze devastanti, quelle dell'attacco di un commando talebano a una caserma dell'esercito afghano nella provincia settentrionale di Balkh. Almeno 150 i morti, ha comunicato a 1TvNews di Kabul un membro del Consiglio provinciale. Poco prima fonti del ministero della Difesa avevano portato il

    – di Redazione online

    Strategia e realtà

    I danni "collaterali" della dottrina militare Usa durano decenni e andranno ben oltre la fine della presidenza di Obama. Come era prevedibile dopo il disastro di Kunduz e il bombardamento dell'ospedale di Medici senza Frontiere, gli Usa hanno annunciato che resteranno in Afghanistan oltre il 2016.

    – Alberto Negri

    Un Paese dove nessun luogo è sicuro

    Attentati kamikaze, scontri a fuoco anche nel centro di grandi città, sequestri. Nel corso di 36 anni consecutivi di guerre e guerriglie glia afghani ne hanno viste davvero di tutte. Ma quella spessa coltre di fumo che avvolgeva questa mattina la Wolesi Jirga, la "camera bassa", proprio all'interno

    – Roberto Bongiorni

    Afghanistan, la missione non è compiuta

    L'attentato dell'altro giorno a Kabul, costato la vita a 14 persone (9 straniere, tra cui l'italiano Alessandro Abati e la sua fidanzata kazaka Aigerim Abulayeva) e quello di oggi davanti all'aeroporto hanno scosso fortemente l'opinione pubblica occidentale e riaperto la questione della valutazione

    – Emanuele Parsi

    La pericolosa saldatura tra Talebani e Isis

    Dove sta andando l'Afghanistan? Riuscirà finalmente a scrollarsi di dosso 35 anni di guerre e instabilità e avviare quel faticoso cammino verso la democrazia, oppure rischia di essere inghiottito nuovamente dal caos e dall'anarchia? Le domande che i diplomatici di mezzo mondo si pongono - non senza

    – Roberto Bongiorni

1-10 di 35 risultati