Ultime notizie:

49enni

    Chi è tornato al lavoro? Pochissimi giovani. Vi spieghiamo perché

    Eppure, come sottolineano le stime dei consulenti dei lavoro, "su 100 occupati in settori sospesi, sono rientrati al lavoro dal 4 maggio il 48,8% degli under 30, il 59% dei 30-39enni, il 67,1% dei 40-49enni, il 68,7% dei 50-59enni; anche tra gli... I lavoratori più giovani sono costretti a stare a casa più degli anziani: il 21% degli under 30 (contro il 13,1% dei 30-39enni, il 10,3% dei 40-49enni e l'8,4% degli over 50) non può tornare a lavorare, perché occupato in settori ancora coinvolti...

    – Infodata

    Chi è tornato al lavoro? Pochissimi giovani, almeno il 60% è over 40. Vi spieghiamo perché

    Eppure, come sottolineano le stime dei consulenti dei lavoro, "su 100 occupati in settori sospesi, sono rientrati al lavoro dal 4 maggio il 48,8% degli under 30, il 59% dei 30-39enni, il 67,1% dei 40-49enni, il 68,7% dei 50-59enni; anche tra gli... I lavoratori più giovani sono costretti a stare a casa più degli anziani: il 21% degli under 30 (contro il 13,1% dei 30-39enni, il 10,3% dei 40-49enni e l'8,4% degli over 50) non può tornare a lavorare, perché occupato in settori ancora coinvolti...

    – Davide Mancino

    Come sta andando l'epidemia del coronavirus in Piemonte?

    Per la precisione, abbiamo intanto un certo numero (per quanto piccolo) di bambini fino a 9 anni, che contano per lo 0,5% dei casi noti totali, mentre per le classi di età successiva la divisione è questa: 10-19enni allo 0,3%, 20-29enni al 3,7%, 30-39enni al 6,2%, 40-49enni al 12,7%, 50-59enni al 20,2%, 60-69enni al 17,9%, 70-79enni al 19,5%, 80-89enni al 15,7% e infine gli ultra-novantenni che hanno costituito il 3,2% dei casi noti.

    – Infodata

    Istat, il mercato del lavoro si è fermato: -89mila occupati

    Confrontando il trimestre dicembre 2019-febbraio 2020 con quello precedente (settembre-novembre 2019), l'occupazione infatti risulta in evidente calo (-0,4%, pari a -89mila unità) per entrambe le componenti di genere e per i 15-49enni; diminuisce anche tra i dipendenti permanenti e gli autonomi, mentre una lieve crescita si rileva tra i dipendenti a termine.

    – di Claudio Tucci

    Come sta andando l'epidemia del coronavirus in Piemonte? Ecco quali indicatori vanno monitorati

    Per la precisione, abbiamo intanto un certo numero (per quanto piccolo) di bambini fino a 9 anni, che contano per lo 0,5% dei casi noti totali, mentre per le classi di età successiva la divisione è questa: 10-19enni allo 0,3%, 20-29enni al 3,7%, 30-39enni al 6,2%, 40-49enni al 12,7%, 50-59enni al 20,2%, 60-69enni al 17,9%, 70-79enni al 19,5%, 80-89enni al 15,7% e infine gli ultra-novantenni che hanno costituito il 3,2% dei casi noti.

    – Davide Mancino

1-10 di 77 risultati