Aziende

Zignago Vetro

Zignago Vetro S.p.A. è un’azienda italiana specializzata nel settore della produzione del vetro. La società produce soprattutto contenitori per alimenti e per bevande, cosmetica e profumeria e “vetri speciali” (contenitori in vetro, fortemente personalizzati, prodotti in piccoli lotti, tipicamente utilizzati per vino, liquori e olio). Produce, nei suoi siti produttivi oltre un miliardo e mezzo di contenitori l'anno. Il gruppo opera attraverso in tutto il mondo attraverso cinque società operative: ZIGNAGO VETRO S.P.A, VERRERIES BROSSE S.A.S., HUTA SZKLA CZECHY S.A., VETRI SPECIALI S.P.A (partecipata al 50%) e VETRECO S.R.L.(partecipata al 30%).

La nascita della Zignago Vetro avviene nel 1979 da parte di Industrie Zignago Santa Margherita, a loro volta nate negli anni ’50 e specializzate nella produzione di bottiglie e vasetti in vetro. L’espansione di Zignago Vetro prosegue per tutti gli anni ’80 e ’90 con l’acquisizione di stabilimenti appartenuti ad aziende dichiarate insolventi. Nel 2002 Zignago Vetro acquista gli asset di Verreries Brosse S.A.S, azenda per la quale era stata avviata la procedura d’insolvenza. Nel 2004 acquisisce direttamente la partecipazione di Vetri Speciali S.p.A., azienda leader mondiale nella produzione di contenitori speciali per la fascia premium del mercato delle Bevande & Alimenti.

Nel 2010 fonda Vetreco S.r.l., della quale detiene il 30% del capitale, società che tratta e trasforma il rottame di vetro proveniente dalla raccolta differenziata per il suo reimpiego nelle vetrerie. Nel 2011 acquista Huta Szkla Czechy S.A., vetreria polacca specializzata nella produzione di contenitori standard e personalizzati destinati al mercato della Bevande & Alimenti e Cosmetica e Profumeria mass market. Dal 2007 Zignago Vetro è quotata alla Borsa Italiana, nel segmento STAR.

Ultimo aggiornamento 08 marzo 2017

Ultime notizie su Zignago Vetro
    • Agora

    La tedesca Gerresheimer fa un'offerta per il vetro della Bormioli Rocco

    Il vetro della Bormioli Rocco, famosa alle cronache anni fa quando azionista era la Efibanca del Banco Popolare, potrebbe finire in Germania. A farsi avanti per il gruppo, ora di proprieta' del private equity Vision Capital, sarebbe infatti la multinazionale tedesca Gerresheimer. Da qualche mese l'azionista Vision Capital ha infatti messo la Bormioli in vendita, affidando un incarico alla banca d'affari Rothschild. E proprio la multinazionale tedesca Gerresheimer sarebbe tra i soggetti che avreb...

    – Carlo Festa

    • News24

    Sole 24 Ore: Franco Moscetti nuovo amministratore delegato

    Si è riunito oggi a Milano, sotto la presidenza di Giorgio Fossa, il consiglio di amministrazione del Sole 24 Ore Spa che ha cooptato quale amministratore Franco Moscetti con effetto dalla data odierna, in sostituzione dell'amministratore non esecutivo e non indipendente Francesca Di Girolamo,

    • News24

    Polonia, carta vincente delle imprese

    Per le imprese italiane la Polonia è una scommessa vinta. In molte come Indesit, Ferrero, Brembo, Mapei o Unicredit, sono arrivate con la grande transizione

    – Luca Veronese

    • News24

    Zignago Vetro rinnova le fabbriche per «agganciare» la ripresa economica

    Domande & RisposteProseguire nel programma d'investimenti per aumentare l'efficienza della struttura produttiva. E, poi, sfruttare la ripresa dei mercati di riferimento. Sono tra i focus di Zignago Vetro. La società, quotata a Piazza Affari, come si evince dal suo stesso nome è attiva nella

    – Vittorio Carlini

    • News24

    Domande & Risposte

    Quali le indicazioni dell'analisi tecnica? Il titolo Zignago Vetro, da circa un anno e mezzo si trova inserito all'interno di un ampio movimento laterale, che si è sviluppato tra il massimo dell'aprile dello scorso anno in area 6,2 euro e il minimo a 4,8 euro dello scorso dicembre. Nelle ultime

    • News24

    Hugo Boss e la «strana coppia»

    Doppia mossa Tamburi-Marzotto su Hugo Boss. La «strana coppia», il "Re delle Pmi" di Borsa (ma ormai convertito al lusso) e la famiglia di Valdagno (il ramo di Luca e Gaetano, della dinasty nata nell'800, quelli della Zignago Vetro), comprano una quota consistente della griffe tedesca: quasi l'8%.

    – Simone Filippetti

    • Agora

    Chi è la prima donna alla presidenza di una banca "ordinaria" in Italia?

    Chiara Mio è la prima presidente di una banca "ordinaria" in Italia. In realtà la prima presidente di una banca autorizzata da Banca d'Italia è stata Donatella Visconti, alla guida di Banca Impresa Lazio dal 2011 al 2014. Di fresca nomina, invece, Mio guiderà la Banca Popolare FriulAdria del Gruppo Cariparma Crédit Agricole. Un istituto fondato nel 1911, che oggi conta un risultato netto 2013 di 28,5 milioni, una raccolta diretta da clientela di 5,9 miliardi, una raccolta indiretta da 5,6 mil...

    – Monica D'Ascenzo

1-10 di 33 risultati