Aziende

Zanichelli

Storica casa editrice italiana, fondata da Nicola Zanichelli a Modena nel 1859, Zanichelli ha un catalogo che comprende oltre 1.800 titoli e una produzione di opere che supera le 250 all’anno e che sono tutte concentrate nei settori educativo (libri per le scuole medie, superiori e Università), professionale (testi giuridici e di medicina), delle opere di consultazione (dizionari e atlanti), della divulgazione scientifica e dell’architettura. Spostata la sua sede a Bologna nel 1866, Zanichelli ha da allora avuto nella città il ruolo di punto di riferimento della cultura, pubblicando, tra le altre, le opere dei poeti Giosuè Carducci e Giovanni Pascoli. Altra grande vocazione della casa editrice è stata da sempre quella di voler curare la diffusione della cultura scientifica in Italia. Proprio Zanichelli infatti ha tradotto per la prima volta in italiano le opere di Charles Darwin (nel 1864) e di Albert Einstein (nel 1921). Ad oggi Zanichelli ha tradotto oltre 400 testi fondamentali di scienze naturali, fisica, chimica, matematica, economia, medicina, psicologia, linguistica, archeologia, architettura e vanta tra i suoi autori diversi premi Nobel per la Medicina, la Fisica e l’Economia. A partire dal 1941 Zanichelli ha iniziato a pubblicare il “Vocabolario della Lingua Italiana” redatto dallo studioso Nicola Zingarelli. A partire dal 1993, arrivata alla sua dodicesima edizione l’opera è divenuta il primo vocabolario italiano ad essere aggiornato nelle sue voci ogni anno. Proprio quello delle opere di consultazione è diventato il più importante ramo editoriale di Zanichelli: attualmente conta oltre 200 titoli e molte delle opere sono pubblicate in coedizione con importanti editori stranieri come Klett, McGraw-Hill, Biblograf, Hachette. Inoltre la casa editrice pubblica, aggiornando annualmente le versioni fin dal 1988, il Codice Civile e il Codice Penale.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Zanichelli
    • News24

    La Maturità dei «ragazzi del '99», la Grande Guerra e il '68

    Per quasi 500mila giovani nati nel 1999 cominciano gli esami di maturità edizione 2018. Sono i pronipoti di quei "ragazzi del '99" che cento anni fa vennero arruolati poco più che diciottenni e mandati in prima linea lungo il Piave, dove si era attestato il fronte italiano dopo la rotta di

    – di Piero Fornara

    • NovaCento

    Terapia genica, perché la ricerca senza l'accesso fallisce

     "La terapia genica è diventata adulta" spiegano Cyinthia Dunbar e colleghi in un ampio articolo che ha meritato la copertina di Science. Ci sono voluti più di 50 anni, miliardi di dollari e sperimentazioni spesso finite tragicamente, ma questo approccio che fino a pochi anni fa sembrava fantascientifico ha prodotto benefici clinici nella lotta alla cecità, alle malattie neuromuscolari, all'emofilia e anche contro alcune forme di tumore. In realtà il lavoro di Dunbar e colleghi mostra quanto la...

    – Guido Romeo

    • NovaCento

    Abitare un lessico: la mia atrio/fia contemporanea_

    Appunti da un tempo di studi universitari: dal teatro alla città. G.F., padre melomane, adorava la Horne e un giorno con lui la sentii cantare da un palco della Fenice. Erano gli anni veneziani felici, quelli della mia nuova vita studentesca. Tutto era elegante, serio, onesto, come era sempre stato a casa mia. I nuovi affetti: fidanzato, amici, nuovi maestri, mi tenevano in grande considerazione. Tutto mi meravigliava, forse, per quell'ingenuità umbra pinturicchiesca che ancora avevo dipinta ...

    – Maria Giulia Fabbri

    • NovaCento

    Algocrazia feudale

    Gli algoritmi mettono a rischio l'illuminismo e ci fanno tornare all'oscurantismo medievale? Nei giorni in cui si discute del nuovo algoritmo di Facebook che dice di voler privilegiare i post degli amici (qui i commenti di Marco Castelnuovo  e di Arianna Ciccone) mi sembra interessante tornare a riflettere su un articolo comparso la settimana scorsa sulla süddeutsche Zeitung in cui gli algoritmi stessi venivano messi sotto (severo) giudizio. Non è certo una novità. Le argomentazioni critiche esp...

    – Giuliano Castigliego

    • NovaCento

    La Scuola del futuro è già qui

    La programmazione delle attività di ricerca e formazione del Centro Studi Impara Digitale per il 2017-2018 si apre a una serie di nuove iniziative. Accanto agli appuntamenti ormai tradizionali come Tablet school, Game@school Olimpiadi Nazionali del videogioco, il Centro Studi si è aperto a una significativa offerta di webinar e corsi online, sta ampliando la propria rete di formatori sul territorio nazionale e ha dato vita a specifiche collaborazioni con alcune delle principali aziende che opera...

    – ImparaDigitale

    • News24

    Bugiardo come un libro online

    Nella vita di tutti i giorni, facciamo molta attenzione alla qualità: facciamo colazione con caffè fair trade e biscotti in cui non vogliamo olio di palma, beviamo acqua minerale con pochissimo sodio e ci informiamo accuratamente sui grassi contenuti nei vari cibi. Se però - ad esempio - vogliamo

    – di Michelangelo Zaccarello

    • News24

    Iva al 10% sull'acqua di sorgente venduta in bottiglie e boccioni

    La commercializzazione di acqua di sorgente, anche se operata attraverso la distribuzione in bottiglia o boccioni, sconta l'Iva agevolata al 10 per cento. E' pertanto illegittimo l'avviso di accertamento motivato su una diversa interpretazione della norma da parte dell'amministrazione finanziaria,

    – di Angelo D'Ugo e Davide Cagnoni

    • News24

    «Facciamo coesistere carta e web»

    Per un paradosso della storia, in Italia - Paese senza una vera borghesia nazionale - in realtà, di borghesie, ce ne sono state tante. Irene Enriques, capoazienda della Zanichelli, è erede di una famiglia che rappresenta bene una particolare specie novecentesca: positivista nel metodo di conoscenza

    – di Paolo Bricco

    • NovaOther

    Appuntamento al buio con la scienza

    Ho avuto un appuntamento al buio con una ricercatrice. Ho però potuto parlare con lei per soli sette minuti, poi al suo posto si è presentato un ricercatore, e poi ancora un'altra studiosa in un susseguirsi di racconti scientifici, di progetti e di scoperte. Il mio appuntamento al buio era in realtà uno "speed date": quella modalità che permette di conoscere tante persone a rotazione, nella speranza che prima o poi scocchi una scintilla. La scintilla che doveva scoccare era la passione per la ...

    – Andrea Carobene

1-10 di 91 risultati