Aziende

Youtube

Creato nel 2005 da tre soci, Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, Youtube è il primo e più famoso sito internet per video sharing, ovvero per la condivisione di filmati. Il primo video caricato, il 23 aprile dello stesso anno, è stato “Me at the zoo” da Jawed Karim, filmato della durata di 19 secondi che è stato girato di fronte alla gabbia degli elefanti dello zoo di San Diego. Già nel giugno del 2006 però i dati forniti dall’azienda stessa hanno indicato in cento milioni il numero di video visti ogni giorno dagli utenti di Youtube. A tutt’oggi in media sono circa 100mila i filmati che vengono messi ogni giorno sui server della società che ha sede nella località di San Bruno, in California. L’accesso al portale per la visione dei filmati è gratuito, come anche l’upload dei video: solamente, per poter effettuare quest’ultima operazione, bisogna essere utenti registrati nel database di Youtube. Dal momento della sua esplosione come sito di condivisione di video infatti, Youtube ha iniziato ad avere diversi problemi con i diritti d’autore delle opere contenute nei suoi filmati (perché spesso prese da film, telefilm, programmi televisivi e radiofonici) caricati sui suoi server. È stato quindi creato un regolamento che vieta l'upload di materiale protetto da diritto d'autore se non se ne è titolari e che si basa su una verifica ex post di quanto proposto dagli utenti. Youtube consente invece senza problemi, fatti salvi quelli di licenza autoriale, l’incorporazione dei propri video all’interno di altri siti web, come ad esempio quelli dei popolari social network e blog, e si occupa anche di generare il codice Html necessario alla buona riuscita dell’operazione. Proprio nel 2006 Youtube, sull’onda dell’enorme successo avuto in rete, viene acquistato da Google per 1,65 miliardi di dollari (pagati in azioni proprie). Dall’anno successivo sono state pubblicate nuove versioni del portale realizzate in diverse lingue, tra le quali l’italiano.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Internet | Steve Chen | San Bruno | California | Karim Jawed | Chad Hurley |

Ultime notizie su Youtube
    • NovaCento

    BARRY THE BOOB, IL MAGNIFICO STEVE BANNON E IL DIAVOLO

    Mi scuso con chi oggi (e domani) mi attende in un uno o più posti e non mi trova né in quello né in altri. Sarà per le prossime volte. Mi trova, invece, in edicola per l'ultima, definitiva volta (almeno in questo 2018) su Popeye, che conclude con il suo sessantesimo numero il ciclo delle sue virtuose presenze settimanali in edicola. E' stato bello, ne faccio cenno adesso e anche nel post che verrà. Sessanta settimane non sono poche, rendiamocene conto. Mettendole in fila, formano un anno int...

    – Luca Boschi

    • Agora

    Romolo + Giuly prima puntata = 0 battute

    https://www.youtube.com/watch?v=-jNvIvxFs5Q Non sono riuscito non dico a ridere ma a neanche a sorridere. Non una volta. Per tutta la puntata. Neppure per sbaglio. Guarda che è difficile eh. Intendiamoci, mi possono anche piacere gli stereotipi, le battute chiamate, il milanese e la nebbia, il napoletano mafioso, il romano burino. E che queste cose forse non fanno più ridere neppure mio padre. O forse sono diventato troppo radical chic. Boh.

    – Luca Tremolada

    • News24

    Volete far passare il mal di schiena? Copiate la postura dei Bronzi di Riace

    Guru seguita da un drappello di discepoli sempre più numeroso, tra manager e staff di Google, Oracle, Youtube e testimonial d'eccezione come Joan Baez, Matt Drudge (fondatore dell'omonimo “Report” e tablet-dipendente confesso) o professori della Stanford University.

    – di Fabio Carducci

    • NovaCento

    Exaland di Spime.im. Un'esperienza virtuale immersiva al Museo del Cinema di Torino

    Bisognerebbe davvero indagare in maniera approfondita la componente immersiva che si sta ritagliando uno spazio sempre più preponderante sia nella comunicazione che nell'arte contemporanea. Dalla Realtà virtuale a quella aumentata, il gaming e la Mixed reality, le tecnologie digitali stanno colonizzando nuovi territori della fruizione e dell'esperienza artistica. Generando esperienze orientate ad ampliare le possibilità espressive andando ad accumulare modelli e forme provenienti dal cinema, dal...

    – Simone Arcagni

    • News24

    Rugby, il campionato completa la svolta social

    Se fino all'anno scorso i match venivano trasmessi da un canale esterno, therugbychannel, da sabato prossimo con l'inizio del torneo 2018/2019 ci si potrà collegare alle varie piattaforme Fir: tramite la pagina dedicata del sito www.federugby.it oppure sul canale Youtube o sulla App sviluppata dalla stessa federazione, che a ogni turno manderà in onda il match più importante anche sulla propria pagina Facebook.

    – di Giacomo Bagnasco

1-10 di 8663 risultati