Aziende

Youtube

Creato nel 2005 da tre soci, Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, Youtube è il primo e più famoso sito internet per video sharing, ovvero per la condivisione di filmati. Il primo video caricato, il 23 aprile dello stesso anno, è stato “Me at the zoo” da Jawed Karim, filmato della durata di 19 secondi che è stato girato di fronte alla gabbia degli elefanti dello zoo di San Diego. Già nel giugno del 2006 però i dati forniti dall’azienda stessa hanno indicato in cento milioni il numero di video visti ogni giorno dagli utenti di Youtube. A tutt’oggi in media sono circa 100mila i filmati che vengono messi ogni giorno sui server della società che ha sede nella località di San Bruno, in California. L’accesso al portale per la visione dei filmati è gratuito, come anche l’upload dei video: solamente, per poter effettuare quest’ultima operazione, bisogna essere utenti registrati nel database di Youtube. Dal momento della sua esplosione come sito di condivisione di video infatti, Youtube ha iniziato ad avere diversi problemi con i diritti d’autore delle opere contenute nei suoi filmati (perché spesso prese da film, telefilm, programmi televisivi e radiofonici) caricati sui suoi server. È stato quindi creato un regolamento che vieta l'upload di materiale protetto da diritto d'autore se non se ne è titolari e che si basa su una verifica ex post di quanto proposto dagli utenti. Youtube consente invece senza problemi, fatti salvi quelli di licenza autoriale, l’incorporazione dei propri video all’interno di altri siti web, come ad esempio quelli dei popolari social network e blog, e si occupa anche di generare il codice Html necessario alla buona riuscita dell’operazione. Proprio nel 2006 Youtube, sull’onda dell’enorme successo avuto in rete, viene acquistato da Google per 1,65 miliardi di dollari (pagati in azioni proprie). Dall’anno successivo sono state pubblicate nuove versioni del portale realizzate in diverse lingue, tra le quali l’italiano.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Youtube
    • NovaCento

    Governare il digitale. Il progetto umano di Luciano Floridi

    https://www.youtube.com/watch?v=v-UAHH_D9eI In dialogo con Luciano Floridi, ripercorriamo i temi del Convegno "Data to change" del 15 gennaio 2018 a Montecitorio. Partiamo da una domanda classica: il digitale come ha cambiato la nostra vita? L'ha cambiata con il "cut and paste". Il digitale incolla cose che, in epoca moderna, abbiamo sempre pensato indipendenti l'una dall'altra, e scolla cose che abbiamo sempre pensato unite. Prendiamo il concetto di presenza e localizzazione: il digit...

    – Felicia Pelagalli

    • News24

    Su Youtube video elettorali con spot avversari "incorporati"

    Vuoi il video di Alessandro Di Battista ospite da Barbara D'Urso? Eccolo. Prima però un po' di Matteo Renzi, seduto nello stesso studio di Domenica Live. La concorrenza tra avversari politici non trova tregua neanche sul web. Anzi. Chi cerca su Youtube la partecipazione televisiva di "Dibba", uno

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Le «inutili» lauree umanistiche danno sempre più lavoro

    Trovano lavoro, guadagnano tanto da «permettersi tutto quello che vogliono», soffrono di tassi di disoccupazione simili a quello degli altri dipartimenti. I luoghi comuni sui laureati in discipline umanistiche, diffusi anche al di fuori dell'Italia, rischiano di essere contraddetti dalla loro

    – di Alberto Magnani

    • News24

    Il caso Oxfam e il lato oscuro degli aiuti umanitari

    Ogni crisi umanitaria è unica, ma il cast dei personaggi stranieri - che si aggirano tra varie zone disastrate del pianeta, alla ricerca perenne del caos - resta in sostanza sempre lo stesso. Ne fanno parte diplomatici scrupolosi e giornalisti determinati, militari energici ed esperti di logistica,

    – di Matthew Green

    • Agora

    Berlinale '68: il russo «Dovlatov» e il paraguayano «Las herederas» sono per ora i film migliori

    Raccontano le malattie delle società inceppate i due migliori film offerti finora in concorso dalla 68esima edizione della Berlinale: Dovlatov di Alexey German Jr e Las Herederas di Marcelo Martinessi. Il regista russo, già Leone d'argento per Soldato di carta nel 2008 e Orso d'argento per Under Electric clouds, ha seguito lo scrittore Sergej Dovlatov, vittima, insieme all'amico Joseph Brodsky e ad altri intellettuali della Leningrado degli anni Settanta, dell'ostruzionismo del regime nei confr...

    – Cristina Battocletti

    • Econopoly

    L'economia dell'ignoranza: la scelta è tra sapersi difendere e pagare

    La ricchezza è spesso definita come uno stato fisico. Un abbondante conto in banca, beni materiali (auto, case, barche, gioielli), spese superflue quali viaggi o cene in ristoranti costosi. In vero la ricchezza si può anche configurare in modo più umile, considerandola come un benessere mentale. La maggior forma di ricchezza che ognuno di noi, a prescindere dal suo conto in banca, può possedere è quella delle informazioni. Più precisamente il possesso di informazioni, di cultura ( se vogliamo un...

    – Enrico Verga

    • NovaOther

    I suoni dell'intelligenza artificiale

    Suoni, pause, silenzi. La musica è punteggiatura dell'anima, linguaggio vivo che non smette di evolversi. Negli anni Ottanta, fu la rivoluzione dei sintetizzatori, che riproducevano le onde sonore grazie agli oscillatori elettronici. Dallo scorso dicembre, il nuovo "adiacente possibile" della musica contemporanea ha espresso le sue prime parole: "Hello world". Un titolo che riprende il linguaggio di programmazione per il primo album mainstream realizzato in collaborazione con un software di inte...

    – Josephine Condemi

    • Agora

    Berlinale 68: il red carpet è per Pattinson, ma è "Las Herederas" il film più bello

    Una fila di giovani urlanti lo aspetta sulla porta di servizio dell'Hyatt: Robert Pattinson è la star della seconda giornata della 68esima edizione della Berlinale. "Sono contento che accada ancora", commenta ironico l'attore inglese, che si trascina sempre dietro un gruppo di fan da quando era il vampiro Edward Cullen nella saga di "Twilight". Pattison è uno dei protagonisti, assieme a Mia Wasikowska, di "Damsel" di David e Nathan Zellner, una western comedy dai tratti grotteschi sullo sfondo d...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Fake news, ecco i fondi che non investono più in Facebook e Google

    Tutto previsto o quasi. Nei 23 fondi azionari al top per responsabilità sociale Facebook non era più nei portafogli già da fine ottobre 2017 e Google/Alphabet era presente soltanto in tre di questi prodotti. E' quanto emerge da un'analisi di Plus24-Sole24Ore realizzata sui dati Morningstar in

    – di Vitaliano D'Angerio

    • NovaCento

    Mobile Video rules

    E così il Mobile Film Festival è arrivato alla sua tredicesima edizione (qui)... la formula è la stessa: video di 1 minuto girati con videofonini. Tema? Libero! E infatti si possono vedere cose molto interessanti, soprattutto quando i creatori di queste opere decidono di saggiarne le potenzialità. Ecco allora che il diario di una ripresa che potrebbe essere quotidiana, casuale, si può trasformare nella poesia degli street artist come in Street Beat... https://www.youtube.com/watch?time_c...

    – Simone Arcagni

1-10 di 8383 risultati