Aziende

Youtube

Creato nel 2005 da tre soci, Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim, Youtube è il primo e più famoso sito internet per video sharing, ovvero per la condivisione di filmati. Il primo video caricato, il 23 aprile dello stesso anno, è stato “Me at the zoo” da Jawed Karim, filmato della durata di 19 secondi che è stato girato di fronte alla gabbia degli elefanti dello zoo di San Diego. Già nel giugno del 2006 però i dati forniti dall’azienda stessa hanno indicato in cento milioni il numero di video visti ogni giorno dagli utenti di Youtube. A tutt’oggi in media sono circa 100mila i filmati che vengono messi ogni giorno sui server della società che ha sede nella località di San Bruno, in California. L’accesso al portale per la visione dei filmati è gratuito, come anche l’upload dei video: solamente, per poter effettuare quest’ultima operazione, bisogna essere utenti registrati nel database di Youtube. Dal momento della sua esplosione come sito di condivisione di video infatti, Youtube ha iniziato ad avere diversi problemi con i diritti d’autore delle opere contenute nei suoi filmati (perché spesso prese da film, telefilm, programmi televisivi e radiofonici) caricati sui suoi server. È stato quindi creato un regolamento che vieta l'upload di materiale protetto da diritto d'autore se non se ne è titolari e che si basa su una verifica ex post di quanto proposto dagli utenti. Youtube consente invece senza problemi, fatti salvi quelli di licenza autoriale, l’incorporazione dei propri video all’interno di altri siti web, come ad esempio quelli dei popolari social network e blog, e si occupa anche di generare il codice Html necessario alla buona riuscita dell’operazione. Proprio nel 2006 Youtube, sull’onda dell’enorme successo avuto in rete, viene acquistato da Google per 1,65 miliardi di dollari (pagati in azioni proprie). Dall’anno successivo sono state pubblicate nuove versioni del portale realizzate in diverse lingue, tra le quali l’italiano.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Youtube
    • Agora

    musica. la marsigliese è stata composta da un italiano e copincollata dai francesi.

    il compositore piemontese giovambattista viotti compose "tema e variazioni in do maggiore" nel 1781, quando suonava alla corte di russia a pietroburgo e quando la rivoluzione francese era ancora inimmaginabile. partito sul finire dell'anno verso parigi, portò con sé in francia quella composizione, che era già celebre e veniva suonata nei salotti alla moda. andava così di moda in tutta europa, come oggi farebbe una canzone di successo, che undici anni dopo nel 1792 la famosa composizione di viot...

    – Jacopo Giliberto

    • News24

    Ecco gli 11 campioni dell'azionario da mandare in finale secondo i gestori

    In fondo un gestore finanziario somiglia a un allenatore di calcio: deve selezionare i migliori titoli per cercare di vincere il mondiale degli investimenti. Qual è la squadra di azioni migliore, robusta in difesa e agile in attacco? Ecco l'undici ideale scelto da M&G Investments, asset manager

    – di Enrico Marro

    • News24

    Le politiche commerciali di Trump sono dannose. Soprattutto per gli Usa

    Il presidente americano Donald Trump potrà pure ritenersi un costruttore, ma sul piano delle normative e dei trattati internazionali si sta comportando come una squadra di demolizione nel corpo di un solo uomo. E ora il caos sembra sempre più diffuso e in aumento.  

    – di Anne O. Krueger

    • Agora

    Momento nostalgia: le pubblicità dei videogiochi negli anni Ottanta

    Le pubblicità dei videogiochi negli anni Ottanta sono roba da Strange Things, da nostalgici, da crisi di mezza età. Detto questo il video sotto è bruttino, pure registrato male. E dura un'ora. Proprio per questo va visto tutto.l

    – Luca Tremolada

    • News24

    Anche YouTube dichiara guerra alla Fake news. Investimenti per 25 milioni

    YouTube ha annunciato che investirà 25 milioni di dollari per combattere le fake news e la diffusione di teorie della cospirazione in vista delle elezioni di Midterm negli Stati Uniti che si svolgeranno a novembre. Si tratta di una parte di una iniziativa più grande che ha portato lo scorso marzo

    – di L.Tre

    • NovaCento

    "La festa nera" di Violetta Bellocchio

    C'è del marcio. Non (solo) in Danimarca. Essere destinati a una fine tanto banale quanto inquadrabile. E se il mondo finisse. E l'unica testimonianza attendibile fossero le riprese fatte da uno sparuto gruppo di adolescenti sopravvissuti. E se il mondo finisse. E rimanesse solo da chiedersi, dove sono finiti tutti. La strada. Senza senso. Senza meta, direzione. Stanchezza svogliata. Solitudini in transito casuale. Dove sono finiti tutti? Ripetuto in maniera ossessiva. Ossessione. Senza compuls...

    – Mauro Garofalo

    • Agora

    Nel ricordo di Claude Lanzmann: l'intervista a Cannes per l'ultimo film sulla Corea del Nord

    Pyongyang mon amour: Il ritorno nei luoghi della passione con un'infermiera ustionata dal napalm: il film più personale del regista francese Nel 2004 Claude Lanzmann era partito per la Corea del Nord allo stesso modo di Otto Warmbier, lo studente americano morto la scorsa settimana, dopo aver scontato uno dei quindici anni di reclusione cui era stato condannato dalle autorità di Pyongyang per aver "rubato" uno striscione di propaganda nella camera dell'hotel dove soggiornava. Warmbier aveva con...

    – Cristina Battocletti

1-10 di 8596 risultati