Aziende

Walt Disney

The Walt Disney Company è la seconda compagnia di media degli Stati Uniti, leader assoluta nel mercato dell'intrattenimento infantile. Con sede centrale a Burbank, in California, le principali divisioni operative del gruppo sono: gli Studi di Produzione Cinematografica (Studio Entertainment), i Parchi e Centri Vacanze (Parks and Resorts), le Reti televisive (Media Networks) e i Prodotti di consumo.

Fondata 1923 da Walter Elias Disney e dal fratello Roy Oliver con il nome di Disney Brothers Cartoon Studio, nel 1928 l’azienda ha ideato il primo cartone animato: Topolino. Dopo aver prodotto, nel 1937, il primo lungometraggio Biancaneve e i sette nani, nel 1954 la Disney ha fondato la Buena Vista Pictures Distribution Company Inc. Nel 1955 apre ad Anaheim, vicino Los Angeles, il primo parco divertimenti Disney. Nel 1967 è stata costituita World Disney World, che è stata inaugurata a Orlando, in Florida, e nel 1983 il gruppo ha aperto Tokyo Disney, in Giappone. L’anno successivo è stata creata la Touchstone Pictures, mentre nel 1992 Euro Disney Resort è stato aperto a Parigi. Nel 2005 è stata inaugurata Hong Kong Disneyland. Nel 2006 The Walt Disney Company ha acquisito il controllo della casa di produzione Pixar e dal 2009 anche la Marvel Entertainment.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Walt Disney
    • News24

    Strage di Orlando, Obama frena sulla pista Isis: «Estremismo interno»

    Il locale notturno Pulse è nel cuore di Orlando, a circa 15 miglia a nord-est del Walt Disney World Resort e, al momento della strage, conteneva circa 350 clienti, invitati a un evento di musica latina durante la settimana di celebrazioni per il Gay Pride.

    • NovaCento

    INKI E L'UCCELLO MINAH (revisione e correzione)

    Giustamente si è voluto sottolineare come le avventure di Inki, e il suo stesso personaggio, siano stati pesantemente ispirati dal lavoro fatto da Walt Disney e dal suo staff a proposito dell'indianino Penna Bianca, lanciato nella Silly Symphony del 1937 Little Hiawatha.

    – Luca Boschi

    • NovaCento

    RICORDANDO PIERO ZANOTTO

    Zanotto ha anche dato la stura al mensile Zio Paperone con i suoi articoli, e scritto prefazioni e delucidazioni per vari volumi Disney editi da Mondadori. ... Roy Mann mi ha segnalato questo fantastico pezzo da collezione da lui inserito nella galleria web Comic Art Fans, realizzato da Bruno Napoli, un nome che ancora manca nel "catalogo" pur nutritissimo dei Disney Italiani, illustratore specializzato per poster cinematografici, in questo caso all'opera per la riedizione avvenuta nel 1973 in...

    – Luca Boschi

    • News24

    A Cannes è il giorno di Spielberg e di Virzì

    Il cinema italiano è ancora protagonista sulla Croisette: dopo «Fai bei sogni» di Marco Bellocchio, proiettato un paio di giorni fa, alla Quinzaine des Réalisateurs è stato presentato questa mattina «La pazza gioia», ultima fatica di Paolo Virzì con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti. La

    – Andrea Chimento

    • News24

    Disney abbandona i videogiochi. Quasi

    Durante la riunione finanziaria relativa al secondo trimestre 2016, Disney Company ha annunciato l'abbandono di un ruolo attivo nel settore videogiochi.Secondo quanto dichiarato da Jimmy Pitaro, presidente della sezione media interattivi, il gruppo sosterrà il costo di 147 milioni di dollari a

    – Emilio Cozzi

    • NovaCento

    BUCI, NELLA GIORNATA MONDIALE DEL PINGUINO

    Nel comic book Walt Disney's Comics and Stories è protagonista di un lungo ciclo di avventure, disegnate da Vevo (o Vive?) Risto, Carl Buettner e Tony Strobl. ... You can look forward to seeing characters such as Donald Duck, and Bucky Bug, the first newspaper Disney character. Being a huge fan of all things Disney, I absolutely can't wait for this release. This allows a whole new generation of fans to indulge in classic material that started the love of Disney for so many people.

    – Luca Boschi

    • News24

    Il licensing sfiora in Italia i 3,2 miliardi

    Non conosce crisi il business del licensing, che vale in Italia 3,18 miliardi di euro su un business mondiale dei prodotti in licenza che ha toccato i 214 miliardi, concentrati soprattutto in Nord America (con una quota del 58% delle vendite retail), seguito da Nord Europa (13,3%), Asia (7,9%) e

    – Ilaria Vesentini

    • News24

    I Paesi baltici nei piani di D-Share

    Un'azienda nata sei anni fa, nel 2010, in un ufficio da 40 metri quadrati. Oggi quella azienda conta clienti in sette Paesi. E le sue tecnologie per il digital media le vende anche negli Usa e in California, "culla" riconosciuta della new economy.

1-10 di 502 risultati