Aziende

Vivendi

Vivendi Sa è una società francese attiva nel campo dei media e delle comunicazioni. In particolare opera nell'industria della musica, della televisione, del cinema, dell'editoria, delle telecomunicazioni e di Internet.

La società è salita agli onori della cronaca finanziaria del 12 dicembre 2016, per il tentativo di scalata finanziaria messo in atto nei confronti del gruppo italiano Mediaset.

Vivendi Sa è quotata all'Euronext di Parigi nell'indice CAC 40 ed è guidata dal Presidente Vincent Bolloré.

Vivendi Sa gestisce le seguenti proprietà: Canal+ group (al 100%), Universal Music Group (al 100%), Telecom Italia (al 23,94%), Ubisoft (al 26,80%), Gameloft (al 95,77%), Fnac (11,27%), Telefonica (0,98%) e da ultimo Mediaset (al 28,8% )

Il gruppo è nato nel 1998, quando Compagnie Générale des Eaux ha cambiato il suo nome in Vivendi, acquistando quote di Maroc Telecom, Havas, Cendant Software, Anaya e NetHold.

Attraverso Canal+ Vivendi ha lanciato pay-tv in Italia, Spagna, Polonia, Scandinavia, Belgio e Olanda.

Nel 1999 il gruppo si è fuso con Pathé, mantendo le quote di British Sky Broadcasting e CanalSatellite.

Nel 2000 dalla fusione di Vivendi con il network televisivo Canal+ e la Universal Studios è stata creata Vivendi Universal, che nello stesso anno ha acquisito il 35% di Maroc Telecom. Nel 2004 l'80% di Vivendi Universal Entertainment è stato venduto a General Electric e l’anno successivo è stato fondato Vivendi Sa.

Dopo l’acquisizione della discografica tedesca Bmg, la divisione Vivendi Games si è fusa con Activision e successivamente ha rilevato Sfr.

Nel 2012, il Consiglio di Sorveglianza di Vivendi ha deciso di concentrare le attività del Gruppo su media e contenuti.

Nel novembre del 2013, Vivendi ha acquistato dal Gruppo Lagardère il 20% del capitale di Canal+ France che non deteneva ancora.

Nel marzo del 2016 Vivendi ha acquisito il 24,9% delle azioni di Telecom Italia, rimanendo il primo azionista.

L'8 aprile del 2016 la società francese ha firmato un contratto per acquisire il 100% di Mediaset Premium.

Il 12 dicembre del 2016 il gruppo ha annunciato di detenere il 3,01% del capitale di Mediaset per poi raggiungere il 29%. La sua influenza sulle due società italiane è in contrasto con la normativa italiana, che vieta la detenzione di partecipazioni incrociate in società tlc e media. E’ quindi scattata la richiesta formulata dal Garante delle Comunicazioni affinché Vivendi scendesse in Mediaset o in Telecom.I francesi hanno un anno di tempo per adeguarsi alle richieste.

Ultimo aggiornamento 14 settembre 2017

Ultime notizie su Vivendi
    • News24

    Telecom ancora debole, Iliad fa paura. Brucia oltre il 30% da maggio

    Del resto le azioni pagano dazio all'incertezza sulla stabilità del management del gruppo, visto che nell'azionariato si sono formati due blocchi contrapposti: quello di Vivendi che detiene quasi il 24% del capitale, e quello del fondo americano... Nei giorni scorsi, gli analisti di Deutsche Bank hanno scritto in un report di continuare a credere in un supporto dell'intero board all'operato dell'ad, Amos Genis, manager scelto da Vivendi, ma supportato anche dal fondo di Paul Singer.

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Europa scoraggiata da Wall Street. Focus su Fca, male Buzzi

    Seduta in generale calo per le Borse europee, scoraggiate nel finale dal ribasso di Wall Street, con Milano in discesa dello 0,4%, Parigi in discesa dello 0,56%, Francoforte dello 0,62% e Madrid dello 0,4%. Ha tenuto meglio Londra, attorno alla parità (segui qui l''andamento degli indici). A

    – di E. Micheli e S. Arcudi

    • News24

    Opa Ei Towers, mossa che apre la via del consolidamento

    Non gestirà più Eitowers, che sarà deconsolidata, sguarnendosi così di un implicito argine di difesa verso Vivendi che, evidentemente, non ritiene più una "minaccia": superata la diatriba sull'Opa a cascata, che secondo i legali del Biscione (ma non secondo i legali dei francesi) sarebbe stata d'obbligo anche sulla partecipata delle torri.

    – di Antonella Olivieri

    • News24

    Powell dà fiducia alle Borse. Il risiko delle torri accende Piazza Affari (+0,7%)

    Jerome Powell dà la spinta al dollaro e ai listini azionari europei che chiudono la giornata in netto allungo. Il presidente della Federal Reserve ha fornito segnali di ottimismo parlando di una crescita del II trimestre superiore al periodo precedente e di rafforzamento del mercato del lavoro e

    – di E. Micheli e A.Fontana

    • News24

    Borse positive. A Piazza Affari exploit Brembo. Giù Telecom in attesa dei conti

    Le Borse europee hanno chiuso su toni positivi una seduta in cui gli investitori hanno cercato di accantonare, almeno temporaneamente, i timori su un'ulteriore escalation della guerra di dazi tra Stati Uniti e Cina. Sembra esserci ancora tempo per trattare visto che le nuove tariffe minacciate dal

    – di C. Di Cristofaro e S. Arcudi

    • News24

    Telecom scivola in Borsa, Ubs raccomanda di vendere

    In un momento delicato per il settore delle tlc italiane, con numerose sfide che si affacciano all'orizzonte, dal 5G, alla concorrenza di Iliad, fino a una discussione sulla cablatura del Paese con Open Fiber, «il ruolo del board e del management di Telecom - hanno spiegato gli esperti della banca svizzera - non ha la stabilità che sarebbe necessaria, con il ruolo del principale azionista Vivendi (che detiene quasi il 24%

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Mediaset, pubblicità in crescita e tempi stretti per accordo su Serie A

    E Pier Silvio Berlusconi si è sbilanciato a ventilare un ritorno al dividendo da parte dell'azienda: sono anni, colpa anche delle maxi-perdite causate dall'affare Vivendi, che agli azionisti non viene distribuita una cedola.

    – di Andrea Biondi e Simone Filippetti

    • News24

    Tim, il Tar sospende la multa da 74,3 milioni per il Golden Power

    E' sospesa l'esecuzione del provvedimento con la quale la Presidenza del Consiglio ha inflitto a Tim una maximulta dal 74,3 milioni per la violazione degli obblighi relativi alla normativa sui poteri speciali (Golden Power) legata alla mancata comunicazione da parte del socio Vivendi dell'assunzione del controllo di fatto del gruppo.

    • News24

    Mediaset alla (ri)scoperta dei contenuti on demand

    La parola d'ordine nei media è resistere. Combattendo un po' alla cieca, perché il mercato pubblicitario in Italia è avvolto nella nebbia. E Mediaset - ieri in calo del 3,6% dopo alcuni report negativi e le dichiarazioni "anti-tv" - lo conferma. «Facciamo fatica a capire come va il mercato, perché

    – di Antonella Olivieri

1-10 di 1568 risultati