Ultime notizie:

Vittorio Da Rold

    • Agora

    Omicidio in Kosovo, una minaccia all'avvicinamento dei Balcani alla Ue

    In Kosovo, dopo l'assassinio il 16 gennaio scorso del leader serbo Oliver Ivanovic, anche la battaglia della Piana dei Merli del 1389, combattuta tra Serbi e Ottomani, torna dalla nebbie del passato per rinnovare antichi odii. Nella memoria collettiva del popolo serbo, la battaglia della Piana dei Merli rappresenta "l'evento fondativo" dell'identità nazionale. Peccato che la Piana oggi sia in territorio kosovaro, cioè fuori dai confini dell'attuale Serbia e che Belgrado non abbia mai riconosciut...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Omicidio in Kosovo, una minaccia all'avvicinamento dei Balcani alla Ue

    In Kosovo, dopo l'assassinio del leader serbo Oliver Ivanovic il 16 gennaio scorso, anche la battaglia della Piana dei Merli del 1389, combattuta tra Serbi e Ottomani, torna dalla nebbie del passato per rinnovare antichi odii. Nella memoria collettiva del popolo serbo, la battaglia della Piana dei

    – di Vittorio Da Rold

    • Agora

    Who killed the Italian public debt?

    Attend to the amazing electoral promises of the Italian parties on the abolition of the Rai fee, flat tax, abolition of the Fornero law, or introduction of citizenship income without ever saying where they would take the money needed to support these spending operations, as our Constitution provides , gave me the feeling of being finished in the film "Murder on the Orient Express". In the film all the passengers have only one purpose against Herlcule Poirot, the Belgian investigator invented by...

    – Vittorio Da Rold

    • Agora

    Chi ha ucciso il debito pubblico?

    Assistere alle mirabolanti promesse elettorali dei partiti italiani su abolizione del canone Rai, flat tax, abolizione della legge Fornero, o introduzione  di redditi di cittadinanza senza mai dire dove si prenderebbero i soldi necessari a sostenere tali operazioni di spesa, come peraltro prevede la nostra Costituzione, mi ha dato la sensazione  di essere finito nel film "Assassinio sull'Orient Express". Nel film tutti i passeggeri hanno un solo scopo nei confronti di Herlcule Poirot, l'investi...

    – Vittorio Da Rold

    • Agora

    In Polonia il braccio di ferro con la Ue non frena la crescita

    Giovedi 11 gennaio a Varsavia il Sejm, il Parlamento polacco, ha varato il bilancio 2018 con un deficit di 41,5 miliardi di zloty, con entrate a 355,7 miliardi e spese a 397,2 miliardi. Nella legge di bilancio il governo di destra, che è nel mirino della Commissione Ue, ha ipotizzato una crescita economica del 2018 al 3,8%, un'inflazione media annua del 2,3% e il disavanzo delle amministrazioni pubbliche al 2,7% del Pil. Un quadro più che roseo. Quanto al deficit di bilancio nel 2017 questo am...

    – Vittorio Da Rold

    • Agora

    La nuova frontiere europea passa dai supercomputer

      A metà mese di dicembre ero a Bruxelles nei giorni dell'ultimo Consiglio europeo dell'anno passato in un'atmosfera di pessimismo crescente per le divisioni sulle quote dei migranti tra la Commissione e i quattro stati dell'est Europa riunioniti nel cosiddetto gruppo di Visegrad. Una visita alla direzione digitale mi aveva però fatto capire che qualcosa di importante stava bollendo nella grande pentola di Bruxelles in materia di maggiore integrazione digitale e soprattutto sul tema strategico ...

    – Vittorio Da Rold

    • Agora

    Start up tecnologica italiana, da Copenaghen si sposta a Milano

    L'ultimo mio post su Delta Askii, la start up friulana che si quoterà a Londra e non a Milano ha fatto discutere. Ma naturalmente c'è anche la storia inversa di una startup, Bending Spoons, che ha fatto il percorso inverso: si è cioè spostata da quell'hub dell'innovazione che è Copenaghen in Danimarca, a Milano. Possibile? Vediamo di capirci meglio e più in profondità. Si tratta di un "atelier di app" che realizza app di altissima qualità (tecnica, ma anche estetica - sono pur sempre  italian...

    – Vittorio Da Rold

    • Agora

    Quando la start up privilegia la Borsa di Londra a quella di Milano

    Nel Sole 24 ore del 9 gennaio un articolo di Silvia Pasqualotto nella sezione di Finanza ha riportato una vicenda societaria molto interessante e ricca di spunti di riflessione. "L'appuntamento è per il prossimo 19 gennaio. E' per quel giorno infatti che è prevista la quotazione nel segmento Aim della Borsa di Londra di Askii Holding, la società che controlla Delta Askii, startup fondata nel 2014 in provincia di Udine, dalle menti di quattro ventiseienni, ex compagni di Università: Gabriele Monta...

    – Vittorio Da Rold

    • Agora

    Iran, protesta scatenata dall'austerità per i cittadini ma generosa con le fondazioni di Khamenei

    Che succede nell'Iran khominista dopo 40 anni di regime teocratico? Domanda complessa a cui per rispondere occorre fare un'analisi della situazione a distanza con le difficoltà di raccogliere notizie in un paese senza fonti di informazioni libere e con pochissimi reporter internazionali sul campo. Tenendo presente che nessun analista della materia, compresi quelli americani, quelli dotati di maggiori finanziamenti e mezzi, ha saputo prevedere le proteste in corso: un grande smacco per tutti, l'u...

    – Vittorio Da Rold

    • Agora

    Iran, i rivoltosi vogliono destituire Khamenei e abbattere il regime degli Ayatollah

    Ora al quarto giorno delle violenze appare chiaro che l'Iran stia vivendo la sua più grande rivolta popolare di massa dal 1979, anno in cui cadde il regime dello Scià Reza Pahlavi sostituito dalla teocrazia della Repubblica islamica voluta dall'ayatollah  Khomeini. Inoltre il livello di violenza e rabbia rivoluzionaria scatenatesi all'improvviso e senza nessuna regia centralizzata contro la Repubblica islamica sembra aver superato la Rivolta dell'Onda verde del 2009 guidata da Karroubi e Moussav...

    – Vittorio Da Rold

1-10 di 2772 risultati