Aziende

Visa

Nota in tutto il mondo come sistema di pagamento elettronico, Visa (sigla per Visa International Service Association) è una joint venture che unisce 21mila istituzioni finanziarie che emettono prodotti collegati al brand, tra i quali naturalmente carte di credito e di debito. La sede principale di Visa si trova a San Francisco negli Stati Uniti, mentre i suoi servizi sono disponibili in oltre 200 nazioni in tutto il mondo: è calcolato che Visa gestisce in ogni secondo di traffico mondiale della sua rete circa 10mila transazioni (nel 2008 la quota di mercato occupata da Visa nel settore dei sistemi di pagamento elettronico è stata pari al 60,7%). I principali uffici regionali di Visa sono situati nelle più grandi città del mondo è utilizzano il lavoro di circa 6mila collaboratori.

In Italia il sistema viene gestito da CartaSi in quanto issuer (ovvero emittente legale che sviluppa e vende il sistema di pagamento e quello di sicurezza ad esso legato; lo stesso issuer è legalmente responsabile dell’emissione delle carte Visa e delle condizioni contrattuali, secondo la legislazione del paese nel quale opera), ma anche direttamente da alcuni istituti di credito, come per esempio Intesa Sanpaolo e Deutsche Bank.

Oltre alla gestione dei terminali per il pagamento elettronico via carta, il sistema organizzato da Visa comprende: Money Transfer, piattaforma di trasferimento di denaro da persona a persona che si avvale della tecnologia contenuta nei terminali Visa presenti in tutto il mondo; Mobile Payments and Services, sistema che permette di effettuare pagamenti e trasferimenti di valuta anche sfruttando le nuove tecnologie di telefonia e di collegamento via etere; eCommerce, sistema di controllo dei pagamenti che vengono effettuati durante le operazioni di acquisto via internet e che include il software protetto Verified by Visa.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Visa
    • News24

    I capitali trascurano le startup italiane

    Quest'anno c'è anche un Italian Village al Ces, il più importante salone al mondo per la Consumer Technology che apre oggi a Las Vegas. Promosso dal Tilt (Teorema incubation lab Trieste) e altri incubatori e patrocinato dal governo, «Made in Italy - The Art of Technology» raccoglie 43 startup

    – di Andrea Goldstein

    • News24

    PSD2

    L'applicazione della nuova direttiva è potenzialmente in grado di creare un nuovo contesto all'interno del quale gli operatori più tradizionali, cioè le banche, potranno giocare alla pari con i nuovi entranti - ovvero le Paypal, Visa o Mastercard di turno, o addirittura le stesse Google o Microsoft - grazie proprio alle nuove opportunità di competizione e di innovazione dei servizi di pagamento.

    • Econopoly

    Bitcoin down down down, una storia di finanza molto moderna

    Spesso usano Xapo o altre carte di credito con bitcoin che vengono convertiti immediamente attraverso i circuiti Visa in moneta fiat in tutto il mondo, per acquistare beni o pagare servizi.

    – Antonio Simeone

    • News24

    Grecia nel mirino di russi e cinesi: compri casa e ti danno il passaporto

    In Grecia ci sono case praticamente in saldo che stanno scatenando una corsa di oligarchi russi e facoltosi cinesi ad accaparrarsi una bella casa con vista sul Partenone, acquisto a cui è collegato un prezioso «golden visa», cioè un passaporto... Per Kachmazov, il piano di vendita è chiaro: l'acquisto di proprietà in Grecia può dare all'investitore un cosiddetto «golden visa», un passaporto greco riservato allo straniero che fa un acquisto rilevante immobiliare nel Paese, e con esso...

    – di Vittorio Da Rold

    • Info Data

    Startup: i dieci numeri (e i dieci grafici) che raccontano il 2017

    A esattamente cinque anni dal lancio della politica nazionale per le startup innovative - e a due dal varo dell'analoga iniziativa in favore delle PMI innovative - l'impatto prodotto sull'ecosistema italiano dell'innovazione può essere ben rappresentato da questi 1o dati chiave.  A tirare le somme è il ministero dello Sviluppo economico, che stima in "quasi 8 mila" le realtà che hanno beneficiato delle misure di agevolazione previste. Milano è senz'altro il centro del fenomeno: da sola ne raccog...

    – Gianni Rusconi

    • NovaCento

    No Bancomat? No party.

    Oggi il Senatore Massimo Cassano (FI-PdL) ha presentato un'interrogazione al Ministro della salute. La storia: un cittadino barese è andato alla ASL, ha prenotato due radiografie per il figlio e al momento di pagare la prestazione il POS del poliambulatorio "ha rifiutato l'operazione di pagamento in quanto ha riconosciuto il bancomat della persona come internazionale, mentre la carta di pagamento della persona non è internazionale ed è utilizzata quotidianamente per acquisti e pagamenti", spiega...

    – Geronimo Emili

    • News24

    Stripe, la "nuova PayPal": nata nel 2010, oggi vale 9,2 miliardi di dollari

    L'azienda di San Francisco oggi rappresenta la "nuova PayPal nell'era della mobility" che offre servizi di pagamento digitale a privati e aziende: cresciuta di pari passo con il boom dell'e-commerce (oggi negli Stati Uniti si spendono 1,2 miliardi al giorno online), sgomitando tra colossi come Apple e Google, ha incassato generosi round di finanziamenti da Sequoia Capital, Visa, American Express, Peter Thiel ed Elon Musk, per un totale di circa 300 milioni di dollari.

    • Econopoly

    Ma il bitcoin è veramente il nulla, come si sente dire in giro?

    Domenica ho postato su Facebook un lungo articolo dell'economista Paolo Savona, molto critico nei confronti del bitcoin e della corsa all'oro che si è scatenata nelle ultime settimane, facendo volare la quotazione sino verso la soglia dei 20mila dollari. E mi ha sorpreso, ma fino a un certo punto, che ne sia nata un'accesa discussione, per alcuni versi molto stimolante, che probabilmente produrrà qualche nuovo post per Econopoly. Intanto, però, come ho iniziato a fare con questo thread di Aless...

    – Alberto Annicchiarico

    • News24

    Visto d'affari per l'Italia rilasciati in 48 ore

    La caccia agli investimenti inizia nei consolati e nelle ambasciate italiane e anche sul web. Chi punta all'Italia per aprire un'impresa, magari una startup, fare un investimento o addirittura una donazione può infatti contare su una serie di visti speciali che tagliano tempi e burocrazia. Nel 2016

    – di Marzio Bartoloni

1-10 di 453 risultati