Persone

Viktor Orban

Viktor Orbàn è un politico ungherese nato il 31 maggio 1963 a Székesfehérvár, attualmente Primo ministro dal 2010. È anche leader del partito Fidesz-Unione civica ungherese.

È stato il fondatore, in giovane età, dell'Alleanza dei Giovani Democratici (da cui l'acronimo Fidesz), di impronta anticomunista.

Nel 1990 ha fatto il suo primo ingresso in Parlamento, schierandosi contro il governo capeggiato da Jòzsef Antall.

È stato Primo ministro dell'Ungheria dal 1998 al 2002, anni del suo primo mandato politico, durante il quale ha cercato di risollevare l'economia ungherese da una forte crisi.

Nel 2010 ha vinto nuovamente le elezioni parlamentari. Nel 2011 il suo governo ha introdotto numerosi elementi di conservatorismo nella Costituzione.

Nell'aprile 2014 il partito di cui è leader, Fidesz-Unione civica ungherese, ha riottenuto la vittoria nelle elezioni.

Durante questo governo le posizioni politiche di Orban si sono ulteriormente inasprite orientandosi sempre di più verso nazionalismo e populismo e con un atteggiamento sempre più critico nei confronti dei "burocrati di Bruxelles che vogliono comandare in casa nostra". Nel 2015 il premier ha fatto costruire una barriera lungo il confine con la Serbia per fermare l'afflusso dei migranti e ha annunciato di volerne costruire un'altra. Ha anche indetto un referendum popolare che si terrà il 2 ottobre del 2016 per evitare il ricollocamento dei migranti sul suolo ungherese secondo quanto deciso dall'Ue.

Nell'ultimo periodo ha attirato ulteriormente su di sé l'attenzione mediatica per la sua dura posizione nei confronti degli immigrati, affermando che le persone «arrivate illegalmente dovrebbero essere rastrellate e deportate in un'isola».

Nel referendum da egli voluto sulla proposta di ripartizione dei migranti tra i Paesi della Ue che si è tenuto il 2 ottobre 2016 e di cui Orban è un vivace oppositore, ha subito una sconfitta poiché la maggioranza degli elettori ungheresi ha disertato le urne non facendone raggiungere il quorum per la validità (la metà degli elettori più uno).

Ultimo aggiornamento 03 ottobre 2016

Ultime notizie su Viktor Orban
    • News24

    Forza e debolezza del sovranismo di Orban

    Ciò che è avvenuto domenica scorsa in Ungheria (con il successo del partito della destra nazionalista Fidesz guidato dal primo ministro in carica Viktor Orban) va oltre i confini di quel Paese. ... Per Orban, non si tratta di scegliere tra integrazione e disintegrazione, come sostenevano i leader nazionalisti britannici. ... Piuttosto, per Orban, si tratta di recuperare la sovranità nazionale senza uscire dall'integrazione sovranazionale.

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    Orban: «La sua Ungheria è un modello di paese»

    Il premier ungherese Viktor Orban, che ha da poco ottenuto una netta affermazione alle elezioni mettendo così il cappello sul terzo mandato consecutivo, ultraconservatore, sovranista e anti-immigrati, è considerato da Salvini un modello. «Il premier Orban difende i confini, difende le banche,

    • News24

    Salvini si smarca da Trump e dice no a un intervento militare Usa in Siria

    Ancora una volta fuori dal coro. Dopo i commenti positivi espressi in occasione della vittoria elettorale di Viktor Orban, in Ungheria, capofila dei paesi dell'Est contrari all'ipotesi di redistribuire i migranti tra i Paesi Ue e definito da più parti «ostentatamente xenofobo», il segretario

    – di Andrea Carli

    • News24

    Orban sempre più leader, si rafforza l'Europa di Visegrad

    BUDAPEST - «Questa vittoria ci dà la forza per difendere la nostra Ungheria in Europa», «tantissimi ungheresi si sono affidati a noi confermando le nostre convinzioni: già nelle prossime settimane verrà approvata una nuova legge sulle organizzazioni umanitarie che operano nel nostro Paese», la

    – dal nostro inviato Luca Veronese

    • News24

    Ue, la frattura tra Est e Ovest è destinata ad accentuarsi

    Il recupero di una solida intesa franco-tedesca per rilanciare l' Europa continua a dimostrarsi un esercizio acrobatico: almeno finora l'arrivo di Macron all'Eliseo non ha fatto miracoli.

    – di Adriana Cerretelli

    • News24

    Ungheria: Orban verso la riconferma, ma sarà meno forte

    BUDAPEST - Viktor Orban ha stravinto le elezioni in Ungheria. La partecipazione altissima al voto consegna al premier nazionalista ed euroscettico un mandato chiaro, il terzo consecutivo, per continuare la battaglia contro Bruxelles sui migranti, sui principi stessi alla base dell'Unione. Il largo

    – dal nostro inviato Luca Veronese

    • News24

    La ricetta economica di Orban garanzia di consenso, ma l'Ungheria perde terreno

    BUDAPEST - Per tutta la campagna elettorale Viktor Orban ha attaccato i migranti islamici, le istituzioni di Bruxelles e il miliardario George Soros, inventando nemici e alimentando la paura. Ma è con la sua politica economica fuori dagli schemi che il premier ungherese ha, se non altro, ridato

    – dal nostro inviato Luca Veronese

    • News24

    Orban e la vittoria annunciata in Ungheria: quanto è forte la Brexit dell'Est

    L'«incredibile fortuna e lo straordinario talento» di Viktor Orban, ventiseienne del 1989 che sulla piazza degli Eroi a Budapest proclamava «saremo forti abbastanza per mettere fine alla dittatura comunista», sono messi oggi alla prova. L'Ungheria rinnova il parlamento e sceglie se confermare il

    – di Angela Manganaro

    • News24

    Orban, il piccolo padre dell'Europa illiberale

    Dove vuole arrivare Viktor Orban? Tutto sembra girare a favore del premier ungherese che regna a Budapest da otto anni e che nelle elezioni di domani conquisterà il suo terzo mandato consecutivo: gli ultimi sondaggi danno il suo partito, il Fidesz, vicino al 50%, resta solo da capire quanto ampia

    – di Luca Veronese

    • News24

    Non solo Orban e Kaczynski: il populismo avanza a Est

    L'Europa dell'Est si sta allontanando dal nucleo centrale dell'Unione. La deriva nazionalista avviata da Viktor Orban in Ungheria ha trovato da anni un solido alleato nella Polonia di Jaroslaw Kaczynski. La spaccatura, con Bruxelles e con i Paesi occidentali, è evidente anche se si guarda a una

    – di Luca Veronese

1-10 di 259 risultati