Persone

Valeria Fedeli

Valeria Fedeli ( nata a Treviglio il 29 luglio 1949) è una sindacalista e politica italiana, senatrice del Partito Democratico e Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca dal 12 dicembre 2016 nel governo Gentiloni.

Inizia la sua attività nel sindacato a Milano alla fine degli anni '70 entrando nella Cgil. Si trasferisce poi nel 1982 a Roma, per assumere incarichi di segreteria prima nel settore pubblico e poi nel tessile. Dal 2000 fino al 2010 guida come segretaria generale, la categoria dei lavoratori tessili della Cgil.Nel 2012 lascia il sindacato per candidarsi nelle liste del Partito Democratico come capolista in Toscana per il Senato della Repubblica.

Eletta senatrice nelle elezioni politiche italiane del 2013, il 21 marzo 2013 è eletta vice presidente del Senato della Repubblica per il Pd. E' stata tra le fondatrici del movimento civile "Se non ora quando?", partecipando all'organizzazione della manifestazione del 13 febbraio 2011 .Tra i vari disegni di legge presentati come primo firmatario si ricorda quello per l'istituzione di una Commissione parlamentare sul fenomeno dei femminicidi che raccolse tra i cofirmatari l'appoggio di molti esponenti di forze politiche anche di opposizione.

È sposata con l'ex senatore del PD Achille Passoni.

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2016

Ultime notizie su Valeria Fedeli
    • News24

    Maturità, tra le tracce Moro e De Gasperi e lo scrittore Bassani del "Giardino"

    Al via questa mattina gli esami di maturità 2018 con la prima prova scritta, il tema di italiano, iniziata alle 8.30 con la pubblicazione on line sul sito del Miur della "chiave" per l'apertura del plico telematico con le tracce d'esame: impegnati 509.307 studenti, di cui 492.698 interni. Una delle

    – di Vittorio Nuti

    • News24

    La Maturità dei «ragazzi del '99», la Grande Guerra e il '68

    Per quasi 500mila giovani nati nel 1999 cominciano gli esami di maturità edizione 2018. Sono i pronipoti di quei "ragazzi del '99" che cento anni fa vennero arruolati poco più che diciottenni e mandati in prima linea lungo il Piave, dove si era attestato il fronte italiano dopo la rotta di

    – di Piero Fornara

    • Agora

    Il nuovo premier Conte e il vizio dei politici italiani di taroccare il curriculum

    Diciamolo. Il possibile caso, fatto emergere dal New York Times, del "taroccamento" dei curriculum di Giuseppe Conte, premier indicato da Luigi Di Maio per il governo M5s-Lega, sta mettendo sotto i riflettori un nuovo trend per i politici italiani. Tra chi il curriculum non lo ha proprio (come Luigi Di Maio, Matteo Salvini e Giorgia Meloni che non sono neanche laureati ma almeno lo ammettono) e chi tarocca il proprio curriculum, esce fuori l'immagine di una nuova classe politica italiana degna d...

    – Carlo Festa

    • News24

    Stop ai furbetti della cattedra, stretta su consulenze e concorsi "pilotati"

    Dalle concorsopoli ai doppi e tripli lavori per i professori a tempo pieno. Ci sono vecchie e nuove spine del mondo accademico che vengono affrontate nell'atto di indirizzo che la ministra uscente Valeria Fedeli ha appena inviato ai rettori delle università. Trenta pagine scritte insieme all'Anac,

    – di Marzio Bartoloni

    • News24

    Asi, Battiston per altri 4 anni in sella alla space economy da 1,6 miliardi

    La ricerca nello spazio e il suo preziosissimo indotto - la sempre più ricca space economy - potrà affidarsi per altri 4 anni sul lavoro del fisico Roberto Battiston. Che è stato appena confermato con una nomina in extremis da parte dell'uscente ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli alla

    – di Marzio Bartoloni

    • News24

    Maturità 2018, firmata l'ordinanza: si parte il 20 giugno con la prova di italiano

    Da oggi per oltre 500mila studenti l'esame di maturità si fa ancora più vicino. La ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, ha infatti firmato l'annuale ordinanza che fa partire ufficialmente la "macchina" degli esami di Stato. Il documento contiene tutte le indicazioni operative per i consigli di

    – di Alessia Tripodi

    • News24

    Giorgio Napolitano operato al cuore. I medici: «Piccoli progressi»

    Il presidente emerito Giorgio Napolitano fa deboli progressi, è sempre più sveglio e respira da solo. Lo ha affermato Francesco Musumeci, il cardiochirurgo dell'ospedale San Camillo di Roma che lo ha operato ieri sera per un problema all'aorta nel corso del breafing delle 18 sulla salute del

1-10 di 362 risultati