Aziende

Unilever

Unilever è una multinazionale anglo-olandese proprietaria di alcuni tra i marchi più diffusi nel campo dell'alimentazione, delle bevande, dei prodotti per l'igiene e per la casa. È presente in 90 Paesi, con 200 filiali distribuite in tutto il mondo. Il gruppo industriale controlla Algida, Findus, Bertolli, Lipton, Calvè, Knorr, Santa Rosa, Svelto, Coccolino, Cif, Lysoform, Dove, Sunsilk, Mentadent e Axe.

Unilever è presente sul territorio italiano con 5 stabilimenti produttivi, ha all’attivo 4 mila dipendenti. La capogruppo è quotata alle Borse di Parigi, Londra e New York. Unilever è nata nel 1930 dalla fusione di due società: l'inglese Lever Brothers e l'olandese Margarin Unie. Tra il 1930 il gruppo ha effettuato una serie di acquisizioni che gli hanno conferito l’assetto attuale. Tra le più importanti, il 2000 è stato l’anno dell’affare Bestfoods, operazione di acquisto che ha permesso a Unilever di raggiungere la leadership nei prodotti culinari per i consumatori. Nel 2008 Unilever ha ceduto i marchi Bertolli, Maya, Dante e San Giorgio alla società spagnola Grupo Sos, conservando però Bertolli per le salse di pomodoro, le margarine e i cibi surgelati.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Unilever
    • Agora

    Crisi di crescita per il gelato Grom: in 5 anni perdite per 14 milioni

    Sta di fatto che per avere un polmone finanziario adeguato i fondatori nel 2015 hanno ceduto le quote a Unilever (controlla il brand Algida). ... Il debito netto è di 11,2 milioni, il doppio dei 5,7 dell'esercizio precedente, ma per quest'anno Unilever (che vanta già 12,5 milioni come credito soci) si è detta disponibile a sostenere finanziariamente Gromart per gli investimenti, il capitale circolante e la gestione del debito. ...alla holding Unilever per ottimizzare i costi di gestione.

    – Emanuele Scarci

    • News24

    L'impegno dei ceo che hanno firmato il Manifesto di Valore D

    Angelo Trocchia, Presidente e AD di Unilever Italia «La sottoscrizione del Manifesto promosso da Valore D consente a Unilever Italia di promuovere un importante cambio di mentalità in materia di diversità di genere sul posto di lavoro e di sviluppare la propria agenda interna." - commenta Angelo Trocchia, Presidente e AD di Unilever Italia. ... Il gender balance assume una rilevanza per Unilever tale da costruire anche uno dei pilastri dello Unilever Sustainable Living Plan, il piano per la...

    – di Monica D'Ascenzo

    • News24

    Perché Warren Buffett ha tradito il capitalismo americano

    I concorrenti di Kraft, come Unilever e Nestlé, subiscono invece pressioni da parte dei loro proprietari - una combinazione di fondi indicizzati e attivisti simili a Buffet - per eguagliare quei margini altissimi.

    – di Robin Harding

    • News24

    Lavoro, "Valore D" lancia il "Manifesto per occupazione femminile"

    I criteri di parità su questo fronte vengono già applicati in molte realtà e aziende di rilievo, come Accenture Italia, Generali, Unilever e Boston Consulting Group, e trovano spazio anche in Ferrovie dello Stato, tra i firmatari del "manifesto".

    – di Vittorio Nuti

    • Agora

    Dopo Acetum, Italia terra di conquista ma anche noi siamo predatori

    L'Italia perde un altro pezzo delle sue eccellenze? No. Trattasi di capitali esteri (benedetti) che arrivano nel nostro Paese: Associated British Foods ha acquisito Acetum, big italiano dell'aceto Balsamico di Modena Igp. Le Denominazioni, come Acetum, hanno la particolarità di essere legate al territorio. Cioè gli stabilimenti non si possono esportare.  Associated British Foods è quotata alla Borsa di Londra e produce il noto marchio di the Twinings. Ha rilevato l'80% dal fondo Clessidra e il r...

    – Emanuele Scarci

    • News24

    Made in Italy terra di conquista. Ma siamo anche noi predatori

    L'anno scorso la catena di gelaterie Grom è stata rilevata (anche per difficoltà gestionali) dalla multinazionale anglo-olandese Unilever; il brand della birra Peroni è transitato dall'orbita della sudafricana SabMiller a quella della nipponica Asahi mentre il colosso Ab Inbev ha bevuto l'artigianale Birra del Borgo; l'imprenditore americano Kyle Krause ha conquistato i "Barolisti" Vietti ed Enrico Serafino proiettando la Langa nel novero delle grandi denominazioni mondiali.

    – di Emanuele Scarci

    • News24

    Si fa presto a dire protezionismo

    Non a un caso l'Olanda stia rivedendo la linea dopo aver visto Azko Nobel resistere a fatica alla scalata ostile della rivale PPG e Unilever sotto l'attacco della Kaft Heinz.

    – di Adriana Cerretelli

    • News24

    Olanda, viaggio nella Food Valley hi-tech del futuro

    L'AJA- Nelle serre di Demokwekerij-Westland, Olanda meridionale - gli operatori seguono dai primi passi la crescita delle piante, come in un'incubatrice: dosaggio e monitoraggio dell'acqua, controllo di luce, temperatura e anidride carbonica, soffitti di altezza variabile per accompagnare i diversi

    – dall'inviato Michele Pignatelli

    • Agora

    Etichette a semafori: Scordamaglia, ok a trasparenza e regole europee ma niente inganni

    Braccio di ferro tra industria alimentare italiana e le sei multinazionali (Coca-Cola Company, Pepsi, Nestlé, Unilever, Mars e Mondelez) che hanno chiesto a Bruxelles un'operazione trasparenza con il ricorso alle etichette a semafori, adottate in Gran Bretagna e richieste dal governo francese. E regole valide in tutta l'area Ue. Il presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia si è detto d'accordo "sulla totale trasparenza e sulle regole uniche europee, ma che non devono essere però tricky e...

    – Emanuele Scarci

1-10 di 356 risultati