Aziende

Unicredit

Unicredit è una delle più grandi banche europee per giro di affari e per numero di clienti. È quotata in borsa a Milano e fa parte dei titoli a maggiore capitalizzazione.

Tra tutte le banche italiane (il 72% del capitale appartiene a fondi esteri) è quella a maggior vocazione internazionale . E' attiva in 17 Paesi con 7800 filiali. Da diversi anni infatti Unicredit persegue una strategia che l'ha portata ad operare diverse acquisizioni in Europa, in particolare in Germania e nell'Europa dell'est, dove è una delle banche più importanti. Di grande importanza è stata la scalata a HypoVereinsBank nel 2005, con la quale è entrata prepotentemente nel mercato tedesco, austriaco e polacco. Un'altra grande fusione, questa volta sul mercato italiano, è quella del 2007 con Capitalia, grazie alla quale amplia ulteriormente la sua rete e rafforza la presenza su tutto il territorio italiano.

Unicredit fino al 2008 si chiamava Unicredito Italiano, che a sua volta era nata dalla fusione di diverse banche, tra cui Credito Italiano, Rolo Banca e Unicredito, a cui si sono aggiunti negli anni altri istituti bancari. La sua caratura internazionale ha reso Unicredit però maggiormente esposta alla crisi finanziaria internazionale, che la banca ha dovuto affrontare con un rilevante aumento di capitale nel 2008.

Le attività di Unicredit spaziano in tutti i settori bancari, dal private banking, alla banca retail, dall'online banking alla banca di investimento. Del gruppo di Unicredit fanno parte anche Banca di Roma, Banco di Sicilia (suddivisi principalmente per regione) e Fineco.

Dal 12 luglio 2016 il nuovo amministratore delegato è Jean Pierre Mustier che ha iniziato il suo mandato con una serie di dimissioni tra le quali la cessione del 10% di Fineco e del 10% di Pekao (gruppo bacario polacco) e un aumento di capitale da 13 miliardi.

Ultimo aggiornamento 21 aprile 2017

Ultime notizie su Unicredit
    • Agora

    Palermo, dal marchio ceduto tre volte all'istanza di fallimento: le tappe della vicenda

    Il brand Palermo viene venduto alla Locat, una società del gruppo Unicredit, in una operazione di lease back. ... Zamparini versa a Unicredit una rata di 9 milioni in modo che nelle casse del club restino 21 milioni. ... Più nel dettaglio vengono conferiti alla Mepal il contratto di locazione finanziaria stipulato con la Locat (ora Unicredit Leasing Spa) il piano di merchandising e i contratti di licenza stipulati con le società Flash trading group Srl e Swan Co Srl, oltre a computer, arredi e...

    – Marco Bellinazzo

    • Agora

    Banche, Deficit, Ambiente - Gli interrogativi sull'Italia di un osservatore straniero

    Ma perché agli italiani piace vivere sovratassati, sovraindebitati e inquinati? La domanda mi è stata posta, più o meno in questi termini, da un giornalista francese. A tutta prima, mi è sembrata una provocazione. Poi riflettendoci il quesito mi è sembrato legittimo. Vista dall'esterno, l'Italia sta difendendo a Bruxelles posizioni curiose e paradossali. Cominciamo dalle banche. La Banca centrale europea ha presentato un pacchetto per imporre una riduzione dei crediti in sofferenza attraverso m...

    – Beda Romano

    • News24

    Nove anni dopo Madoff, lo «schema Ponzi» è più vivo che mai

    In pochi giorni la sua colossale truffa da quasi 65 miliardi di dollari, architettata con un colossale "schema Ponzi", era venuta a galla: la più colpita è stata la comunità ebraica americana, a partire dalla Fondazione Wiesel fino a Steven Spielberg, ma ci hanno rimesso soldi in via indiretta pure Unicredit e il Banco Popolare.

    – di Enrico Marro

    • News24

    Intransigente, anzitutto con se stesso

    Questo pezzo non riepilogherà le battaglie - molte vinte, tante perse - di Vincenzo Maranghi che hanno riempito un quarto di secolo di cronache finanziarie. Ma si concentrerà sul profilo della "persona" prima ancora che banchiere, così come lo hanno voluto ricordare, a dieci anni dalla scomparsa, i

    – di Antonella Olivieri

    • Agora

    Highbridge, ecco chi è il fondo che studia il rifinanziamento del Milan

    Un grande fondo internazionale con sede a Londra e a Hong Kong. Un "alto ponte" per traghettare il Milan fuori dalle sabbie mobili dell'indebitamento. Si chiamerebbe Highbridge, secondo le indiscrezioni raccolte in esclusiva dal Sole 24 Ore e poi riprese oggi da tutti i maggiori quotidiani nazionali, il fondo internazionale in contatto con gli advisor del Milan per studiare il riassetto del debito del club rossonero. Highbridge ha inoltre una partnership strategica con la banca d'affari american...

    – Carlo Festa

    • News24

    Milano argina le perdite con le banche, chiude a -0,62%

    Chiusura negativa, ma sopra i minimi di giornata per le Borse europee che proprio sul finale hanno tentato il recupero, dopo giorni di vendite pesanti, provocate dal fuggi fuggi degli investitori istituzionali dai mercati.

    – di Eleonora Micheli

1-10 di 10592 risultati