Aziende

Unicredit

Unicredit è una delle più grandi banche europee e al mondo per giro di affari e per numero di clienti. È quotata in borsa a Milano e fa parte dei titoli a maggiore capitalizzazione.

Tra tutte le banche italiane è quella a maggior vocazione internazionale. E' attiva in 17 Paesi con 7800 filiali. Da diversi anni infatti Unicredit persegue una strategia che l'ha portata ad operare diverse acquisizioni in Europa, in particolare in Germania e nell'Europa dell'est, dove è una delle banche più importanti. Di grande importanza è stata la scalata a HypoVereinsBank nel 2005, con la quale è entrata prepotentemente nel mercato tedesco, austriaco e polacco. Un'altra grande fusione, questa volta sul mercato italiano, è quella del 2007 con Capitalia, grazie alla quale amplia ulteriormente la sua rete e rafforza la presenza su tutto il territorio italiano.

Unicredit fino al 2008 si chiamava Unicredito Italiano, che a sua volta era nata dalla fusione di diverse banche, tra cui Credito Italiano, Rolo Banca e Unicredito, a cui si sono aggiunti negli anni altri istituti bancari. La sua caratura internazionale ha reso Unicredit però maggiormente esposta alla crisi finanziaria internazionale, che la banca ha dovuto affrontare con un rilevante aumento di capitale nel 2008.

Le attività di Unicredit spaziano in tutti i settori bancari, dal private banking, alla banca retail, dall'online banking alla banca di investimento. Del gruppo di Unicredit fanno parte anche Banca di Roma, Banco di Sicilia (suddivisi principalmente per regione) e Fineco.

Dal 12 luglio 2016 il nuovo amministratore delegato è Jean Pierre Mustier che ha iniziato il suo mandato con una serie di dimissioni tra le quali la cessione del 10% di Fineco e del 10% di Pekao (gruppo bacario polacco).

Ultimo aggiornamento 22 luglio 2016

Ultime notizie su Unicredit
    • News24

    Il capitale c'è, ora la partita è su Npl e redditività

    Punto e a capo. L'esito notturno degli stress test rappresenta l'ulteriore certificazione del fatto che la maggior parte delle banche italiane non ha problemi sul versante del capitale: diversamente, non si sarebbe potuto superare il nightmare scenario inventato dall'Eba con i requisiti che si sono

    – Marco Ferrando

    • News24

    L'Eurozona rallenta allo 0,3%: Francia ferma, la Spagna corre corre

    Il Pil dell'eurozona rallenta con + 0,3% nel secondo trimestre e dell'1,6% su base annua mentre nell'Ue a 28 di 0,4%. Nel primo trimestre era invece salito rispettivamente di 0,6% e 0,5%. Lo comunica Eurostat nella sua stima flash. Secondo l'ufficio studi di UniCredit i dati suggeriscono che i

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Borse: Milano chiude in volata a +2%, ok Generali

    I listini europei hanno chiuso contrastati a poche ore dalla diffusione degli stress test sul settore bancario europeo. Dopo un avvio positivo, la delusione per il dato sul Pil americano del secondo trimestre cresciuto meno delle attese e quella per la fiducia dei consumatori ha portato maggiore

    – Guido Maurino

    • News24

    Stress test, stasera l'Eba svela i risultati

    Ormai è questione di ore. Stasera alle 22 l'Eba comunicherà gli esiti degli stress test condotti sulle 53 principali banche europee. Una prova sotto sforzo prospettica, teorica e senza automatiche richieste di ricapitalizzazione da parte della Vigilanza (cioè la Bce), ma il mercato trarrà comunque

    – Marco Ferrando

    • News24

    In Italia il peso degli Npl Germania, «mina» derivati

    Un'incidenza dei crediti deteriorati quattro volte superiore alla media europea, a cui fa da contraltare un'esposizione decisamente inferiore nei confronti di altri fattori di rischio, a partire dalla «mina derivati» che continua a tenere banco in altri paesi del Vecchio Continente, Germania in

    – Paolo Paronetto

    • News24

    Piazza Affari e Madrid perdono oltre il 2%

    Alla vigilia della pubblicazione degli stress test delle banche la Borsa di Milano ha registrato una brusca battuta d'arresto con un calo a fine seduta del 2,02% sull'indice Ftse Mib. Male anche la Borsa di Madrid con l'indice Ibex 35 in calo del 2,1 per cento. Ribassi più contenuti invece per gli

    – Andrea Franceschi

    • News24

    Caltagirone entra in Suez con il 3,5%. I francesi salgono al 23% in Acea

    Il gruppo francese Suez, specializzato in gestione dei rifiuti e delle acque, si prepara a salire nell'azionariato dell'utility capitolina Acea, passando da 12,5% al 23,3% grazie all'acquisto di azioni dal gruppo Caltagirone. L'annuncio della transazione dovrebbe avvenire a stretto giro.

    – Celestina Dominelli

1-10 di 8810 risultati